Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2012

Wii U

Wii U Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Data di uscita
2012
Speciale

Londra, ultima frontiera

Alieni, demenzialità ma qualcuno è assente.

di Pocoto, pubblicato il

Ambientato in una Londra cupa e tenebrosa, ormai devastata dalle scorribande degli extraterrestri, Killer Freaks From Outer Space è uno sparatutto in soggettiva sui generis che raramente si prende sul serio, un portatore sano di grande ironia e demenzialità. Il protagonista, uno sboccato e nerboruto energumeno, è l'unica speranza rimasta per il genere umano e dovrà suo malgrado, volente o nolente, rispedire sul loro pianeta i fetidi, piccoli e letali alieni, una sorta di versione demoniaca dei conigli dell'universo di Rayman. Analogia del tutto appropriata, in fondo parliamo sempre di Ubisoft Montpellier.

OUR FEATURE PRESENTATION

Killer Freaks From Outer Space è ancora nei primissimi stadi di sviluppo e quindi non è corretto esprimere un giudizio di natura tecnica: al momento ciò che maggiormente colpisce è la direzione artistica, che strizza l'occhio al filone Grindhouse portato in auge da Quentin Tarantino e soci. Con la sua "cafonaggine" il gioco strappa più di una fragorosa risata, con toni perennemente sopra le righe, alieni che si sculacciano a vicenda, mostri che sbavano letteralmente in trepidante attesa di un succulento e lauto pasto a base di carne umana... sembra quasi di assistere ad uno di quei film di fantascienza di serie Z, quelli con i mostroni di gomma talmente finti da risultare involontariamente comici.
Il sistema di controllo al momento utilizza in maniera eccellente i sensori di movimento presenti all'interno del joypad, dimostrando come “la padellina” del Wii U, consentiteci questo scherzoso diminutivo, possa rivelarsi una concreta opportunità per creare qualcosa di innovativo ed originale. I tasti tradizionali sono stati utilizzati soltanto come grilletti per sparare, svolgendo solo ed esclusivamente tale funzione.

Anche la modalità multigiocatore ha offerto spunti interessanti: un programmatore è sceso in campo per le forze del bene, armato di Classic Controller Pro, l'altro invece è passato da preda a cacciatore, trasformandosi in un comandante delle forze aliene. Con un tocco sullo schermo tattile, le truppe extraterrestri sono scese sul campo di battaglia e il loro luogotenente ne dettava tempi e movimenti rapidamente, sfruttando il grande display da oltre sei pollici presente al centro del pad. Il Wii U non ha faticato minimamente nel renderizzare due immagini completamente diverse, una per il cacciatore, l'altra per la preda, e l'azione si è svolta senza alcun tentennamento. Ribadiamo che anche in questo caso si tratta di piccoli esperimenti, soluzioni che verranno sviluppate nei mesi a venire, idee semplici e allo stesso tempo funzionali, perfettamente in linea con la filosofia della futura console.

Una spiegazione veloce della modalità multigiocatore che vi abbiamo descritto, un concept semplice ma parecchio divertente - Electronic Entertainment Expo 2011
Una spiegazione veloce della modalità multigiocatore che vi abbiamo descritto, un concept semplice ma parecchio divertente

E CHI MANCA ALL'APPELLO?

Nel corso della tavola rotonda, fra gli altri è stato annunciato anche un episodio di Assassin's Creed, di cui non esiste ancora nulla di concreto da mostrare alla stampa. L'annuncio fa sicuramente piacere, nei prossimi mesi avremo modo di vedere cosa Ubisoft ha in mente per Ezio Auditore. L'altro titolo citato brevemente è Raving Rabbids, ma anche qui non abbiamo visto nessuna immagine o alcun contributo filmato e supponiamo che possa trattarsi di una collezione di minigiochi, il più classico dei party-game.
Fra idee ancora solo sulla carta e progetti embrionali ma reali, ci siamo fatti una bella idea su quale potrebbe essere il futuro della giocabilità targata Nintendo e Ubisoft: una visione innovativa, basata su spunti all'apparenza semplici ma dallo spessore concreto. Nei mesi a venire speriamo di avere qualche dettaglio più sostanzioso, che non mancheremo di fornirvi su queste pagine.


Commenti

  1. link74

     
    #1
    POCOTO NON SAI QUANTO TI INVIDIO DOPO AVER VISTO QUELLA FOTO.....
  2. Kimahri

     
    #2
    link74POCOTO NON SAI QUANTO TI INVIDIO DOPO AVER VISTO QUELLA FOTO.....

    È un fotomontaggio, oppure quello è un clone. Il clone di Pocoto intendo... ;P
  3. Crownless King

     
    #3
    Il multi locale "asimmetrico" mi pare un'idea non male.
  4. tengolapalla

     
    #4
    Crownless KingIl multi locale "asimmetrico" mi pare un'idea non male.
    A me sembra tanto "Volevamo l'aragosta, ma non potendola avere, mangiamo due bastoncini di pesce"
  5. Matteo Camisasca

     
    #5
    Pocoto for President!
  6. Crownless King

     
    #6
    tengolapallaA me sembra tanto "Volevamo l'aragosta, ma non potendola avere, mangiamo due bastoncini di pesce"
    Anche se fosse così, uno sfruttamento simile mi sembra una maniera molto intelligente di utilizzare il nuovo pad che mi pare palese non voglia essere un surrogato del remote play visto altrove.
  7. Stefano Castelli

     
    #7
    Ho una sensazione come di... uh... deja-vu.
  8. Stefano Castelli

     
    #8
    Crownless KingIl multi locale "asimmetrico" mi pare un'idea non male.

    E dire che ieri qualcuno lo ipotizzava. :)
  9. V-JOLT_

     
    #9
    quoto Castelli, chissà se spara anche i missili :D
  10. Crownless King

     
    #10
    V-JOLT_quoto Castelli, chissà se spara anche i missili :D

    In compenso i cosiddetti detrattori ne stanno sparando certe mica da ridere... :toghy:
    I dubbi sono comprensibili,ma mi pare troppo prematuro mettere una croce sopra un hardware che ha mostrato uno sfruttamento ancora acerbo.
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!