Genere
Strategico in tempo reale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
12/7/2002

Warcraft III: Reign of Chaos

Warcraft III: Reign of Chaos Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Vivendi Games
Sviluppatore
Blizzard Entertainment
Genere
Strategico in tempo reale
PEGI
12+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
12/7/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
12
Prezzo
49,90 Euro

Link

Anteprima

Warcraft III: Reign of Chaos

Blizzard Entertainment ha appena festeggiato i 10 anni di attività e può vantare una produzione costellata di successi. Senza mai sbagliare un colpo, ha pubblicato giochi che sono diventati classici senza tempo come Warcraft, Starcraft e Diablo. Ora Blizzard entra nel nuovo millennio con in cantiere due grosse produzioni: Warcraft III e l'expansion pack di Diablo II, entrambe per piattaforma Mac e PC.

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

Warcraft III: Reign of Chaos è l'attesissimo sequel della serie al top delle vendite di Blizzard. Presentato durante la passata edizione dell'ECTS, prende l'avvio dall'attuale generazione di giochi strategici in tempo reale. La versione preliminare di Warcraft III che Blizzard presentò si poneva come innovativa rispetto ai due precedenti capitoli: gli sviluppatori inizialmente avevano pensato di introdurre sei nuove razze e di sfruttare un sistema di gioco incentrato su un party unico, rendendo questo terzo capitolo più simile ad un RPG e, soprattutto, di creare un gioco completamente in 3D dotato di movimenti di camera dinamici.
L'annuncio di tali modifiche scatenò i fan della serie: dai forum, dai newsgroup e dalle mailing list iniziarono a piovere critiche, timori, perplessità. I fan fecero sentire la loro voce a tal punto che lo staff della Blizzard iniziò seriamente a riflettere sull'opportunità di stravolgere il concept originale della serie e, secondo la regola per cui squadra che vince non si cambia, i programmatori non se la sono sentita di rivoluzionare il gameplay introducendo modifiche talmente radicali.
Così si decise invece di far felici i fan, adottando una formula che fondesse le caratteristiche di un gioco di ruolo con quelle di uno strategico.

E' CAMBIATO TUTTO, MA TUTTO E' COME PRIMA

In origine la volontà dei programmatori era quella di creare un titolo che rendesse quasi invisibile quella linea sottile che separa un gioco strategico da un GDR. Lo scopo era quello di dar maggior enfasi alle quest e ai personaggi, concentrandosi più su un piccolo gruppo di personaggi piuttosto che su un'anonima unità come accadeva in Warcraft I e II.
Modificando la visuale, che non era più quella dall'alto degli strategici tradizionali ma diventava molto più ravvicinata e dinamica, i programmatori si resero conto di aver per le mani uno gioco di ruolo con elementi strategici di prim'ordine. A questo punto, la telecamera fu riportata verso una visuale meno ravvicinata e alcuni degli elementi architettonici delle città furono ritoccati per renderli più simili agli altri capitoli di Warcraft: così facendo, si riportò l'enfasi del gioco più sull'elemento strategico e meno verso il GDR.
Se però pensate che il gioco sia rimasto uguale ai precedenti capitoli ma con un motore in 3D, vi sbagliate: la gestione degli Eroi (ciò che è rimasto del party della prima versione) è rimasta intatta, come invariata è l'interazione con l'ambiente circostante, mentre la gestione delle razze è stata migliorata e la visuale non è poi stata così tanto allargata. Infatti è rimasta abbastanza ristretta da permettere di inquadrare il mondo di Warcraft più da vicino, donando maggior dettaglio sia agli ambienti che ai personaggi. Questa visuale "più intima" si riflette anche sulla struttura del gioco: se in Warcraft I e II avevamo una visuale che permetteva di inquadrare sullo schermo un mix di truppe e veicoli, nel terzo episodio tutto viene riportato a una dimensione più umana.
Poiché i livelli hanno ora una visuale più ridotta, con personaggi più grandi e dettagliati, sullo schermo si hanno meno unità da gestire, ma ognuna di esse riveste un'importanza fondamentale per l'esito delle missioni. Se, in un normale strategico, il giocatore passava la maggior parte del tempo nella gestione delle risorse, in Warcraft III saranno le battaglie a fare la parte del leone, mentre la gestione delle risorse e la costruzione delle città occuperà un trenta per cento del tempo di gioco. In concreto, se l'unica risorsa per una razza è l'oro, parte del tempo sarà dedicato alla conquista di una miniera, liberandola dai mostri e parte nella gestione delle risorse che da essa trarrete.
La gestione delle risorse è molto enfatizzata in Warcraft III, ogni razza ha le proprie: umani e orchi usano l'oro mentre i non-morti hanno bisogno dei cadaveri dei loro nemici.
Ogni razza avrà dai sei agli otto Eroi differenti, in grado di edificare strutture specifiche, incrementare i livelli di esperienza, imparare magie e abilità speciali e potranno inoltre equipaggiarsi con oggetti diversi. Mentre le unità normali avranno il compito di attaccare e difendere, le unità degli Eroi avranno diversi punteggi per la forza, l'agilità e l'intelligenza che ne influenzeranno la forza d'attacco, la velocità, la potenza di attacco e il mana e tutte le caratteristiche potranno incrementare il loro livello nel corso delle missioni.
In caso di morte, un Eroe potrà essere resuscitato con tutti i suoi punteggi, pagando una cospicua somma che cambierà a seconda del clan di appartenenza.
A differenza dei precedenti giochi della serie ogni specifica unità avrà un proprio set di incantesimi e abilità speciali. All'aumentare del livello del proprio eroe, sarà possibile scegliere quali nuove abilità acquisire, un po' come si è già visto nel recente Diablo II. Starà al giocatore scegliere se avere eroi con poche ma potenti magie o creare personaggi con una maggiori varietà d'incantesimi.
Gli eroi avranno l'abilità di portare oggetti che si troveranno nel gioco, da utilizzare per risolvere delle quest specifiche o per sconfiggere particolari nemici. Si avranno armature speciali, armi particolari e altre amenità simili, in grado di incrementare gli status dei propri eroi o utilizzabili per proteggerli da attacchi specifici.