Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
49.90 Euro
Data di uscita
9/5/2007

Two Worlds

Two Worlds Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
SouthPeak
Sviluppatore
Reality Pump
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
12+
Distributore Italiano
NeWave
Data di uscita
9/5/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
49.90 Euro

Lati Positivi

  • Pochissimi caricamenti
  • Molto fluido
  • Divertente
  • Tantissime quest
  • Dialoghi interessanti

Lati Negativi

  • Poco originale
  • Caratterizzazione un po' anonima
  • Riciclo di idee da altri giochi

Hardware

I requisiti hardware del gioco sono: processore a 2 GHz, 512 MB di RAM, scheda video con supporto pixel shaker 2.0 e 6 GB di spazio libero su disco fisso. La nostra prova si è svolta su di un Athlon X2 3800+, con 1 GB di RAM e una scheda video ATi Radon X1800 da 256 MB; con questa configurazione, il gioco è risultato fluido a una risoluzione di 1280x1024 con impostazioni grafiche alte. La nostra prova si è svolta sulla versione 1.2 del gioco.

Multiplayer

Two World offre due modalità multigiocatore: RPG (cooperativa) o Arena (competitiva). Entrambe permettono di affrontare l'esperienza di gioco a fianco di altri giocatori, per risolvere quest, affrontare insieme potenti mostri o combattere l'uno contro l'altro.

Link

Recensione

Il nostro giudizio su Two Worlds

È ora di tirare le somme sul lavoro di Reality Pump.

di Alberto Torgano, pubblicato il

Two Worlds offre un territorio di gioco molto grande, con ambientazioni significativamente differenti, diverse razze e tantissime missioni. Una mole di materiale davvero generosa per qualunque amante dei giochi di ruolo. Su questo scheletro, lo sviluppatore Reality Pump ha innestato una buona storia e personaggi sufficientemente interessanti, riuscendo così a stimolare in modo corretto l'intraprendenza e lo spirito esplorativo del giocatore, genuinamente curioso di scoprire cosa verrà dopo, sia in termini narrativi che spaziali.

IL GDR CHE NON T'ASPETTI

Dopo molte ore di gioco, possiamo affermare che Two Worlds mantiene fede alle promesse, pur senza brillare come astro assoluto della scena PC. In particolare, il titolo Reality Pump non rinnova sensibilmente il gameplay stabilito circa cinque anni fa da Morrowind e dal primo Gothic, bensì si limita a offrirne una rivisitazione molto godibile, che però non esce dai solchi dei predecessori.
Muoversi senza caricamenti all'interno di città e boschi, combattere con due armi in pugno contro animali e mostri di ogni tipo, scegliere quale fazione soddisfare e quale tradire, sono tutte cose più o meno già viste, così come la maggior parte delle abilità e gli effetti delle magie. Il pregio di Two Worlds consiste nel scegliere e amalgamare gli elementi giusti, con il divertimento del giocatore come fine ultimo. Non a caso, il miglior modo di definire Two Worlds è proprio questo: divertente.

LE CATTIVE ABITUDINI

Tra i difetti del gioco rientrano più o meno tutti quelli insiti nel genere: bug più o meno evidenti, qualche "scollatura" di troppo nella progressione delle missioni, il rischio sempre dietro l'angolo di perdere il controllo di quello che si sta facendo. A tutti questi problemi, Two Worlds non cerca di mettere una toppa, se non limitando la presenza di dungeon e limando verso il basso il livello di difficoltà, aumentando così la continuità dell'azione. Il risultato è un gioco con una propensione per gli spostamenti all'aria aperta e adatto a chi preferisce risolvere quest piuttosto che accanirsi contro nemici sempre più forti.
Peccato infine per un comparto tecnico che non rende onore a particolari come i volti dei personaggi, i movimenti della cavalcatura e alcune animazioni, un problema che nell'economia complessiva di gioco tende a sfumare, ma nondimeno evidente, soprattutto nelle prime ore di avventura.

MULTIGIOCATORE

Two Worlds è anche il primo gioco di ruolo di queste dimensioni a offrire una corposa componente multigiocatore, che però al momento, vista la pubblicazione ancora limitata alla sola Europa, conta ben pochi partecipanti.
Il gioco permette di creare uno o più eroi appositamente per le due modalità multigiocatore: competitiva (PvP) e cooperativa (RPG). A patto di trovare avversari e compagni, Two Worlds permette di organizzare sia scontri di gruppo che partite cooperative con missioni appositamente imbastite. Una bella trovata, che però di fatto non siamo riusciti a provare a fondo. Vedremo con la pubblicazione in territorio americano e il progressivo diffondersi del gioco.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Two Worlds è un buon gioco di ruolo, consigliato senza troppe remore a tutti gli appassionati del genere. Pur senza essere rivoluzionario, il titolo di Reality Pump tiene perfettamente testa a prodotti pluripremiati come Gothic 3 o Oblivion, proponendo un'amalgama di gioco che punta più sul divertimento che sulla novità. Non cercando l'originalità a tutti i costi, Two Worlds seleziona attentamente i suoi contenuti, offrendo al giocatore quello che "desidera" nel modo più genuino possibile, a volte anche troppo. Tra i difetti principali, oltre al leggero senso di déjà-vu, segnaliamo solo la difficoltà tarata verso il basso, una scelta che onestamente sentiamo di condividere, ma che forse indispettirà i giocatori più attenti al livello di sfida. In conclusione, davvero un'ottima prova per Reality Pump, a cui non possiamo che consigliare di insistere in questo genere.