Genere
Sparatutto
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
Gratuito
Data di uscita
6/5/2011

War Inc. Battlezone

War Inc. Battlezone Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Arktos Entertainment
Sviluppatore
Online Warmongers
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
6/5/2011
Lingua
Inglese
Giocatori
64
Prezzo
Gratuito

Hardware

Per giocare a War Inc. Battlezone, sono richiesti un processore Dual Core a 1,8 GHz, 2 GB di RAM e una scheda video con almeno 512 MB di memoria e supporto ai Pixel Shader 2.0. Provandolo su un PC con processore Core i7 a 2,8 GHz, 6 GB di RAM e scheda video GeForce GTX 260, non abbiamo riscontrato rallentamenti di alcun tipo. Visto il genere, è ovviamente richiesta anche una connessione a Internet persistente.

Multiplayer

Il gioco offre attualmente tre modalità: Conquest, Deathmatch e Sabotage, quest'ultima in un'unica mappa. Ricordiamo che senza acquistare un account Premium è impossibile creare da zero una partita classificata.

Modus Operandi

Abbiamo provato il gioco per svariate ore, senza acquistare mai nulla con soldi veri.

Link

Hands On

Un posto al sole

La dura vita del soldato noob e squattrinato.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Dicevamo delle abilità: War Inc. non prevede classi rigide ma dà la possibilità al giocatore di spendere i punti esperienza come meglio crede: per potenziare lentissimamente un personaggio versato in qualunque ambito o, più rapidamente, un soldato specializzato: per esempio un medico, un cecchino o un ricognitore. Grazie al bonus di esperienza raddoppiata di cui abbiamo goduto nei giorni della prova (per via di una promozione su Steam), siamo saliti di livello abbastanza velocemente, ma normalmente la scalata è più lenta: c'è da dire che, essendo appunto un gioco basato molto sulla skill personale del giocatore, non è che i bonus di ogni classe contino molto nell'ambito di un'esperienza spensierata; chiaro che chi ambisce ai piani alti della classifica, alle armi vistose e alle guerre tra clan è anche in grado di sfruttare a suo favore questi piccoli vantaggi.

La bruttezza di questa mappa per la modalità Sabotage è indescrivibile: va bene che è ambientata in una cava... - War Inc. Battlezone
La bruttezza di questa mappa per la modalità Sabotage è indescrivibile: va bene che è ambientata in una cava...
Passando alla varietà di armi e al funzionamento delle stesse, la situazione è confortante, per essere un gioco gratuito: la verosimiglianza estetica non è malaccio, tranne che per le versioni verniciate nei modi più improbabili, e anche il feeling può essere definito discreto. Manca però ancora qualche rifinitura sul sonoro, in verità non solo quello delle armi ma anche degli ambienti di gioco, immersi in un silenzio a dir poco deprimente. Come accennavamo all'inizio, c'è anche da segnalare una certa povertà nelle animazioni e, nei momenti più concitati, qualche bizzarro posizionamento della telecamera, dovuto a elementi dello scenario vicini al personaggio. Nel complesso, però, il reparto tecnico viene tenuto in piedi da quattro mappe ben rifinite e illuminate, per quanto totalmente insensibili all'interazione o alla distruzione, anche parziale - che forse sarebbe eccessivo pretendere in gioco di questo tipo e che non è comunque essenziale.

contenuti cercasi

Si tende spesso a giustificare qualunque magagna, in un gioco gratuito, alla luce del fatto che chi non si accontenta può sempre sborsare qualche decina di euro per entrare in possesso di un Modern Warfare o un Battlefield a caso. Ma con un certo Team Fortress 2 nella sua nuova e fiammante veste F2P, è evidente che anche i debuttanti come War Inc. sono chiamati a tirarsi a lucido molto in fretta, se non vogliono perdere quel po' di considerazione derivante dall'effetto novità che, nel caso specifico, è già ai minimi storici se non fosse per la bizzarra visuale.

La salute auto-rigenerante è una concessione alle mode degli ultimi anni ma non pesa più di tanto sul bilanciamento - War Inc. Battlezone
La salute auto-rigenerante è una concessione alle mode degli ultimi anni ma non pesa più di tanto sul bilanciamento
Detto ciò, vogliamo chiudere con un messaggio di speranza: che il gioco veda presto l'uscita di nuovi contenuti, sul fronte delle mappe e delle modalità, cercando magari di offrire un po' più di varietà per chi preferisce gettarsi nella mischia piuttosto che starsene comodamente seduto su un trespolo. Le basi per un gioco di qualità ci sono tutte, ma serve adesso lavorarci sodo e in fretta.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!