Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
10/5/2016

Uncharted 4: La Fine di un Ladro

Uncharted 4: La Fine di un Ladro Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Naughty Dog
Genere
Azione
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
10/5/2016
Lingua
Italiano
Hands On

Nathan Drake in azione

Sony presenta Uncharted 4 in un evento preview

di Marco Ravetto, pubblicato il

Il Salone dei Tessuti di Milano è stato teatro di un evento di presentazione di Uncharted 4 organizzato da Sony Italia. Accompagnati da Arne Meyer (communications director di Naughty Dog) e da Ricky Cambier (lead game designer del gioco) abbiamo avuto modo scoprire alcune informazioni storiche che fungeranno da base per la componente narrativa, oltre che di esaminare alcune meccaniche di gioco. Il piatto forte della giornata è stata però la sessione di hands on, con cui abbiamo potuto vestire i panni di Nathan Drake in una porzione di gioco ambientata nel Madagascar.

La porzione di gioco da noi provata era ambientata in Madagascar e comprendeva una parte d'esplorazione (a piedi e in macchina) e uno scontro a fuoco con le truppe nemiche - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
La porzione di gioco da noi provata era ambientata in Madagascar e comprendeva una parte d'esplorazione (a piedi e in macchina) e uno scontro a fuoco con le truppe nemiche

UN PO’ DI STORIA

La storia alla base di Uncharted 4 è stata svelata ormai da tempo, ma è comunque giusto fare un breve riassunto della situazione per capire quali sono le premesse alla base dell’ultimo capitolo della saga di Naughty Dog. Uncharted 4 sarà ambientato tre anni dopo gli eventi che hanno segnato la fine del terzo episodio, in un periodo in cui Nathan si è ormai ritirato dalla vita di cacciatore di tesori ed è felicemente sposato con Elena Fisher. La pace e la tranquillità della coppia verrà interrotta dall’improvvisa apparizione di Sam, il fratello maggiore di Nathan a lungo creduto morto. Impegnato nella ricerca del tesoro di Henry Avery, leggendario pirata attivo alla fine del XVII° secolo e scomparso improvvisamente dopo aver portato a termine uno dei colpi entrati nella storia della pirateria, Sam richiederà l’aiuto del fratello per lanciarsi in un’avventura che lo porterà a vagare in diverse zone del mondo. Accompagnati dall’immancabile Victor “Sulley” Sullivan, i due dovranno vedersela con una nuova accoppiata di nemici formata da Rafe Adler e Nadine Ross. Il primo è un avventuriero senza scrupoli interessato al tesoro di Avery, la seconda è la proprietaria di un’agenzia di sicurezza che, assoldata dallo stesso Adler, è impegnata con tutti i suoi mercenari a seguire i movimenti e le scoperte del nostro trittico di protagonisti.

Nel corso dell'avventura Nathan sarà accompagnato sia dal fratello Sam che dall'immancabile Sulley - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
Nel corso dell'avventura Nathan sarà accompagnato sia dal fratello Sam che dall'immancabile Sulley

UN GIRO IN MACCHINA

Un’ampia vallata nel Madagascar accoglie Nathan, Sam e Sulley. Pronti a muoversi all’interno di una Jeep, con Nathan saldamente al volante, il trio osserva l’area circostante in cerca di indizi. Delle vecchie torri, diroccate e posizionate in zone non sempre agevoli da raggiungere, potrebbero fornire qualche indicazione riguardo il mistero del tesoro del pirata Henry Avery, quindi è il momento di lanciarsi senza indugi all’avventura. Ha inizio da queste semplici premesse la sequenza di gioco che abbiamo avuto modo di provare, che ha messo in mostra in una ventina di minuti le diverse dinamiche di gioco che caratterizzeranno Uncharted 4.

L'utilizzo del gancio fornirà nuove opzioni durante le fasi di combattimento - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
L'utilizzo del gancio fornirà nuove opzioni durante le fasi di combattimento
Il primo elemento a risaltare, già sottolineato nel corso degli ultimi mesi ed evidenziato ulteriormente da Ricky Cambier nel corso della breve presentazione che ha preceduto la sessione di hands on, è relativo alle dimensioni dell’area di gioco. Gli spazi in cui Nathan avrà modo di muoversi saranno decisamente più ampi, e presenteranno diverse zone che dovranno essere esplorate sia per poter avanzare nell’avventura principale che per acquisire una serie di extra che comprenderanno pagine del diario di Avery, gli immancabili tesori collezionabili e dialoghi tra i protagonisti. La libertà d’azione sembra essere decisamente maggiore rispetto al passato, con la possibilità di muoversi a piedi affiancata (solo in alcune fasi) dall’inserimento un mezzo di trasporto, una jeep pronta a scarrozzarci sui terreni più accidentati e dotata di un verricello che si rivelerà particolarmente utile in alcuni frangenti. Dal punto di vista prettamente ludico, i momenti alla guida ci sono parsi decisamente convincenti, con un driving system che risponde in maniera ottima e che riesce ad essere immediato e divertente sin dai primi istanti. Gli spostamenti nelle zone pianeggianti sono stati inframezzati da scalate su terreni più o meno accidentati in una ambientazione che era caratterizzata dalla presenza di notevoli dislivelli e di zone che potevano essere raggiunte solamente utilizzando la potenza della nostra macchina (parti fangose, su cui i tentativi di scalata di Nathan si sono sempre conclusi con un misero scivolone verso il basso) oppure il sopracitato verricello; scendere dalla jeep, prendere il gancio e bloccarlo intorno a un albero è un’operazione che abbiamo ripetuto in un paio di frangenti e che ci ha permesso di proseguire nella nostra esplorazione senza restare letteralmente impantanati. Nulla di particolare invece da segnalare per quanto riguarda il comportamento di Nathan. Malgrado il passare degli anni il nostro cacciatore di tesori si è mosso con l’agilità che lo ha sempre contraddistinto, e le situazioni (poche, a dire il vero) in cui ci siamo dovuti affidare alle sue doti fisiche per spostarci da una parte all’altra di una costruzione diroccata hanno messo in mostra dinamiche di gioco tipiche della serie, con salti verso appigli e sporgenze che si sono susseguiti senza difficoltà di sorta.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!