Videodrome

Videodrome

Qui si parla di cinema. Ma non del multisala a Casnago sul Lambro in cui trascorrete serate consumando aperitivi, giocando col videopoker e rovesciando popcorn su chi vi siede a fianco mentre vi alzate per rispondere al telefono. O forse sì, anche di quello. In fondo nei multisala stile Burago Masnano c'è spesso una sala giochi. E noi vogliamo parlare di cinema e videogiochi. In qualsiasi modo. Anche con la recensione della sala giochi al Capezzano Center di Puriago Molteno. Ma non solo.
Rubrica

Apocalisse vera

Fuga nella prateria.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Il The Walking Dead digitale che voglio io è probabilmente sviluppato da Rockstar Games, ma pesca idee in giro da chiunque altro. È un videogioco che ti prende e ti sbatte nel bel mezzo di un'America fatta a pezzi dall'epidemia, costringendoti a girare in lungo e in largo senza soluzione di continuità e senza costringerti a un ambiente ristretto e limitato. E la massima espressione del survival horror, in cui davvero il problema è anche solo semplicemente sopravvivere.

Nel mio The Walking Dead ti ritrovi a vagare per le lande desolate alla ricerca di cibo e provviste, rubacchiando vetture per spostarti e schiantandoti con la necessità di trovare carburante. Infilandoti in case disabitate e scoprendo che devi barricarti dentro, senza contare che, quando arriva il buio, non è mica detto che ci sia la corrente elettrica. È un gioco dagli scenari ampi, enormi, aperti, in cui ti capita di incontrare delle persone, ma sei portato dall'atmosfera, dall'impianto ludico, dal contesto, ad avvicinarle con grande cautela, senza sapere mai cosa aspettarti da loro.

Certo, poi uno pensa "Rockstar Games" e "morti viventi" e gli viene in mente questo. Un po' magari ti passa anche la voglia... - Red Dead Redemption
Certo, poi uno pensa "Rockstar Games" e "morti viventi" e gli viene in mente questo. Un po' magari ti passa anche la voglia...

Ed è un gioco, certo, in cui quando incontri le persone prende vita e corpo il mondo. Sia con una narrazione adulta, matura, per l'appunto vicina a ciò che Rockstar Games ha già dimostrato di saper fare, ma anche con una caratterizzazione degli ambienti che abbia il sapore della carne viva (e anche lì, Rockstar il suo l'ha detto). Voglio piccole comunità di sopravvissuti barricati dietro un recinto, che provano a illudersi di poter vivere una vita normale. Voglio vedere una quindicina di persone che vanno a messa sperando nella salvezza, un gruppetto di disperati che si raduna davanti al fuoco raccontandosi le storie, un sindaco che prova a guidare le sue genti mantenendo in piedi una parvenza di umanità, un governatore folle che mette in piedi il circo dei gladiatori... voglio quelle cose lì.

E poi magari un'opzione per giocare mentre si è online, connessi, e incontrare persone in giro, magari con un limite massimo impostato per server, in modo da esser certi che il mondo non diventi popolato di giocatori, ma che sia possibile incontrare qualcuno, fare amicizia, provare a sopravvivere assieme e magari, perché no, anche tradirlo, pugnalarlo alle spalle per fregargli le provviste.

Voglio un Dead Rising più ambizioso e più serioso, che abbia dentro anche un certo gusto occidentale e una solida raffinatezza nella narrazione drammatica, con un elemento survival da Project Zomboid e un multiplayer un po' Journey e un po' Dark Souls. Un po' anche Dead Island, perché no. Voglio il gioco dei morti che camminano, insomma. Quello vero.

E poi ci vuole Norman Reedus, mi raccomando - Videodrome
E poi ci vuole Norman Reedus, mi raccomando

E alla fin fine poco importa se non sarà il gioco ufficiale di The Walking Wead o di Day of the Dead. Il punto è che voglio una roba di zombie che mi dia quelle sensazioni lì. Magari non un progetto ampio come quello che ho descritto, che forse è un po' troppo ambizioso. Però una roba fatta bene, a modino, perché no? In fondo, ok, ora Rockstar sta mettendo a posto Max Payne 3 e presumibilmente poi toccherà a GTAV, ma poi? Hanno fatto il western, hanno fatto il noir, eddai, su, ora fatemi gli zombi.

