Genere
Strategico in tempo reale
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
43,99 Euro
Data di uscita
16/5/2002

Warlords Battlecry II

Warlords Battlecry II Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Strategico in tempo reale
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
16/5/2002
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
6
Prezzo
43,99 Euro

Lati Positivi

  • Connubio perfettamente riuscito tra RPG ed RTS
  • Ricostruzione del mondo Fantasy ricca ed accurata
  • Buon livello grafico
  • Buona IA dei nemici

Lati Negativi

  • Alla lunga ripetitivo nella parte RTS
  • Manca una storia

Hardware

Warlords Battlecry II richiede almeno un Pentium a 300 MHz dotato di 64 MB di RAM ed una scheda grafica con una memoria video da 8 MB e 600 MB liberi su hard disk. Testato su un Athlon a 800 MHz, 256 MB di RAM, dotato di Nvidia GeForce 2 con 64 MB di RAM, Warlords Battlecry II gira fluidamente in ogni scenario, anche il più complesso. Il gioco, provato anche su un notebook Asus con CPU a 1,2 GHz, 256 MB di RAM con scheda ATI Rage affiancata da 16 MB di memoria video ha dimostrato l'efficienza del motore grafico.

Multiplayer

Warlords Battlecry II è dotato di un motore di supporto al multiplayer sviluppato da SSG, in grado di mantenere un collegamento stabile tra diversi giocatori, fino a sei, via LAN, TCP/IP LAN, o Internet, oppure in connessione diretta via modem.

Link

Recensione

Warlords Battlecry II

Un eroe alla ricerca di avventure, una schiera di armati pronti alla battaglia, un territorio da conquistare per la ricerca delle risorse, orchi, demoni, maghi, elfi, draghi e cavalieri. Unite questi ingredienti, mescolateli, aggiungete un pizzico di abilità nel comando ed otterrete il nuovo strategico in tempo reale firmato SSG, prodotto da Ubi Soft: Warlords Battlecry II.

di Marco Nicolò Perinelli, pubblicato il

Talvolta all'interno di questi edifici sparsi nello scenario si trovano dei personaggi per una giusta ricompensa si uniranno alle truppe dell'eroe o gli daranno armi magiche o oggetti come arature, calzari, copricapo, anelli e bracciali ed altro ancora. Questi beni sono in possesso di varie virtù che possono procurare all'eroe l'accrescimento delle sue caratteristiche fin tanto che egli sia in possesso di questi oggetti.
Molte volte, invece, l'eroe viene posto di fronte a una sfida che può essere l'uccisione del comandante di un'altra fazione, l'abbattimento di un certo numero di edifici o truppe nemiche, o più semplicemente la raccolta di un certo quantitativo di un materiale, e al compimento dell'impresa egli riceverà il giusto guiderdone. Nello stesso scenario si muove un eroe per ogni fazione in lotta e così ci si può anche dedicare alla caccia degli altri per ucciderli e rubar loro gli oggetti. Nella modalità campagna l'eroe rimane lo stesso in ogni missione: anche se in una missione viene ucciso, lo si ritroverà vivo e vegeto in quella successiva. A mano a mano che si avanza, l'eroe acquista punti di esperienza e grazie ad essi egli aumenterà di livello, in modo che il giocatore possa poi incrementare le caratteristiche che più gli saranno utili: esse comprendono - tra le altre - il carisma, la forza, la resistenza, la velocità, la forza vitale, l'agilità. Più l'eroe è forte, maggiore sarà la sua capacità di combattimento e l'influenza che avrà sulle truppe.
Vi sono venti specialità in cui abilitarsi: arcimago, negromante, illusionista, piromante, alchimista, evocatore, paladino, druido, guerriero, barbaro, ranger, assassino, bardo, maestro di rune, curatore, sciamano, mercante, mago dei ghiacci e cavaliere della morte. Appartenere a una di queste categorie significa avere delle caratteristiche uniche che gli altri non possono avere: essere uno sciamano, per esempio, vuol dire avere un controllo enorme sulle magie del Caos, mentre avere le abilità di un mercante garantisce un uso migliore delle risorse e un maggior profitto nel commercio delle stesse. L'eroe è sostanzialmente il comandante delle truppe e averlo in campo significa aumentare le possibilità di vittoria.
Anche le unità normali acquisiscono esperienza nel corso dei combattimenti e maggiore sarà la loro esperienza, maggiore sarà la possibilità che esse avranno di vincere nei singoli duelli. Alla fine della missione l'eroe, in base al suo livello, può scegliere un certo numero di soldati da portare con sé nella missione successiva e quindi l'esperienza che essi hanno acquisito sarà fondamentale anche nelle battaglie successive. Una nota curiosa: nel menu che si apre quando si scelgono le truppe da portare nella battaglia successiva è possibile aprire una finestra in cui compare un cimitero con le lapidi di tutti i personaggi morti al seguito del proprio eroe. Ogni unità che avanza alla battaglia successiva ha infatti un nome proprio che la distingue dagli altri: questo dettaglio crea una sorta di attaccamento verso certe unità e soprattutto denota una grande cura per ogni aspetto del gioco.

