Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
19,90 Euro
Data di uscita
29/3/2004

Unreal Tournament 2004

Unreal Tournament 2004 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atari
Sviluppatore
Digital Extremes
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
29/3/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32
Prezzo
19,90 Euro

Multiplayer

Unreal Tournament 2004 supporterà fino a 32 giocatori sia in Lan che su Internet, i quali potranno sfidarsi in una delle tante modalità a squadre offerte dal gioco oppure in rapidi scontri tutti contro tutti.

Link

Anteprima

Unreal Tournament 2004

Fucili ASMD, presenti. Lanciarazzi a canna multipla, presenti. Flak cannon, presenti. Dischi di teletrasporto... Ok, presenti. Quello cos'è? Un lanciapalloni? Presente anche lui. Qualcos'altro da segnalare? Oh, vedo una Dune Buggy, un carro armato e un hovercraft. E quello sembra un caccia spaziale. Bene ragazzi: c'è tutto. Pronti a tornare nell'arena?

di Daniele Francioni, pubblicato il

Anche l'armamentario ha subito qualche cambiamento: oltre a nuovi modelli per le armi, fa la sua comparsa un doppio assault gun e ritorna dopo una sollevazione popolare il fucile da cecchino, che era stato tolto in favore del lighting gun. Il fucile avrà sostanzialmente le stesse caratteristiche di quello visto in Unreal Tournament, fatta esclusione per il rilascio una piccola nube di polvere dopo aver fatto fuoco: questa oscurerà parzialmente la vista all'attaccante oltre a renderlo più visibile dagli altri avversari. Sebbene inevitabilmente alcuni "puristi" storceranno il naso di fronte a tale mossa (così come fecero con l'introduzione del lighting gun), la scelta è comunque saggia: inutile negare come il fucile da cecchino nella sua forma originale sia un'arma troppo squilibrante in mano a persone abili dato che sentire solo il suono dei proiettili senza capire nemmeno da dove provenga il colpo non fornisce all'avversario informazioni sufficienti per trovare un rifugio sicuro. Alcune partite ad alti livelli degeneravano in oscene fughe dal cecchino proprio a causa di squilibri come questi.

IL RITORNO DELLE VECCHIE GLORIE

A differenza di quanto avviene in altri giochi, i mezzi saranno confinati in una modalità specifica chiamata Onslaught, modalità caratterizzata da mappe particolarmente vaste. In Onslaught, ogni squadra avrà degli obiettivi (generalmente contrapposti) che dovrà raggiungere prima della scadenza del tempo. Dai filmati rilasciati e dalle prove sul campo sembra che il team di programmazione abbia deciso di interpretare in modo abbastanza originale questa modalità, offrendo ad esempio una mappa che prevede l'assalto ad un'astronave nemica. Per raggiungerla è però necessario prima disabilitarne gli scudi con continui attacchi tramite dei caccia. La prima fase della partita assomiglia quindi molto più ad una sessione di Wing Commander che ad uno sparatutto in prima persona.
La modalità Onslaught non è la sola novità introdotta nel gioco, dato che torna in versione riveduta e corretta una delle tipologie di gioco più spettacolari (ma purtroppo meno immediate) del primo Unreal Tournament: Assault. La modalità Assault divideva le due squadre in una in attacco e l'altra in difesa: chi era in attacco doveva portare a termine una serie di obiettivi in sequenza (come ad esempio attivare un interruttore e poi distruggere un generatore e via dicendo) mentre la squadra in difesa doveva "semplicemente" mettere i bastoni tra le ruote agli invasori. Una volta portato a termine gli obiettivi (o allo scadere del tempo), la mappa ripartiva con i ruoli invertiti. Vinceva la squadra che riusciva a portare a termine la missione nel minor tempo. Tra gli schemi che saranno presenti in questa nuova versione, spiccheranno alcune rivisitazioni delle prime mappe apparse nella serie; in particolare sarà presente Train, una versione migliorata di High Velocity, arena dove la squadra in attacco aveva il compito di raggiungere il locomotore di un treno in corsa per fermarlo.

LA VOCE DA LONTANO

Unreal Tournament 2004 non offrirà moltissime differenze rispetto al predecessore dal punto di vista visivo. E' vero che gli sviluppatori hanno già annunciato il supporto per il rendering software, ma è anche facile intuire come questa aggiunta riguarderà solo una ristrettissima cerchia di giocatori. Molto più gradito invece il supporto per le comunicazioni vocali: fino ad ora pochissimi titoli in ambito PC hanno infatti puntato su questa tecnologia per lo scambio di informazioni tra giocatori durante il gioco, ma laddove è stata implementata è risultata un ottimo mezzo per coordinare le azioni dei vari membri di una squadra (vedi anche Counter-Strike). Finalmente tale tecnologia sarà implementata anche per l'ultima release di Unreal Tournament 2004 con larga gioia di coloro che volevano un modo veloce per comunicare senza impazzire dietro a ventimila script. Ancora non è dato sapere se tale tecnologia sarà parte integrante dell'Unreal Engine oppure sarà per adesso confinata all'ultima produzione targata Epic Games.

DAL PROGRAMMATORE ALLA SCATOLA

Unreal Tournament 2004 arriverà nei negozi in due versioni: una standard e una deluxe. Il prezzo americano per quella standard (confezione che contiene circa sette cd!) è già stato annunciato e sarà di circa 40 dollari. Chi invece volesse mettere le mani sulla versione deluxe, dovrà sborsare ulteriori 20 dollari. Una delle principali differenze tra le due versioni è il cofanetto in metallo che è stato previsto per quest'ultima (un po' come accadde con Quake III Arena). Le differenze però non si fermano solo qui: la confezione deluxe sarà composta infatti da due DVD e includerà, oltre a tutto il materiale compreso nella standard, anche 150 ore di tutorial video per insegnare ai giocatori come fare uso degli strumenti messi a disposizione dagli sviluppatori per creare le proprie modifiche. Quest'ultimo punto è particolarmente interessante anche considerando il concorso "Make Something Unreal" indetto da Epic Games in collaborazione con nVidia che mette in palio ben un milione di dollari per coloro che creeranno il mod più interessante, a detta della giuria. Inoltre tale confezione conterrà anche un paio di cuffie Logitech dotate di microfono, cosa che la rende allettante anche per i non fanatici del gioco.
Per venire incontro a coloro che già possiedono Unreal Tournament 2003, Atari ha già annunciato che chi proverà di aver acquistato una copia del precedente titolo, avrà diritto a 10 dollari di sconto sulla nuova versione senza distinzione tra standard e deluxe.
Non resta che attendere quindi i primi mesi del prossimo anno per verificare se il lavoro di perfezionamento svolto fino ad ora dal team di programmazione ha limato i difetti del titolo originale. Stay tuned!