Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
ND
Data di uscita
26/9/2007

Warhawk

Warhawk Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Genere
Sparatutto
PEGI
12+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
26/9/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32

Hardware

Warhawk sarà scaricabile da PlayStation Network in autunno, ma è probabile che nel frattempo venga messa a disposizione una versione beta pubblica. Per giocare è necessaria una console PS3, un pad Sixaxis e la connessione a Internet. Il gioco sfrutta il sensore di movimento nel pad attivando un'apposita opzione.

Multiplayer

Warhawk è un gioco esclusivamente multiplayer per un massimo di trentadue giocatori. È presente anche una modalità per quattro giocatori in split-screen che possono unirsi a una partita già iniziata collegando semplicemente un pad e premendo Start. Le modalità di gioco si limitano al classico Deathmatch, anche a squadre, al Capture the Flag e alla modalità Zone che si basa sul controllo di varie basi dislocate sulla mappa.

Link

Intervista

Warhawk: intervista a Dylan Jobe

Microfoni accesi per uno dei giochi più attesi su PlayStation Network.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Nextgame.it: Mi sembra di aver notato che la grafica è leggermente "cartoonosa"...

Dylan Jobe: Un po' irrealistica, dici? È una scelta ben precisa. In effetti lo stile della grafica era inizialmente molto più realistico, ma abbiamo cercato di adottarne uno che fosse un po' una via di mezzo.
Se guardi i warhawk (ovvero gli aerei che danno il nome al gioco. NdR) per esempio, potrebbero essere reali ma allo stesso tempo è evidente che non lo sono. Lo stesso vale per le truppe di terra in cui le proporzioni delle varie parti del corpo sono leggermente "sballate" e i piedi sono sovradimensionati. È una scelta dovuta al tentativo di non prenderci troppo sul serio e di replicare nello stile della grafica quello che è anche lo stile di gioco, molto frenetico e "arcade", per certi versi. Warhawk non è un simulatore, insomma, e la cosa si nota sia nella grafica che nel gameplay.

Nextgame.it: Esiste un "limitatore" per la violenza rappresentata a schermo o un'opzione su cui possono intervenire i genitori?

Dylan Jobe: Nelle nostre intenzioni Warhawk è un gioco rivolto a un pubblico più vasto e variegato possibile sicché abbiamo cercato di tenere la rappresentazione grafica della violenza al minimo. Non vedrai insomma teste mozzate di netto o cadaveri in fiamme: è un gioco di guerra ma abbiamo fatto in modo che abbia il bollino "T" (che sta per "teen", ovvero la categoria corrispondente al bollino PEGI 12+ della classificazione europea. NdR). Per questo motivo, usando il lanciafiamme contro un altro giocatore noterai che perde energia ma non prende fuoco; se avessimo dato un effetto realistico al lanciafiamme il gioco sarebbe stato classificato certamente come "M" (corrispondente al nostro bollino 16+. NdR).

Nextgame.it: C'è qualche novità che puoi dirci sul modo in cui sarà commercializzato Warhawk? Solo in download o anche su Blu-ray?

Dylan Jobe: Le ultime informazioni che abbiamo dicono che Warhawk sarà un'esclusiva di PlayStation Network per un po' di tempo e solo successivamente è possibile che venga venduto anche su supporto ottico. Per quanto mi riguarda, quella di metterlo a disposizione come gioco scaricabile è un'ottima scelta e premia i nostri sforzi per realizzare una compressione dei dati super-efficiente e mantenere il pacchetto di installazione al di sotto degli 800 MB - ovviamente non appena il gioco viene scompattato su disco fisso occupa molto più spazio. E poi io adoro il concetto alla base di PlayStation Store - lo so che può sembrare un parere interessato dal momento che lavoro per Sony - perché non è limitato al genere dei casual game, ma aperto anche a produzioni ad alto budget come Warhawk e altre che saranno annunciate in futuro.
Non c'è un motivo plausibile per cui un gioco costato alcuni milioni di dollari non debba essere pubblicato come gioco scaricabile; è una delle cose che apprezzo di più della strategia di Sony per PlayStation Network e credo che sia un punto importante di distacco dall'offerta della concorrenza.