Genere
Gestionale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
47.90 Euro
Data di uscita
13/11/2003

Vega$: Make It Big

Vega$: Make It Big Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Empire Interactive
Genere
Gestionale
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
13/11/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
47.90 Euro

Lati Positivi

  • Aspetto grafico accattivante
  • Sistema gestionale versatile
  • Buona varietà di temi grafici
  • Ottimi editor inclusi nel gioco

Lati Negativi

  • Effetti e musiche nella norma
  • Piccole mancanze nell'interfaccia
  • Nessuna modalità multiplayer
  • Tempi di caricamento notevoli

Hardware

La versione finale di Vega$: Make It Big richiede come minimo un processore a 600 MHz affiancato da una scheda video da 16 MB e 128 MB di RAM. La configurazione consigliata consta invece di una CPU 800 MHz, scheda video con 32 MB e 256 MB di memoria di sistema. Provato su un Athlon XP 1700+, 256 MB di memoria e scheda video GeForce Titanium 64 MB DDR il gioco si è rivelato fluido a 1024*768 e dettagli di gioco elevati.

Multiplayer

Non sono previste modalità multiplayer.

Link

Recensione

Vega$: Make It Big

Città del gioco, dei vizi e della trasgressione incontrastata: quale migliore definizione di Las Vegas? Deep Red Studios offre ai videogiocatori un biglietto di sola andata per il magico mondo dei balocchi: una volta preparate le valigie non resta che partire, ovviamente con l'intento di fare fortuna e diventare così i Re delle illusioni e delle false speranze...

di Jacopo Mauri, pubblicato il

L'idea di poter realizzare e gestire un casinò non è certo inedita nel mondo dei videogiochi, anche se bisogna ammettere che i tentativi effettuati in questa direzione raramente hanno portato a giochi di un certo valore. Se già questo potrebbe essere un valido motivo per accogliere benevolmente l'arrivo di Vega$: Make It Big, un'ulteriore buona notizia sta nel fatto che l'ultima produzione Deep Red Games non solo consente di far questo, ma fornisce addirittura l'occasione di ricostruire una nuova Las Vegas curando ogni suo minimo aspetto: dai negozi agli intrattenimenti per grandi e piccini, dalla pavimentazione delle strade alla decorazione floreale dei marciapiedi. Il giocatore è quindi chiamato a dover rispondere anche del particolare più insignificante e impegnarsi affinchè tutto funzioni al meglio, fino a creare la città delle frivolezze per eccellenza.

LET'S CONSTRUCT!

