Genere
Picchiaduro
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
64,90 Euro
Data di uscita
10/8/2003

Virtua Fighter 4 Evolution

Virtua Fighter 4 Evolution Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Genere
Picchiaduro
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
10/8/2003
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
64,90 Euro

Lati Positivi

  • Elevata profondità di gioco
  • Quindici personaggi ben differenziati
  • Buona realizzazione tecnica
  • Infinito in multiplayer

Lati Negativi

  • Aliasing notevole
  • Poche innovazioni rispetto a Virtua Fighter 4

Hardware

Per esibire le vostre doti marziali avrete bisogno di una confezione originale del gioco, di una PlayStation 2 PAL e di una Memory Card con almeno 140 KB disponibili. Il gioco supporta la modalità video PAL60, da utilizzare su televisori compatibili.

Multiplayer

Sono presenti nel gioco le classiche modalità di scontro fra due giocatori.
Recensione

Virtua Fighter 4 Evolution

Seconda versione per lo splendido picchiaduro targato Sega, da molti eletto come nuovo re nel suo violento genere. Due nuovi personaggi, veste grafica ritoccata e qualche piccola modifica rendono Virtua Fighter 4 ancora più solido, tecnico e imperdibile per gli appassionati di arti marziali virtuali. Scopriamo insieme se vale la pena passare a questa nuova edizione.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Rimane il buon Quest Mode e la relativa possibilità di abbigliare i personaggi con tanti simpatici oggetti, ma nell'ottica del gioco vero e proprio si tratta di materiale marginale. Dunque, un possessore del precedente Virtua Fighter 4 come deve porsi di fronte a questo nuovo episodio? Il consiglio principale sarebbe quello di "aggiornare" la propria ludoteca, magari vendendo il precedente episodio e acquistando Virtua Fighter 4 Evolution, se possibile: in generale però è plausibile (e comprensibile) che ben pochi giocatori vogliano spendere nuovamente il sostanzioso prezzo pieno del gioco per portare a casa delle innovazioni tutto sommato limitate (senza nemmeno avere il disco bonus per il decimo anniversario della saga, misteriosamente scomparso dall'edizione PAL del gicoo). Certamente un fan sfegatato della serie non si porrà il problema, correndo subito a comprare la migliore versione del miglior picchiaduro in circolazione (un po' come avviene per alcune note serie di giochi calcistici), ma forse utenti meno stregati dal gioco farebbero bene a pensarci due volte. Probabilmente è proprio il prezzo pieno a tarpare in larga parte le gambe a Virtua Fighter 4 Evolution, laddove il gioco viene venduto a prezzo ridotto altrove (come ad esempio negli Stati Uniti).

SU E GIU' PER LE SCALETTE

L'aspetto grafico di Virtua Fighter 4 Evolution non si discosta molto dalla qualità (piuttosto elevata, invero) del precedente episodio su PlayStation 2. Rimangono dunque i modelli poligonali ben disegnati e piuttosto complessi, assieme alle splendide animazioni, particolarmente naturali e realistiche (tranne che per i soliti comportamenti "alla Virtua Fighter" durante i salti).

Anche i fondali del gioco, in parte modificati rispetto a Virtua Fighter 4, offrono ottimi spunti visivi e si attestano su elevati livelli di qualità, sebbene siano talvolta ricoperti da texture non particolarmente definite. I tocchi di classe nei fondali si sprecano, tra neve e dune che si deformano sotto il peso dei lottatori, pavimentazioni che vanno in pezzi e altro ancora. La fluidità dell'azione è esemplare, fissa sui 50/60 fotogrammi al secondo (dipendenti dalla modalità video impostata) e praticamente mai soggetta a rallentamenti.
Tanta bontà visiva viene però inevitabilmente ridotta da un problema che già affliggeva la precedente versione del gioco: l'aliasing. Anche in questo caso, le immagini fisse di Virtua Fighter 4 Evolution mostrano una qualità visiva che cala inesorabilmente nel momento in cui il gioco inizia a muoversi, presentando una pesante quantità delle temute "scalettature" (sebbene in quantità ridotta rispetto al precedente episodio). Un difetto pesante e poco comprensibile, visti anche gli eccellenti risultati ottenuti da Namco con il suo Tekken 4. L'aspetto globale del gioco dunque non raggiunge le vette qualitative di Dead or Alive 3 o eventualmente di Soul Calibur 2, rimanendo comunque un titolo molto apprezzabile per gli occhi.
Il sonoro del gioco non ha subìto grandi sconvolgimenti, rimanendo di buona qualità e risultando adeguato a un gioco simile sia per musiche (azzeccate e orecchiabili) sia per effetti sonori (non particolarmente incisivi, ma appropriati). Per inquadrare dei difetti nella sostanza stessa del gioco dobbiamo invece puntare il dito contro l'intelligenza artificiale che diventa realmente competitiva solamente a livelli di difficoltà elevati (difetto comune a molti giochi simili, ma comunque aspetto negativo del gioco) e che subisce spesso e volentieri gli effetti di tattiche elementari e ripetitive: per il resto, è veramente difficile trovare aspetti negativi un gioco come Virtua Fighter 4 Evolution.
Inutile dire che la longevità di un titolo simile è strettamente legata al tipo di utilizzo che se ne fa: giocato con gli amici, Virtua Fighter 4 Evolution risulta praticamente eterno, almeno fino all'uscita di un eventuale Virtua Fighter 5.

Anche osservando il gioco sotto un profilo per un singolo giocatore si può tranquillamente definire elevatissima la sua longevità: i personaggi sono molti e ben differenziati, richiedendo lunghissime sessioni di allenamento prima poter essere padroneggiati nella loro interezza. Se a questo aggiungiamo le novità introdotte dal Quest Mode non possiamo che promuovere la durata del gioco a pieni voti. Insomma, se Virtua Fighter 4 è uno splendido picchiaduro, Virtua Fighter 4 Evolution lo prende e raffina, migliora, evolve: sta solo a voi quantificare la vostra passione per il genere e decidere se investire i vostri soldi in questo limitato ma splendido aggiornamento.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Virtua Fighter 4 è IL picchiaduro per gli amanti degli scontri tecnici e ragionati: Sega lo ha urlato a gran voce con la prima edizione del gioco e lo ribadisce con convinzione grazie a Virtua Fighter 4 Evolution. Purtroppo la quantità di innovazioni introdotte è così ridotta da non giustificare (salvo essere fan assoluti di questa serie) un secondo acquisto da parte degli utenti che già possiedono la prima versione di Virtua Fighter 4. Per tutti gli altri invece l'assenza di Virtua Fighter 4 Evolution dal proprio scaffale è una lacuna che può essere giustificata solamente con l'avversione più profonda per i picchiaduro a incontri.