Genere
Avventura
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
800 MP
Data di uscita
15/2/2012

Warp

Warp Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Trapdoor
Genere
Avventura
Distributore Italiano
Xbox Live Arcade
Data di uscita
15/2/2012
Lingua
Inglese
Prezzo
800 MP

Hardware

Warp è previsto sui formati PC, PlayStation 3 e Xbox 360 e sarà distribuito solo tramite digital delivery.

Multiplayer

Non si è parlato di modalità multiplayer.

Modus Operandi

Nel corso dell'evento organizzato da Electronic Arts, abbiamo provato su Xbox 360 una breve demo che permetteva di affrontare i minuti iniziali del gioco.

Link

Hands On

Un'esplosione continua

Il divertente e fantasioso gameplay di Warp.

di Andrea Maderna, pubblicato il

La struttura di gioco è organizzata come una specie di semplice e immediato mix fra meccaniche stealth e suggestioni da puzzle game. Il piccoletto protagonista, grazie ai suoi poteri, può ovviamente superare pareti e ostacoli di vario tipo, scavalcando barriere insormontabili per gli esseri umani e vagando in quasi totale libertà per le ambientazioni. Ambientazioni che sono popolate da scienziati disarmati, terrorizzati, ma anche piuttosto ostili e in grado di rendersi pericolosi, e da ferocissime guardie armate. Il protagonista è debolissimo, e basta anche un solo attacco a segno da parte degli uomini che popolano la base a farlo fuori. Ma ha dalla sua un potere devastante: può teletrasportarsi all'interno di oggetti e persone e... Far saltare tutto per aria dall'interno.

Teletrasportandosi dentro un umano è possibile farlo esplodere in un tripudio di sangue. Per fortuna i toni rimangono umoristici e sopra le righe - Warp
Teletrasportandosi dentro un umano è possibile farlo esplodere in un tripudio di sangue. Per fortuna i toni rimangono umoristici e sopra le righe

Chiaramente questa meccanica va a comporre buona parte dell'attività, tramite un lavoro di level design che mette magari in fila diversi oggetti attraverso cui teletrasportarsi in sequenza per superare ostacoli, piuttosto che materiale esplosivo utile per mettere fuori combattimento i nemici e, ovvio, tutta una serie di esseri umani più o meno aggressivi che è possibile sfruttare come “luoghi” di passaggio. Quando ci si teletrasporta dentro un umano, questi rimane paralizzato, quindi non può essere controllato o sfruttato come mezzo di trasporto (non nella demo che abbiamo provato, perlomeno). Ma possiamo farlo saltare per aria in un tripudio di sangue, budella e colori, liberandoci così di un pericoloso nemico.

divertimento alle stelle

E non c'è molto altro da raccontare, purtroppo, perché la demo era davvero brevissima e si limitava a fornire un assaggino di gioco, chiudendosi su una situazione appena più complessa di quanto visto fino a quel punto: il protagonista bloccato in una stanza assieme a delle guardie armate e munite di un campo di forza in grado di bloccarne i poteri di teletrasporto. L'inventiva con cui saranno costruiti i livelli e messi assieme gli oggetti tramite i quali interagire, oltre all'utilizzo di altri elementi in grado di interferire coi poteri del protagonista, determinerà presumibilmente il successo o il fallimento di Warp. Abbiamo per esempio visto in azione una barriera che annullava temporaneamente i poteri al tocco e degli scudi in dotazione alle guardie che impedivano il teletrasporto, costringendo ad aggirare il nemico e attaccarlo alle spalle. È chiaro che per la riuscita del gioco sarà fondamentale insomma il lavoro di level design, sicuramente buono nella demo provata, ma tutto da valutare sulla distanza.

La conclusione della demo, fra trappole laser e soldati armati di barriera energetica, ci ha messo addosso una gran voglia di andare avanti  - Warp
La conclusione della demo, fra trappole laser e soldati armati di barriera energetica, ci ha messo addosso una gran voglia di andare avanti 

Dove ci sentiamo invece di fornire rassicurazioni è sul clamoroso senso dell'umorismo che caratterizza il gioco e che lo rende così piacevole da affrontare. Tutto ha dei toni esagerati e sopra le righe, con una violenza assolutamente cartoonesca (anche se dal sottile e sanguinario retrogusto acidulo) ed è evidente lo sforzo di infilare negli ambienti quante più trovate assurde ed esilaranti si possano trovare. Ce l'ha detto chiaro e tondo Julia Pung: in Trapdoor passano un sacco di tempo a tirar fuori idee a valanga, cercando di stiparne il più possibile nel gioco. Ed è così che saltano fuori momenti “accessori” ma fondamentali nel creare la giusta atmosfera, come quel drammatico incontro al bagno con uno scienziato che, poverino, voleva solo dedicarsi alla minzione. Insomma, le premesse ci sono, il delirio creativo anche, resta da vedere quanto tutto sarà ben strutturato e incanalato, per andare a generare un'esperienza completa di valore. Noi ci crediamo.


Commenti

  1. Mdk7

     
    #1
    Ho visto ora un video di gameplay, e recuperato questo articolo...
    Sembra un figata spaziale, davvero!!
  2. giopep

     
    #2
    Confermo: eravamo in due sul divano, seduti a provarlo senza saperne nulla, io giocavo e l'altro guardava, e abbiamo riso come degli scemi dall'inizio alla fine. E in più pare anche un bel gioco. :)
  3. Mdk7

     
    #3
    Una data d'uscita non c'è proprio, nevvero?
  4. giopep

     
    #4
    Guarda, il primo tizio con cui ho parlato all'evento mi aveva buttato lì un "magari entro l'anno", ma credo non facesse parte del team. Poi ho parlato con Julia Pung, quella che si vede nel paio di interviste che trovi in rete, e lei mi ha detto proprio che sono ancora in alto mare e non c'è proprio una data. Poi magari è pretattica. :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!