NUNC AGE, QUI REGE [...]

Il gioco prevede una campagna ambientata ad Etheria, in cui il giocatore potrà prendere i panni di una qualsiasi delle dodici fazioni in lotta in una serie di missioni che si dipanano durante il corso della partita a seconda delle azioni svolte dal giocatore. L'obbiettivo finale è la conquista di tutti i territori che compongono il regno magico e la supremazia su tutte le altre razze. E' possibile inoltre giocare anche missioni singole con gli stessi eroi che si usano nella campagna e l'esperienza acquisita in uno scenario rimane salvata nel profilo dell'eroe stesso. Oltre alle mappe casuali per le partite singole, vi sono più di cinquanta scenari preprogrammati tra cui scegliere.
E' inoltre incluso un comodo editor che garantisce il divertimento soprattutto nelle partite multiplayer. Il mondo di Warlords Battlecry II è visto a volo d'uccello a tre quarti: il terreno è coperto da texture che rendono perfettamente l'aspetto tridimensionale. Gli ostacoli al suolo, le alture ed i boschi possono essere utili strumenti nella gestione delle difese ed in previsione di attacchi. L'aspetto grafico si presenta ricco e curato: i modelli delle varie unità sono molto dettagliati e si riconoscono a prima vista anche in mezzo alla mischia. Lo scenario in cui i personaggi si muovono è molto dettagliato e va dalle foreste ai deserti, ai campi coperti di neve.
Ogni particolare è stato curato: sulla neve per esempio, le truppe lasciano le impronte. Questo particolare è utile soprattutto quando si vuole dare la caccia ai nemici o ad un eroe avversario, che verrà tradito proprio dalle sue orme. La varietà di personaggi è vastissima e il numero di unità in campo può essere veramente grande. Ogni razza ha numerosi edifici, ognuno dei quali caratteristico della specie che lo ha edificato. Gli effetti luce sono molto ben realizzati e l'insieme del gioco regala un bel colpo d'occhio.
L'interfaccia è semplice e pratica: il sistema punta e clicca attraverso il mouse consente di selezionare un'unità o un gruppo e di fargli fare le azioni desiderate molto velocemente. Per ogni personaggio selezionato singolarmente vi sono però numerose azioni selezionabili attraverso la barra apposita in fondo allo schermo: con questa interfaccia è possibile per esempio scagliare magie o ordinare azioni specifiche come il pattugliamento, o ancora, nei gruppi, scegliere la formazione in cui le unità si muoveranno. L'intelligenza artificiale dei nemici varia di missione in missione e si rivela adeguata per quel che riguarda gli eroi e le truppe di livello più alto, mentre è giustamente basso per le unità più semplici: è però possibile modificarla, così come le attitudini delle unità, attraverso il sito della SSG.
Il sonoro del gioco è curato come tutto il resto: le musiche orchestrali accompagnano le missioni, e le voci delle unità riproducono realisticamente le espressioni delle varie razze. Le missioni tuttavia si rivelano nell'insieme abbastanza ripetitive: lo scopo finale è quasi sempre l'abbattimento delle truppe nemiche e la conquista dello scenario, sebbene vi siano diverse variazioni sul tema. La ricerca delle imprese rende molto più interessante lo svolgimento del gioco e accresce notevolmente l'interesse per questo ottimo titolo.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Warlords Battlecry II è un ibrido molto ben riuscito: l'insieme di uno strategico in tempo reale molto curato e di un Gioco di Ruolo - sebbene quest'ultimo non sia particolarmente sviluppato - garantisce ore di divertimento per tutti gli appassionati. L'ambientazione fantasy è molto ben ricostruita, anche grazie alla ricchissima schiera di personaggi e alla fedeltà rispetto ai modelli letterari. L'interfaccia è semplice e comoda, il sistema di gioco non richiede uno studio particolare, garantendo divertimento senza eccessivi meccanismi che andrebbero a influenzarne la giocabilità. Nelle varie missioni è importante saper dividere la propria attenzione tra la gestione delle truppe nella base e la conduzione delle imprese dell'eroe. Warlord Battlecry II è un titolo molto interessante, un gioco che saprà divertire tutti gli appassionati del genere strategico, con un pizzico di originalità in più.