Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
5/12/2007

Uncharted: Drake's Fortune

Uncharted: Drake's Fortune Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Naughty Dog
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
5/12/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,99
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Uncharted: Drake's Fortune è un'esclusiva per PlayStation 3. La data di uscita del gioco non è stata ancora annunciata.
Anteprima

Lara e Indy attenti: arriva Naughty Dog!

E ci porta un piccolo gioiello dal tesoro di Sir Francis Drake.

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Imparare a gestire subito e bene il nostro piccolo arsenale è molto importante: siamo nel cuore di una foresta e le munizioni non vanno sprecate; sparare in piccole raffiche, per esempio, significa andare a segno con maggior precisione e dato che i nemici non fanno sconti è meglio utilizzare al massimo ciò di cui disponiamo.
In combattimento Uncharted: Drake's Fortune è un omaggio (per non dire un gentile plagio) a Gears of War: coperture, mira ravvicinata in seconda persona, persino le capriole evasive laterali per passare da un riparo all'altro... c'è proprio tutto, manca solo che appaia a schermo una scritta tipo "we love Gears of War" al momento di impugnare un'arma. Scherzi a parte: in questo mondo nulla si inventa (o raramente) e qui agli sviluppatori va quantomeno riconosciuto di aver scelto di utilizzare per gli scontri a fuoco l'approccio probabilmente più adatto fra quelli che si potevano implementare e soprattutto il più affine nella filosofia al resto del sistema di controllo. Se c'è infatti un titolo per cui, in quanto a naturalezza, reattività e interattività del feeling di gioco avremmo potuto spendere parole analoghe a quelle del paragrafo precedente, questo è proprio Gears of War; dunque anche in questo caso tutto pare incastrarsi a dovere.
Chiudiamo questa sezione con un cenno ai nemici, mediamente ben reattivi, intelligenti, pronti a ripararsi, a mettere in campo un minimo di tattiche di accerchiamento e perfino audaci nel venire a cercarci. Perfetti? Non proprio: stiamo ovviamente parlando di un codice preliminare, ma va rilevato che non sono mancate le situazioni in cui cotanta intelligenza artificiale si è spenta come un cerino al vento della California e ci siamo ritrovati a un passo da nemici con cui ci si guardava e mancava solo il dirsi un reciproco "embeh?". Sempre i nemici ci danno, al momento, probabilmente l'unica delusione in ambito grafico: sono tutti troppo uguali, un fatto accettabile solo se la storia disvelasse una trama a base di clonazioni di massa...

LO STILE DI NAUGHTY DOG

Il resto, ovvero il 90% circa dell'impianto grafico ci ha invece convinti: restando in tema di "naturalezza", Uncharted: Drake's Fortune mette in scena una natura viva e lussureggiante, una giungla fitta che ci accoglie, ci avvolge e si dipana davanti ai nostri occhi sotto una luce abbacinante in tutto il suo umido splendore. Lo stile grafico scelto è particolare, è realistico eppure un filo cartoon: uno stile mai visto ma in fondo in linea con il gusto di Naughty Dog.
La composizione degli elementi fin qui descritti porta alla ribalta un tipico gioco d'azione e avventura d'intensità e ritmo elevato (benché non manchino puzzle e momenti più riflessivi), un titolo che va a pestare i piedi direttamente a serie come Tomb Raider, Indiana Jones e in parte anche Prince of Persia (i salti impossibili e l'aggrapparsi all'ultimo millimetro di appiglio ci hanno ricordato più volte il celebre Principe).
Dobbiamo dire che Uncharted: Drake's Fortune scomoda questi classici con carisma e competenza e quanto abbiamo provato ci è piaciuto parecchio. Uncharted: Drake's Fortune entra così, per direttissima, nella lista delle cose che vorremmo riprovare al più presto con ancor più tempo e calma: non appena ne avremo l'occasione sarete i primi a saperlo...