Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
10/5/2016

Uncharted 4: La Fine di un Ladro

Uncharted 4: La Fine di un Ladro Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Naughty Dog
Genere
Azione
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
10/5/2016
Lingua
Italiano
Hands On

Caccia al tesoro o lotta per la sopravvivenza?

Combattere, esplorare e guidare...

di Marco Ravetto, pubblicato il

AZIONI FURTIVE E GRANDI DEFLAGRAZIONI

Dopo aver trascorso alcuni minuti a bordo della nostra jeep, siamo giunti nei pressi di una serie di costruzioni diroccate in cui erano stanziate diverse truppe nemiche. Una situazione ideale per mettere alla prova alcune delle novità nel gameplay che permetteranno, unite al sopracitato incremento delle dimensioni dell’area di gioco, di garantire una maggiore libertà anche nelle fasi di combattimento. Come sottolineato da Rickie Cambier, in Uncharted 4 non avremo solo le classiche sparatorie che hanno caratterizzato da sempre la serie, ma sarà posta maggiore enfasi sull’elemento stealth; la conformazione del terreno e la fitta vegetazione possono essere sfruttate da Nathan per muoversi senza essere individuato, mentre la possibilità di “marchiare” i soldati (mediante la pressione in sequenza dei tasti L2 e L3) permette di averne sempre sott’occhio gli spostamenti e, di conseguenza, di pianificare il proprio piano d’attacco in base al posizionamento di ogni singolo avversario. Non poteva ovviamente mancare un comando dedicato all’eliminazione stealth, che permette di uccidere i nemici evitando di essere rilevati; a questo proposito, potremo monitorare sempre lo stato di allerta dei soldati grazie a un apposito indicatore posizionato sopra le loro teste, che si riempie lentamente in caso di individuazione. Fintanto che questo indicatore rimarrà di color giallo e non raggiungerà il suo livello massimo avremo ancora modo e tempo di trovare un nascondiglio che ci permetta di far perdere le nostre tracce, ma se diventerà rosso allora sarà lanciato l’allarme, e sarà il momento di sfoderare l’arma da fuoco e cominciare a far volare i proiettili.

Anche se è possibile adottare un approccio maggiormente stealth, possiamo ugualmente scegliere di agire in maniera "diretta", distruggendo tutto ciò che ci capita a tiro - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
Anche se è possibile adottare un approccio maggiormente stealth, possiamo ugualmente scegliere di agire in maniera "diretta", distruggendo tutto ciò che ci capita a tiro
Pistola alla mano, ci siamo lanciati in uno scontro molto coinvolgente, in cui si sono alternate dinamiche di gioco che gli appassionati della serie conosceranno alla perfezione ad alcune novità. Il sistema di controllo è quello tipico di Uncharted, da questo punto di vista non molto è cambiato, e tutto (dal sistema di copertura al puntamento fino allo sparare in corsa) funziona con estrema fluidità. I nemici hanno palesato una buona intelligenza artificiale, i nostri due compagni d’avventura ci sono parsi abbastanza attivi, anche se non decisivi, e in generale tutto è parso decisamente rifinito e senza evidenti pecche. Dovremo ovviamente addentrarci con maggiore profondità nel gioco per poter esprimere un giudizio definitivo, ma l’impressione generata da questa prova è estremamente positiva.
Piacevole e apprezzabile la presenza di elementi di contorno che possono essere utilizzati a proprio vantaggio, con la possibilità di sfruttare alcuni oggetti che si affiancano alle classiche armi da fuoco lasciate dai nemici; ad esempio nella nostra prima prova, incentrata almeno inizialmente su un tentativo di agire in maniera stealth, il nostro piano è stato vanificato dalla presenza di un detonatore che, presi dalla curiosità, abbiamo deciso di utilizzare. Così facendo abbiamo fatto saltare in aria una porzione di rovine presidiate dal nemico, facendo al contempo saltare in aria la nostra copertura, ma è stato decisamente divertente e appagante. Non sappiamo quante di queste situazioni caratterizzeranno ogni combattimento, certo è che si tratta di una cosa sicuramente piacevole.
Eliminare in maniera silenziosa qualche soldato è un ottimo modo per sfoltire le truppe nemiche e ridurre di conseguenza i rischi durante le sparatorie - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
Eliminare in maniera silenziosa qualche soldato è un ottimo modo per sfoltire le truppe nemiche e ridurre di conseguenza i rischi durante le sparatorie
Sono invece minori i dubbi che riguardano l’utilizzo del “grappling hook”, il gancio che abbiamo già avuto modo di conoscere e di sperimentare ampiamente nel corso delle due demo dedicate alla modalità multigiocatore. Utilizzato per agganciarsi a zone sopraelevate e per spiccare lunghi balzi, il gancio permetterà a Nathan di prendere lo slancio e di scagliarsi in volo contro i nemici per dare vita a sequenze di eliminazione veloci, relativamente silenziose e molto spettacolari da vedere. Certo, muoversi in volo da un punto all’altro mentre intorno a noi sibilano decine di proiettili potrebbe essere molto pericoloso, ma visto i rischi affrontati dal buon Nathan durante la sua carriera, non è nulla di eccessivamente impegnativo.

Quale sarà LA FINE DI UN LADRO?

Le sensazioni ricavate pad alla mano sono state nel complesso ottime, e l’impressione è che alcune delle novità apportate (il pluricitato ampliamento dell’area di gioco su tutte) possano veramente conferire al neonato di Naughty Dog un’ulteriore marcia in più rispetto ai precedenti episodi. Impossibile esprimere un giudizio sulla bontà a livello narrativo, dato che siamo solo a conoscenza delle premesse che si trovano alla base della storia, mentre qualcosina di più si può dire per quanto riguarda il comparto tecnico che, sempre limitatamente alla porzione da noi provata, ha messo in mostra una qualità complessiva decisamente sopra la media. Non ci siamo soffermati a osservare con occhi sgranati ogni minimo dettaglio e non abbiamo trascorso minuti e minuti a esaminare il modello di Nathan Drake, di Sam e degli altri personaggi, per quello ci sarà tempo in sede di recensione, ma ciò che abbiamo ammirato è stato l’insieme dell’ambientazione, ricca di particolari, curata nella sua conformazione, arricchita da ottimi effetti di luce e caratterizzata da alcuni scorci veramente notevoli.

I soldati nemici sono ben addestrati e ottimamente equipaggiati. Per fortuna una volta eliminati abbandoneranno al suolo la loro arma, fornendo a Nathan una potenza di fuoco che va ben oltre la semplice pistola - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
I soldati nemici sono ben addestrati e ottimamente equipaggiati. Per fortuna una volta eliminati abbandoneranno al suolo la loro arma, fornendo a Nathan una potenza di fuoco che va ben oltre la semplice pistola
Vestire i panni di Nathan Drake, anche se solo per una manciata di minuti, non ha fatto altro che accrescere in maniera esponenziale la nostra voglia di mettere le mani su Uncharted 4; fortunatamente l’attesa non si protrarrà ancora a lungo dato che La Fine di Un Ladro sarà disponibile nei negozi (ovviamente, esclusivamente su PS4) a partire dal 10 maggio.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!