Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59 euro
Data di uscita
24/10/2002

Unreal Tournament 2003

Unreal Tournament 2003 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Infogrames
Sviluppatore
Epic Games
Genere
Sparatutto
Data di uscita
24/10/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32
Prezzo
59 euro

Link

Intervista

Forrest nell'Olimpo del Netgaming: intervista al campione del mondo di Unreal Tournament 2003!

Netgaming: un modo per decine di migliaia di videogiocatori di incontrarsi e sfidarsi sulla rete. Eppure quando ci sono la passione e l'agonismo anche un semplice piazzamento può trasformarsi in qualcosa di più... Da qualche anno anche i videogiochi hanno le loro olimpiadi e alla loro terza edizione possiamo finalmente celebrare il primo oro italiano. Quella che segue è la nostra imperdibile intervista al campione!

di Michele Bottegal, pubblicato il

Nextgame.it: Un vero campione spesso oltre che nella sua disciplina lo è anche nella vita vera. Quanto importanti sono stati i rapporti umani con i tuoi compagni di clan (i Sol), con la tua famiglia, con la community di Unreal per i risultati che hai ottenuto?

Forrest: La mia famiglia mi ha davvero dato grande supporto senza pormi ostacoli (se non giustamente quelli scolastici) e questo vale anche per i miei amici. La community italiana è stata semplicemente fantastica col tifo; ringrazio inoltre i Sons Of Law perché probabilmente senza di loro e senza lo sponsor (Washington School) non sarei arrivato molto lontano, quindi grazie sia per quanto riguarda il supporto morale (nRg e gne soprattutto!) sia per quanto riguarda l'aspetto monetario.

Nextgame.it: Una cosa che ci ha colpito molto è come molte persone spesso appassionate di altri giochi, si siano trovate tra forum e IRC a tifare a notte fonda per voi "azzurri", un po' come accade per le partite della nostra nazionale di calcio, seguita anche da chi in genere non si interessa a questo sport. Alla notizia del tuo "oro" ricordo anche interventi molto belli della comunità italiana di Quake, da sempre "rivale" di quella di Unreal. Cosa ne pensi?

Forrest: Beh intanto c'è da dire che qualcuno della community di Quake III mi ricorda perché ci ho giocato un anno, e comunque sia si parla del primo "oro italiano" e non tanto del primo posto in Unreal Tournament 2003... in questi casi c'è in ballo l'unità, il sentirsi parte di una nazione e il relativo orgoglio, è quello che crea il tifo da stadio. Sono stato parecchio soddisfatto della gente in mio supporto, non me ne aspettavo cosi tanto.

Nextgame.it: Sappiamo che hai alcuni problemi "tecnici e logistici" che non ti permetto di essere competitivo al 100% giocando online. Quanto pesano queste "deficienze" per chi ha la nostra passione?

Forrest: Tanto. Troppo. La maggior parte del tempo che passo a giocare la passo su Internet... oltre ad essere limitato nel tempo (massimo sei ore al giorno di connessione) c'è anche in ballo una latenza indecente (60~80 di ping in Italia in duel, 80~120 in 4 contro 4) e una banda insufficiente (64k vengono flooddati che è una bellezza). Se potessi pagherei oro una qualsiasi flat DSL, ma non sono ancora coperto dalla Telecom... dopotutto vivo in mezzo ai campi! ADSL qua ce l'ho a 3 km di distanza... spero si affretti a venire anche qui.
(Ora Forrest dovrebbe essere ben più soddisfatto della sua situazione, visto che, come citato dalle nostre news, può contare finalmente su uno sponsor tecnico che dovrebbe risolvere ogni problema di banda e di latenza).

Nextgame.it: Dopo la tua vittoria molti media si sono dimostrati piuttosto interessati. Credi che sia semplice curiosità o vero proprio interessamento al fenomeno crescente del multiplayer?