E magari pure un Blade Runner, grazie.


Commenti

  1. fool

     
    #1
    Eh si caro mio. Hai perfettamente ragione! E' proprio il gioco di zombie che vorrei anche io e sicuramente un sacco di altra gente. Voglio sentirmi dentro il gioco, sentire l'insicurezza, la paura, il nulla che girato l'angolo si può trasformare in una miriade di zombi che vogliono mangiarti, anche il solo scappare per salvarsi è una cosa che mi intriga, senza munizioni ne armi. Bell'articolo!
  2. Fotone

     
    #2
    Quoto tutto. Vogliamo Rockstar!
  3. ped

     
    #3
    Il gioco zombie perfetto lo vogliono tutti, perchè non lo fanno??
  4. babalot

     
    #4
    lo so che è una roba vecchia e magari l'avete già letta ma a me è capitata sott'occhio due giorni fa e mi ha divertito: http://www.cracked.com/article_18683_7-scientific-reasons-zombie-outbreak-would-fail-quickly.html

    non c'entra un tubo con il blog di giopa ma mi ha ricordato con prepotenza come ste cose sugli zombie (tranne 28 giorni dopo) si dimentichino un po' troppo spesso che abbiamo a che fare con carne morta, per quel che ho potuto leggere/vedere - e no, non ho letto il fumetto di TWD e non guarderò la seconda stagione.

    e cmq il progetto di un free roaming zombesco stile rockstar, come descritto da giop, sarebbe sicuramente bello e prima o poi scommetto che uscirà qualcosa di simile, magari tra un po' quando gli zombie saranno recuperati e torneranno di moda - adesso direi che non lo sono più tanto, o sbaglio?
  5. babalot

     
    #5
    ecco, ho capito cosa volevo dire: voglio un gioco survival dove i giocatori sono gli zombie e devono sopravvivere agli umani cercando di moderli prima di morire (di nuovo). uno spasso, già me lo immagino (bleurk)
  6. giopep

     
    #6
    Vabbè, baba, ma non è questione di dimenticare, con quel ragionamento lì puoi smontare la maggior parte delle storie horror e di genere fantastico. È chiaro che la premessa è sempre un po' indifendibile, e del resto sarà mica un caso se queste storie partono quasi sempre a disastro già avvenuto? :)

    Dai una chance al fumetto, fattelo portare a dorso, alla peggio. :D
  7. babalot

     
    #7
    giopepVabbè, baba, ma non è questione di dimenticare, con quel ragionamento lì puoi smontare la maggior parte delle storie horror e di genere fantastico. È chiaro che la premessa è sempre un po' indifendibile, e del resto sarà mica un caso se queste storie partono quasi sempre a disastro già avvenuto? :)

    Dai una chance al fumetto, fattelo portare a dorso, alla peggio. :D
    chiaro, è che alla fine ciò che piace imho delle storie di zombie è proprio questo suo essere un'apocalisse "diesel", non è che arriva l'astronavona aliena e distrugge tutto coi raggi laser. puoi mostrare l'inizio (tipo l'alba di romero) o anche scegliere un qualunque momento post, c'avrai sempre sti rompicoglioni che ciondolano per le strade. narrativamente la cosa la puoi giustificare in mille modi, e alla fine nemmeno interessa più di tanto. se il fumetto si trova in edizione da libreria non troppo costosa magari ci butto un occhio.
  8. Kit Fisto

     
    #8
    Figata! In pratica un rpg-action-survivial free roaming online! Il mio sogno! :-D
  9. Fotone

     
    #9
    Oppure, come diceva Sole, un videogioco/film in cui arriva l'astronave aliena che distrugge tutto coi raggi laser, poi si apre il portellone ed escono fuori gli zombi. Alieni zombi! :D
  10. babalot

     
    #10
    FotoneOppure, come diceva Sole, un videogioco/film in cui arriva l'astronave aliena che distrugge tutto coi raggi laser, poi si apre il portellone ed escono fuori gli zombi. Alieni zombi! :D
    beh c'è già alien zombie megadeth ma, ok, non è proprio la stessa cosa ^^
Continua sul forum (23)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!