Dalla schermata principale è possibile scegliere diverse modalità di gioco che spaziano dalla tradizionale campagna (con specifici obiettivi da raggiungere) ai singoli scenari, passando per una particolare opzione che consente al giocatore di creare un mondo su misura nel quale iniziare la propria avventura di impresario. Indipendentemente dalla scelta effettuata si arriva ben presto al cuore del gioco, dove si comincia a prendere confidenza con l'interfaccia: il colpo d'occhio è piuttosto impressionante perchè l'approccio è molto diretto e può ad un primo momento spiazzare il giocatore che si sente letteralmente sommerso di cose da fare. Tuttavia, dopo i primi minuti di gioco spesi ad apprendere il funzionamento dei vari pulsanti su schermo, è possibile gestire facilmente il tutto: grazie a un'interfaccia decisamente funzionale, che consente un controllo gerarchico della situazione sul campo, al giocatore è garantito un controllo capillare dei parametri di gioco e questo gli consente di gestire in prima persona tutti aspetti di costruzione e conduzione economica.
Acquistato un lotto ove costruire, è possibile in seguito iniziare a edificare le varie strutture, partendo dagli uffici e dai centri di manutenzione (fondamentali per non veder implodere il proprio regno al neon) arrivando poi agli edifici più interessanti come alberghi, teatri, cinema, night club e, ovviamente, sfarzosi casinò. A tal proposito è bene precisare come nella stragrande maggioranza delle occasioni il giocatore si trovi ad acquistare solo la struttura dei casinò, dovendo in seguito scegliere e collocare al suo interno ogni più piccolo elemento: si rende così necessario uno studio mirato in modo da non sciupare spazio prezioso e poter collocare il maggior numero possibile di tavoli da gioco o slot machines (solo per fare due esempi) che, rientrando di diritto tra le maggiori fonti di guadagno, assumono un'importanza di prim'ordine.
Il livello di personalizzazione di ogni casinò è assolutamente straordinario in quanto è consentito modificarne ogni minimo particolare: si possono ridipingere le pareti secondo le proprie preferenze, com'è del resto possibile decorarle con arcate e colonne; i pavimenti possono essere cambiati sia in colore che in trama, in modo da creare gustosi effetti visivi che rendono più prestigiosa la propria casa da gioco. Ma è anche possibile alzare o abbassare determinate porzioni di pavimento e arrivare così a costruire casinò su più piani (da riservarsi per esempio a diverse tipologie di tavoli o intrattenimenti) per un impatto visivo superbo. Tutto questo è affiancato da un vasto repertorio di decorazioni che mettono il giocatore nelle condizioni di poter erigere veri e propri capolavori virtuali.
Grazie alla possibilità di inserire luci di differente colorazione è infatti possibile creare graziosi giochi di colore in tinta con la pavimentazione, i tavoli limitrofi o le luci della struttura stessa (le decorazioni possono essere poste sia all'interno del casinò che all'esterno). Con l'ausilio di piante, fontane, statue e insegne è poi possibile arricchire ulteriormente l'ambiente rendendolo più godibile non solo visivamente, ma anche come fruizione intrinseca: ogni oggetto ha infatti una propria area di influenza e, se determinate strutture possono emettere cattivi odori, l'utilizzo di qualche pianta può essere indicato per limitare questi inconvenienti e far salire la reputazione del proprio lotto di terra. Parimenti, ampi spazi verdi conferiscono al proprio complesso di edifici un aspetto più vivibile e sebbene possano rubare spazio a strutture forse più redditizie, non bisogna mai dimenticare che la cosa più importante resta il giudizio dei visitatori e il loro livello di apprezzamento.

DIVERTIMENTO IN 3D

Il comparto grafico su cui poggia Vega$: Make It Big risulta valido sotto ogni aspetto: le ambientazioni sono tutto sommato ben realizzate e lo stesso vale per i modelli tridimensionali di visitatori e oggetti secondari (automobili, elementi di contorno e così via). La punta di diamante si ritrova, come lecito aspettarsi, nella realizzazione degli edifici, alcuni dei quali si presentano con un aspetto semplicemente maestoso: nel gioco sono contemplati una decina di diversi temi tra cui il giocatore può scegliere nell'edificare le proprie strutture e questo, oltre a garantire una varietà estetica di tutto rispetto, consente di apprezzare l'ottimo lavoro svolto dai designer nel progettare e realizzare temi decisamente attraenti come quello a sfondo preistorico (con lucertoloni che sputano da ogni angolo) o quello che riprende i fasti dell'antica Grecia.
Questo spettacolo di luci e colori è osservabile da ogni punto di vista poichè negli spostamenti il giocatore è appoggiato da una pratica camera ruotabile a 360 gradi. Grazie ai vari livelli di zoom è inoltre possibile seguire l'azione con una visuale a volo d'uccello enormemente ampia, ma anche arrivare a guardare in faccia ogni singolo visitatore presente nella zona, il tutto con una buona fluidità anche su macchine non dell'ultima generazione. Il comparto sonoro non riesce a raggiungere i medesimi livelli di qualità, ma nonostante questo tanto gli effetti quanto le musiche di contorno svolgono dignitosamente il loro compito, non tradendo quindi la qualità globale del prodotto.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Vega$: Make It Big risulta in ultima analisi una buona produzione, ricca di fascino e dalle caratteristiche decisamente interessanti. L'apparato gestionale è articolato, ma grazie all'interfaccia snella di cui il gioco è dotato è possibile gestire tutte le variabili con una certa dimestichezza. Decisamente positivo il giudizio riguardante il comparto grafico (ben realizzato, ricco di particolari e fluido anche su macchine di discreta potenza), mentre il lato sonoro, con effetti e musiche nella norma, svolge il suo compito senza infamia e senza lode. Tirando le somme, l'ultimo gioco targato Empire Interactive racchiude in sé tutte le caratteristiche che un buon prodotto dovrebbe avere, offrendo un'esperienza di gioco assolutamente divertente che, per l'ambientazione proposta, esula dai soliti canoni dell'intrattenimento videoludico.