Genere
MMORPG
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
3/6/2014

WildStar

WildStar Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
NCsoft
Sviluppatore
Carbine Studios
Genere
MMORPG
Distributore Italiano
Cidiverte
Data di uscita
3/6/2014

Hardware

Il gioco è previsto al momento solo su PC.

Multiplayer

Essendo un MMO, si tratta di un'esperienza fondamentalmente multiplayer.

Modus Operandi

Abbiamo assistito alla presentazione del gioco da parte del team di sviluppo e poi, armati di grande pazienza, siamo scesi allo showfloor per provare il titolo ad una delle postazioni disponibili.

Link

Hands On

Galassia in evoluzione

Come cambia il mondo giocando.

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Sebbene il pianeta Nexus sia sempre in costante trasformazione, è altrettanto sempre possibile riuscire a ritrovare il proprio ritmo di gioco, quello che il team di sviluppo definisce “Momentum mechanics”. Di che si tratta? Praticamente entriamo nel territorio delle strategie di gameplay. A seconda del “path” imboccato, cambia il modo con cui si guarda a una quest, dato che ciascun giocatore sarà libero di approcciare la ricerca nel modo che ritiene più congeniale al suo stile. Come funziona questo meccanismo è presto detto: innanzitutto il giocatore deve avere degli obiettivi univoci e facili da individuare (”recognize”). Successivamente, le azioni che compie devono avere un impatto visibile nel mondo di gioco (“react”) e, infine, tale impatto deve comportare un risultato significativo (“reward”). Queste considerazioni, ovviamente, si applicano anche al sistema di combattimento, soprattutto nel caso dei boss più grandi. Difatti la loro comparsa in scena non lascia dubbi al giocatore, che ha modo di constatare l’impatto del suo colpo e, una volta che la creatura è stata sconfitta, ricavarne non solo “punti esperienza” ma qualcosa di significativo per la sua crescita.

Ecco cosa si intende per  un  mondo di gioco ricco e denso. Se è vero che la quest principale porta al confronto con un boss, ogni giocatore può trovare la sfida che fa per lui. - WildStar
Ecco cosa si intende per un mondo di gioco ricco e denso. Se è vero che la quest principale porta al confronto con un boss, ogni giocatore può trovare la sfida che fa per lui.

Barriera linguistica

Fatte queste precisazioni, comincia la presentazione del gioco vero e proprio; gioco che avremo modo di provare anche al padiglione di NCSoft, penalizzati purtroppo dalla nostra completa ignoranza della lingua tedesca. Si comincia dalla scelta della razza: i possenti guerrieri Granok sono creature dall’aspetto minaccioso e imponente, sembra quasi che siano scolpiti nella roccia. Ovviamente la loro attitudine nei confronti della flora e della fauna autoctona è del tipo “prima spara e poi chiedi”. C’è poi la razza degli Aurin, creature dalla silhouette slanciata dotati di lunghe orecchie da coniglio. Il loro punto di forza consiste nella gestione dei poteri esper, che cominciano con la telecinesi per poi espandersi a un ampio spettro di attività paranormali. Chiude le fila l’umano, soprannominato Spellslinger, che tiene a distanza le creature malvagie con le sue pistole cariche di energia magica.

Ci sono missioni che non si possono compiere da soli. Per tutto il resto c'è Mastercard. Anche su Nexus. - WildStar
Ci sono missioni che non si possono compiere da soli. Per tutto il resto c'è Mastercard. Anche su Nexus.

La seconda scelta riguarda il “path”, ovvero l’attitudine di gioco che si vuole seguire e poi si assiste all’animazione iniziale in cui si precipita al suolo a bordo della propria navetta di salvataggio. Chiaramente non siamo soli su Nexus, e tutto quello che dobbiamo sapere per orientarci o avere un obiettivo da raggiungere ci viene rivelato tramite il comunicatore che si trova in fondo allo schermo in basso a destra. Al primo impatto si viene subito colti dalla freschezza della direzione artistica, dalla praticità dell’interfaccia di controllo e, in un secondo momento, ci si accorge anche del forte impatto narrativo, enfatizzato da numerose cut scene, che contribuiscono a dare spessore alla vicenda.

Viaggio ai confini del divertimento

Sebbene la prova allo showfloor sia stata molto contenuta, l’incontro con gli sviluppatori conferma le nostre considerazioni: ovvero che si tratta di un MMO molto orientato al gioco in solitaria. Tuttavia, abituandosi a giocare in gruppo, scopriremo che ci sono aree in cui è possibile accedere solo se si socializza con altri. Questa scelta di design è il riflesso dei feedback raccolti dai giochi precedenti, che mostrano una predilezione da parte degli utenti di esperienze di gioco in solitaria. Ma, chiaramente, data la natura aperta dell’opera, c’è sempre tempo e voglia di rimettere le mani in pasta. Per esempio, alla domanda se è previsto il PVP, il responsabile ha detto, che al momento non ce n’è traccia, ma non è detto che qualcuno del team lo stia già implementando… Restate sintonizzati su queste frequenze per nuove informazioni dalla galassia Wildstar!


Commenti

  1. Tifa Lockheart

     
    #1
    Sinceramente, a parte il trailer carino, non mi sembrava particolarmente degno di nota... ma leggendo l'articolo lo metto nella lista dei titoli "da tenere d'occhio"... e cercar di provar la beta.
  2. falinovix

     
    #2
    Anche io pensavo che, a parte il filmato introduttivo, ci fosse poco, invece sono rimasto stupito, soprattutto dalle animazioni dei personaggi. Da tenere sotto controllo.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!