Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
7/9/2007

Valkyrie Profile 2: Silmeria

Valkyrie Profile 2: Silmeria Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Tri-ACE
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
7/9/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1

Hardware

Per giocare a Valkyrie Profile 2: Silmeria bastano una confezione originale del gioco, una PlayStation 2 PAL, un joypad e una Memory Card con almeno 67 KB di spazio libero per ospitare i salvataggi. Abbiamo inoltre provato il gioco su una PlayStation 3 con firmware 1.93 senza incontrare il minimo problema.

Multiplayer

Non sono presenti modalità di gioco in multiplayer.
Recensione

La vendetta di Odino

Arriva in edizione PAL l'RPG che ha furoreggiato in mezzo mondo.

di Francesco Destri, pubblicato il

Approdato su PlayStation otto anni fa quasi in sordina, Valkyrie Profile si è conquistato con gli anni la nomea di RPG di culto per meriti inconfutabili e per l'originalità che portava all'interno dell'affollatissimo dei Giochi di Ruolo in stile nipponico. Lo scorso anno è stata la volta del nuovo episodio su PSP (Valkyrie Profile: Lenneth) riportare in auge questo splendido universo dove si mescolano mitologia nordica, fantasy e tipici stilemi da JRPG, mentre ora tocca a PlayStation 2 ospitare il prequel del titolo per PSP con Valkyrie Project 2: Silmeria, finalmente disponibile in versione PAL con tanto di sottotitoli in italiano che faranno la felicità di chi aveva esitato a procurarsi una copia americana d'importazione proprio per ragioni "linguistiche".

UN PO' DI MITOLOGIA…

Abbiamo utilizzato il termine prequel perché, a livello di trama, questo nuovo titolo di Square Enix è ambientato parecchi decenni prima di Valkyrie Profile: Lenneth, quando la sorella di Lenneth (la valchiria Silmeria), ribellandosi ai voleri di Odino, è stata imprigionata dal Dio vichingo nel corpo di Alicia, principessa del regno di Dipan.
La presenza dello spirito di Silmeria ha reso Alicia una vera e propria pazza agli occhi del padre (il re di Dipan), che decide così di rinchiuderla in un castello; Alicia riesce però a sfuggire e mentre Silmeria comunica con lei annunciando una grande catastrofe per il suo regno anche la valchiria fuggiasca deve affrontare un pericolo non da poco.
Odino infatti ha inviato un'altra valchiria (Hrist) con il compito di uccidere Silmeria e per entrambe le nostre eroine si prospetta quindi un viaggio complicatissimo, reso ancor più difficile dalle inospitali terre che Alicia deve percorrere per cercare di salvare il suo regno.
Uno spunto narrativo che si dipana lentamente lungo l'avventura e che, nelle fase iniziali del gioco, rimane piuttosto oscuro e centellinato attraverso dialoghi e filmati d'intermezzo utili a ricreare fin da subito la splendida atmosfera del predecessore, capace come poche altre di farci entrare nel mondo di Dipan con il giusto mix di mistero e tradizione.

IL PIACERE MAI SOPITO DEL 2D

Valkyrie Project 2: Silmeria consta principalmente di due macrosezioni di gioco, una rivolta all'esplorazione e una ai combattimenti. La prima, che avviene sia in spazi cittadini con i classici luoghi del caso (negozi, mercato, locande e semplici case), sia in luoghi selvaggi e dalle ambientazioni diversissime tra loro, è concepita quasi come un platform a scorrimento orizzontale, con Alicia che può muoversi solo lateralmente, saltare, parlare, leggere e interagire con oggetti vari se questi sono segnalati facendo apparire il simbolo del tasto da premere per essere utilizzati.
Non a tutti piacerà questo approccio alle fasi esplorative, ma a nostro avviso rappresenta un elemento piuttosto originale e decisamente non abusato all'interno del genere anche per merito di alcune trovate davvero intelligenti come l'uso dei Fotoni, con i quali possiamo congelare un nemico (i combattimenti non avvengono infatti in modalità random), usarlo come "trampolino" per compiere salti più lunghi o spostarci nella sua posizione.
Anche se in questi momenti del gioco vediamo solo Alicia, in realtà fin da subito abbiamo a disposizione il classico party (fino a un massimo di quattro personaggi, alcuni dei quali presenti già in Valkyrie Profile: Lenneth) al quale possono partecipare anche gli Einherjar, spiriti evocabili da Silmeria tramite speciali oggetti appartenuti ad essi che possono rivelarsi molto utili in fase di combattimento.
Anche gli Einherjar infatti acquisiscono punti esperienza e, una volta raggiunto un certo livello, possono essere dimessi dal party in cambio di un oggetto di valore; la cosa interessante di questi spiriti non è però solo il tipo di ricompensa che ci lasceranno una volta liberati, ma anche il loro numero all'interno del gioco, tale da spingere i più intransigenti a non portare a termine l'avventura senza prima averli "collezionati" tutti.