Genere
Sportivo
Lingua
Testi in italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
17/2/2012

UFC Undisputed 3

UFC Undisputed 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
THQ
Sviluppatore
Yuke's
Genere
Sportivo
PEGI
16+
Distributore Italiano
THQ Italia
Data di uscita
17/2/2012
Lingua
Testi in italiano

Hardware

Per giocare a UFC Undisputed 3 saranno necessari una copia originale del gioco, un Xbox 360 o una PlayStation 3 e relativo joypad.

Multiplayer

Durante la presentazione non ci sono stati forniti dei dettagli significativi relativi all'aspetto multigiocatore, ma siamo sicuri che sarà possibile sfidare gli utenti sparsi in tutto il mondo sia attraverso Xbox Live che tramite il servizio online di casa Sony.

Modus Operandi

Dopo la presentazione di rito, abbiamo avuto modo di provare per circa mezz'ora la versione Xbox 360 del gioco THQ.

Link

Hands On

Una prova di maturità

La saga di UFC non si siede sugli allori, anzi...

di Pocoto, pubblicato il

Se siete convinti che la gogoplata sia l'ultima prelibatezza della cucina ungherese, se ritenete che Tito Ortiz sia un cantante folk turco e se per voi l'ottagono è una semplice figura geometrica, probabilmente quanto vi stiamo per raccontare suonerà alle vostre orecchie come una lingua aliena. Possibile che non abbiate mai sentito parlare della UFC? Il termine mixed martial arts non accende nemmeno una lampadina piccina picciò? Strano, visto che stiamo parlando di un fenomeno a livello planetario, una realtà talmente consolidata negli Stati Uniti al punto da venire citata in una puntata de I Simpson, nella quale Marge è costretta a scendere in prima persona sul ring.

L'impatto dei colpi è incredibilmente realistico, si aprono lacerazioni e ferite piuttosto vistose sulle parti più delicate - UFC Undisputed 3
L'impatto dei colpi è incredibilmente realistico, si aprono lacerazioni e ferite piuttosto vistose sulle parti più delicate

L'ORGOGLIO NIPPONICO

Nonostante l'uscita sia prevista per l'inizio del prossimo anno, UFC Undisputed 3 si è presentato già in forma smagliante in quel di Colonia e ha mostrato subito i muscoli per gridare un messaggio forte e chiaro: THQ non ha alcuna intenzione di perdere la sfida con la concorrenza, la cintura dei pesi massimi rimarrà ancorata a lungo intorno alla vita dello sviluppatore americano. Le novità sono molteplici, in primis l'acquisizione della licenza del Pride, una federazione di mixed martial arts giapponese che ha chiuso i battenti nel 2007. La defunta promotion si distingue dalla controparte americana per il differente regolamento: gli scontri si svolgono all'interno di un ring e non in una gabbia d'acciaio, inoltre è lecito letteralmente martoriare il capo dell'avversario una volta che questi è stramazzato al suolo con calci, pugni e ginocchiate. I più facilmente impressionabili distolgano lo sguardo dallo schermo, che è meglio.

UN PROFICUO ALLENAMENTO

I precedenti capitoli della saga erano degli ottimi giochi con un difetto sostanziale: una curva d'apprendimento fin troppo ripida, al punto che molti hanno desistito dopo poche partite, sventolando bandiera bianca. L'incredibile profondità del sistema di controllo, che replica tutte le proiezioni, le chiavi articolari e le mosse della disciplina, richiede molte ore di pratica prima di essere assimilata a dovere, ci vuole una costanza che forse non tutti possiedono. I più pigri e soprattutto chi è rimasto scottato dalle precedenti esperienze inizino a gioire: THQ ha ascoltato le vostre preghiere inserendo anche un sistema di controllo semplificato, in cui le transizioni fra una mossa e l'altra vengono gestite attraverso basilari movimenti sull'asse verticale dello stick analogico destro. In questo modo chiunque potrà divertirsi fin da subito, senza per questo dover affrontare una lunga e faticosa gavetta.

NO PAIN, NO GAIN

Tanto quanto i suoi predecessori, UFC Undisputed 3 è un gioco incredibilmente realistico, che cerca di riprodurre alla perfezione tutta la violenza e la fisicità degli scontri all'interno dell'ottagono. Per portare a casa la vittoria non basta premere a casaccio i tasti sul joypad, bisogna analizzare i punti di forza e di debolezza dell'avversario, concentrandosi prevalentemente su quest'ultimi. La quantità di statistiche presenti per ogni lottatore è impressionante, si tratta di un quadro incredibilmente dettagliato riguardante la forza, la velocità, la struttura fisica e la lunghezza delle leve di ogni componente del roster. Ognuno degli atleti ha un suo peculiare stile di combattimento, c'è chi è letale con i calci, chi sopperisce alla mancanza di tecnica con una resistenza fisica impressionante e chi invece è specializzato nelle mosse di sottomissione. Non esiste, però, la macchina bellica perfetta, quella capace di primeggiare in ogni situazione.

LACRIME, SUDORE E SANGUE

THQ ha cercato di replicare sullo schermo tutta l'atmosfera, l'eccitazione del pubblico, la sensazione di trovarsi all'interno dell'arena e i risultati al momento sono eccellenti. Ogni lottatore, prima di salire sul ring, fa la sua parata, illuminato da accecanti fari al neon, mentre l'annunciatore grida il suo nome a gran voce dall'interno dell'ottagono. Una volta che i due contendenti cominciano la pugna, si rimane fin da subito colpiti dalla loro fisicità: le animazioni sono incredibilmente realistiche, naturali, gli atleti sono una perfetta riproduzione delle loro controparti reali. Ogni singolo colpo, sia dato che ricevuto, progressivamente indebolisce il corpo dell'atleta: si aprono delle ferite nei punti più delicati, il sangue comincia a lordare i guantoni e il ring stesso. Il risultato è incredibilmente realistico, al punto da essere quasi fastidioso per i più deboli di stomaco.
Con il suo elevato tasso di violenza, un sistema di combattimento rivoluzionato e un aspetto tecnico di assoluto rispetto, UFC Undisputed 3 ci ha colpito favorevolmente, THQ non ha tradito le aspettative, confezionando un titolo allo stato attuale già molto solido. L'impressione è quella di essere al cospetto di un campione, un predestinato, un lottatore in grado di sbaragliare l'agguerrita concorrenza stendendola al tappeto. Speriamo che l'atleta non sbagli il resto della preparazione nei mesi che ci separano all'uscita del gioco nei negozi.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!