Genere
Guida
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
16/8/2001

Twisted Metal: Black

Twisted Metal: Black Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Genere
Guida
Data di uscita
16/8/2001
Giocatori
4

Lati Positivi

  • Ottima cosmesi sotto tutti gli aspetti
  • Molto coinvolgente

Lati Negativi

  • Forse un poco difficile
  • Genere non adatto a tutti i gusti

Hardware

Per giocare a Twisted Metal: Black è necessaria una PlayStation 2 USA, è supportato il MultiTap per il gioco multiplayer fino a quattro partecipanti. Ad ottobre sarà disponibile la versione PAL.

Multiplayer

Il gioco offre diverse modalità multiplayer per due-quattro giocatori. Peccato che le funzionalità online della PlayStation 2 si facciano ancora attendere: Twisted Metal: Black giocato in rete sarebbe stato stupendo.

Link

Recensione

Twisted Metal: Black

Un gruppo di pazzi scatenati, ognuno dei quali sembra essere uscito direttamente da qualche serie horror, si riunisce per le strade per un'allegra scampagnata di sangue, metallo e dolore. Se GT3 vi ha deluso perché: "per quanto configurabile non si può applicare una mitragliatrice alla mia Viper" allora Twisted Metal: Black è il gioco che fa per voi.

di Alessandro Paglia, pubblicato il

Per ogni livello avremo a disposizione due vite (un po' pochine vista la difficoltà elevata del gioco) e se, eventualmente, avremo successo nello sgominare i vari altri psicopatici che ci insidiano, potremo scegliere tra due altri campi di battaglia dove proseguire le nostre allegre scampagnate e combinare assieme agli amici tante letali bricconate. Ad ogni fine livello una nuova scelta si ripropone, fino allo scontro finale. Questa particolare struttura a bivi aumenta le possibilità di riprendere in mano il titolo, visto che non sarà possibile combattere in tutte le arene alla prima partita.
La difficoltà, come detto, è piuttosto elevata, il che rende il giocatore particolarmente orgoglioso di aver portato a termine una missione, anche se non manca un po' di frustrazione, specie durante i primi livelli del gioco. La modalità in cooperazione con un amico rende la cosa più semplice, tuttavia sarebbe stato auspicabile adottare un metodo di identificazione del compagno in quanto, in mezzo a tanta confusione, è facile confondersi e tempestarlo di missili… altro lato negativo è che le vite complessive del team, una volta esaurite, portando ad una prematura fine la partita di entrambi i giocatori.

CONTROLLANDO IL METALLO

Il titolo permette di scegliere fra diversi settaggi del controller, ma il sistema di default sembra essere particolarmente felice e dunque non sussiste l'esigenza di una modifica (al di là di gusti personali). I due stick analogici vengono usati per il controllo del veicolo, nella fattispecie il sinistro viene usato per le curve, mentre il destro per regolare la velocità e le frenate, sempre con la pressione dello stick analogico di destra (il semi-sconosciuto tasto R3) si attiva il turbo. I tasti dorsali invece vengono usati per la gestione delle armi, i primi (R1-L1) permettono di scorrere tra le varie armi in nostro possesso; R2 controlla la mitragliatrice (munizioni infinite ma attenzione: dopo venti secondi di fuoco continuato si surriscalda e si inceppa per dieci secondi) e L2 attiva l'arma selezionata. L'armamentario è davvero vario; se il potenziale offensivo di vari missili a scia calorica e seghe circolari da lanciare ai nemici non vi soddisfa, non preoccupatevi: sicuramente raggi congelanti e missili satellitari sapranno conquistare anche il vostro palato.
Insomma c'è ogni ben di Dio per divertirsi a maciullare ogni veicolo vi si pari innanzi… e che c'è di meglio di potersi sbizzarrire con dei propri amici? Twisted Metal: Black dà il meglio di sé nel multiplayer, sessanta frame praticamente costanti per dare un nuovo significato alla parola strage automobilistica per un numero massimo di quattro giocatori.
La grafica del gioco, come già accennato, è ai massimi livelli. Di certo non raggiunge quel capolavoro di grafica che è Gran Turismo 3, ma il tutto è reso in maniera impeccabile, finalmente rendendo comprensibile tutto ciò che appare sullo schermo, e, nel bel mezzo di una carneficina, non è certo cosa da poco. Le auto sono realizzate ottimamente e, al cambiare delle armi, la nostra vettura si adeguerà mostrando l'apparato bellico selezionato. Anche gli effetti luce sono impressionanti, ogni veicolo deve spesso affidarsi ai propri fari o alle poche luci dell'ambiente (in particolare nelle arene più tetre), aumentando così il feeling tipico del gioco.
Tutto il gioco, in conclusione, dai menù ai dettagli grafici dell'engine è un piacere per gli occhi: le collisioni, le esplosioni, gli scontri… Nel sonoro si nota la stessa cura: la musica è estremamente azzeccata e gli effetti sonori coinvolgenti e peculiari.
Tirando le somme, il gioco merita di essere giocato in singolo e con amici: risulta divertente ed appasionante. Unici ostacoli sembrano essere il genere stesso del gioco (poco vicino ai gusti nostrani forse) e un'elevata difficoltà, soprattutto ai non patiti della serie, capaci di misurare subito velocità e tempi di reazione (e realizzare tattiche in maniera immediata). Un ottimo titolo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Il gioco risulta piacevole e veloce, a tratti entusiasmante. Sembra quasi che il genere dei Car fighting venga reinventato tanta è la nuova vita che Twisted Metal: Black sembra infondergli. Confesso di non aver mai avuto una passione sfrenata nè per il genere nè per la serie stessa (Twisted Metal) eppure quest'ultima incarnazione ha saputo del tutto conquistarmi e coinvolgermi. Forse il genere era prematuro per le console a trentadue bit e troverà una degna sistemazione nelle macchine di nuova generazione.