Forrest: Qui c'è in ballo il primo oro italiano... se non fosse stato il primo è probabile che molti media non si sarebbero interessati cosi tanto. Mi piacerebbe pensare che fosse un concreto interessamento. Sicuramente c'è qualcosa in crescita dal canto popolarità del multiplayer.

Nextgame.it: Multiplayer in crescita dicevamo, multiplayer ora anche su console. Ai WCG c'è stato per la prima volta un gioco "non pc": Halo. Inoltre sono operativi ora i servizi Live! su Xbox e PlayOnline su PS2... Cosa ne pensi di questi infrastrutture già predisposte per leghe e tornei ufficiali, in cui ci sono servizi di statistiche per i giocatori e c'è la possibilità comunicazione vocale integrata? Credi che la facilità d'utilizzo dell'online su console sia un limite per noi netgamer così abituati a customizzare ogni singolo parametro nei nostri giochi preferiti?

Forrest: Credo che la facilità d'uso che Microsoft (ho provato solo Xbox Live! sin d'ora da un mio amico) ha concesso agli utenti Xbox sia una tattica ben riuscita. Dopotutto giocare su Internet via computer prevede sempre delle rogne e l'essere in grado di risolvere questi problemi non è sempre dote dei più piccini. Penso che PS2 e Xbox avvicineranno e anche di molto i ragazzi più giovani al multiplayer... e poi da grandi, chissà, potranno diventare bravi anche sul computer !

Nextgame.it: Cosa ne pensi del gioco online a pagamento? Credi sia giusto pagare per giocare oltre all'esborso iniziale per l'acquisto di un titolo?

Forrest: E' l'inizio di un business inevitabile. Se sino ad ora su Internet si giocava gratuitamente ora cominceranno (diciamo che esistono già...) a comparire server "Rent" e abbonamenti a pagamento. L'avvento delle masse ha reso i server pubblici spesso e volentieri ingiocabili in quanto le risorse vengono sfruttate al massimo. I server a pagamento riservano molta più attenzione. I Game Service Provider come NGI, GiB (pace all'anima sua), GamersRevolt, GameArena, MNet (e tutti gli altri) sino ad ora hanno concesso server gratuiti (e li ringraziamo di cuore), ma si stanno rendendo conto che c'è un grosso costo dietro (Server, Webfarm...) e si stanno di conseguenza adattando alle circostanze. Non li biasimo.

Nextgame.it: Sembra che il multiplayer ora come ora si stia orientando sempre più verso giochi di gruppo o di squadra. Non passa giorno in cui non si senta parlare di un nuovo mmorpg o di sparatutto tattici. Lo stesso Unreal Tournament 2004 prevede l'introduzione dei veicoli per alcune modalità di gioco cooperative. Credi che il pro-gaming individuale e questo tipo di titoli possano coesistere?

Forrest: Certamente. A dire la verità giochi di squadra a livello competitivo stanno sparendo lasciando spazio più a modalità uno contro uno, purtroppo. Dico purtroppo perché onestamente trovo più spettacolari e divertenti i giochi di squadra piuttosto che i duel. La maggior parte delle grosse LAN offre tornei Duel RTS, FPS e il buon vecchio cinque contro cinque di Counter-Strike. Spero che i "quattro contro quattro" tornino ad emergere.

Nextgame.it: C'è qualche gioco per PC o console oltre ad Unreal Tournament 2004 che al momento o nel prossimo futuro di piacerebbe giocare e in cui ti piacerebbe provare ad eccellere?

Forrest: Half-Life 2? DOOM 3? Quake 4? Li ho messi in ordine di probabile comparsa. Altri FPS possono naturalmente attirarmi, se il gameplay merita!

Nextgame.it: Grazie ancora per il tuo tempo e per la tua professionalità. E complimenti ancora per il tuo brillante risultato! Speriamo di essere ancora qui il prossimo anno per parlare magari della tua vittoria ad Unreal Tournament 2004!

Forrest: Grazie a voi e speriamo in un Unreal Tournament 2004 fatto come gamer comanda!