Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
6/12/2006

Nintendo Wii

Nintendo Wii Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
6/12/2006

Hardware

I giochi presentati sono diretti a Wii e Nintendo DS. In alcuni casi, come in quello di Arts Academy, è ovviamente consigliata la versione DSi XL in virtù della maggiore dimensione degli schermi, che permette dunque un intervento più accurato da parte del giocatore.

Link

Speciale

Nintendo Media Summit 2010

Le novità Nintendo dal Media Summit europeo di Londra.

di Jacopo Mauri, pubblicato il

Lo scorso 25 febbraio si è tenuto a Londra il Nintendo of Europe Media Summit 2010, un evento organizzato per fare il punto, anche in Europa, sulle novità che la casa giapponese ha in cantiere per l'anno corrente. Come ovvio, è lecito aspettarsi che al prossimo E3 di Los Angeles siano calati i veri assi nella manica, ma già a Londra abbiamo potuto mettere le mani su novità davvero molto interessanti: se per Super Mario Galaxy 2 e Metroid: Other M vi rimandiamo agli appositi articoli, in questo ulteriore speciale ci imbarchiamo alla scoperta delle altre novità mostrate.

Sin and Punishment: Successor of the Skies

Il nuovo incontro con il secondo episodio di Sin and Punishment è stato davvero molto interessante: il gioco di Treasure, infatti, ha mostrato una carica di azione e spettacolarità non indifferente, ricordando in più d'una occasione il vecchio ma indimenticato Ikaruga, di cui per altro condivide la paternità. Per l'occasione, wiimote e nunchuk erano montati sul Wii Zapper, così da replicare la forma di un fucile e immergere ulteriormente il giocatore nell'atmosfera di gioco.
In quanto a questo, bisogna sottolineare come il sistema di controllo richieda qualche attimo per essere padroneggiato, complice la necessità di prendere la mano sul sistema di mira (che utilizza i movimenti del wiimote) e quello di movimento dell'alter-ego, che ricorre invece all'analogico. Fatto questo, il gioco riesce ad essere particolarmente coinvolgente, presentando un continuo flusso d'azione e combattimenti cui si alternano piccole sezioni in stile platform, dove è necessario evitare ostacoli, saltando o muovendosi lateralmente con il giusto tempismo.
Molto buona è sembrata anche la profondità di gioco: al normale “fuoco” è possibile alternare l'uso di bombe particolarmente devastanti, oltre alla possibilità di dare qualche colpo al grilletto per attivare proiezioni difensive in grado di eliminare eventuali ostacoli, o rispedire al mittente insidiosi missili sparati contro il nostro alter-ego.
La presenza di boss mastodontici e ottimamente realizzati, affiancata alla varietà più che apprezzabile delle ambientazioni di gioco, rende Sin and Punishment: Successor of the Skies molto valido anche dal punto di vista tecnico, sebbene diverse soluzioni visive avrebbero potuto essere ben più particolareggiate su un hardware dalla potenza maggiore.
Il gioco è previsto in uscita su Nintendo Wii il prossimo 7 maggio, e supporta anche il Classic Controller, oltre che il pad di GameCube. Grazie alla Nintendo Wi-Fi Connection sarà infine possibile confrontare i propri punteggi in una leader board internazionale.

Un doppio appuntamento per WarioWare

Il formidabile Wario era presente all'evento in due distinti giochi: WarioWare: Do It Yourself e WarioWare: D.I.Y. Showcase, il primo per Nintendo DS, il secondo diretto a Wii. La forza di questa accoppiata sta non solo nel nuovo, devastante carico di oltre 90 minigiochi presenti (che, come al solito, da “divertenti” diventano “esilaranti” se giocati in gruppo, anche solo prendendo in giro i fallimenti altrui), bensì nella possibilità di andare a creare schemi personalizzati grazie al kit incluso nel gioco. L'editor, che conferisce al giocatore i poteri di un vero e proprio designer, è sembrato davvero molto ricco di opzioni e in grado di dare una libertà totale nel creare piccoli quiz da risolvere, grazie alla possibilità di intervenire sui più piccoli dettagli per dar sfogo alla propria fantasia. Nintendo, dal canto suo, sta già progettando un contest mirato a premiare le creazioni più originali.
Segue, poi, la versione Wii, scaricabile da Wii Shop Channel, che conterrà oltre 70 minigiochi. Il punto di forza, in questo caso, è la possibilità di trasferire su Wii le creazioni elaborate in precedenza su Nintendo DS, mostrandole così agli amici nella comodità del televisore di casa, su cui poi iniziare la sfida. Il gioco contiene infine una modalità multiplayer, grazie alla quale quattro partecipanti possono sfidarsi tra loro: le sfide si preannunciano davvero infuocate, a partire dal prossimo 30 aprile.

Di tutto un po'...

Al di là di Monster Hunter Tri, che già ha avuto un evento a sé in quel di Milano – ma di cui è importante sottolineare la confermata natura gratuita del multiplayer, altri giochi di caratura minore costituiscono l'offerta Nintendo del 2010.
FlingSmash è una sorta di platform in cui il giocatore, tramite wiimote, controlla i movimenti del proprio alter-ego: una pallina che, rimbalzando, distrugge le mattonelle che costituiscono il livello, attraversandolo così nell'incombenza di risolvere piccoli enigmi, raccogliendo ad esempio chiavi con cui aprire determinati passaggi.
Photo Dojo è poi un picchiaduro davvero bizzarro. Bizzarro perchè, grazie alla fotocamera del Nintendo DS, è in grado di catturare la fisionomia del giocatore e dunque di replicarla all'interno del gioco, costruendo personaggi ad-hoc che ne rispecchiano i tratti somatici. Interessante la possibilità di competere in scontri uno contro uno utilizzando un'unica console.
Chiude la rapida carrellata Arts Academy Primo Semestre, altro “gioco” davvero molto particolare: riprendendo la nobile arte del pennello, molto sentita in oriente, questo software permette al giocatore di improvvisarsi artista, dipingendo sulla propria console e utilizzando poi numerosi effetti e filtri grafici per intervenire sull'opera, così da caratterizzarla e renderla simile a quelle che siamo soliti apprezzare nell'arte orientale. Le approfondite possibilità di personalizzazione del risultato finale sono davvero sorprendenti, e chissà che anche questa nuova, insolita variazione sul tema ludico non possa diventare un successo...


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!