Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
30/1/2007

Windows Vista

Windows Vista Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Microsoft
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
30/1/2007
Lingua
Tutto in Italiano

Hardware

Abbiamo provato Windows Vista su un PC dotato di Pentium 4 2,4 GHz HT, con 2 GB di RAM e scheda video ATI Radeon X800XT AGP. Nell'utilizzo "normale" del computer, le prestazioni sono sostanzialmente analoghe a quelle ottenute, sullo stesso computer, da Windows XP.

Link

Recensione

Nuovi modi per gestire il computer

Un rapido viaggio tra le novità più evidenti di Windows Vista.

di Simone Soletta, pubblicato il

Una volta portata a termine l'installazione e superati - ove possibile - i problemi causati da driver non ancora perfettamente maturi, giunge il momento di dare un'occhiata a come Windows Vista si propone di cambiare il nostro approccio al computer. La mancanza di WinFS, il nuovo file system che avrebbe dovuto cambiare il modo con cui siamo abituati a navigare tra file e cartelle, rende la transizione molto più morbida del previsto: sostanzialmente, a parte qualche piccola variazione nella struttura delle cartelle utente, non cambia molto, solo che utilizzare Esplora Risorse e le varie finestre di dialogo per salvare file è ora molto più intuitivo.

UNA CARTELLA PER TUTTO

La prima novità che salta all'occhio è la riorganizzazione dei file dell'utente. Windows Vista crea all'installazione una cartella "Utenti" nella radice del disco di avvio, all'interno del quale vengono create sottocartelle dedicate ai vari utenti che hanno l'accesso al computer. All'interno di ognuna di queste aree "private" (la cartella di un utente non è accessibile agli altri) troviamo non solo le cartelle specifiche per i vari file come visto su Windows XP (Immagini, Musica, Video) ma anche tutti i nostri contatti, i nostri download, i preferiti, i collegamenti impostati, la cartella che riassume le nostre ricerche, i salvataggi di tutti i giochi che rispondono alle specifiche "Games for Windows" e i contatti definiti in Windows Mail, il successore di Outlook Express preinstallato nel sistema operativo.
Una cartella, insomma, nella quale potremo trovare comodamente tutti i nostri file, di qualsiasi genere essi siano: un collegamento può essere attivato sul desktop per avere sempre tutto a portata di clic, ma soprattutto è il modo con il quale si naviga nella struttura delle cartelle a essere molto migliorato.
Le finestre di Esplora Risorse, infatti, hanno subito una riorganizzazione forse non evidentissima a primo sguardo, ma molto efficace durante l'utilizzo quotidiano. Innanzitutto, la barra degli indirizzi ha abbandonato la struttura "dos-like" che abbiamo usato fino ad oggi: niente più "C:\Documenti\Nextgame\articoli", quindi, ma una barra che indica visivamente la cartella in cui ci troviamo, con le cartelle superiori bene in evidenza e totalmente interattive.
Per esempio, supponiamo di trovarci nella cartella "Sole/Documenti/Windows Vista/Articolo": il percorso viene visualizzato utilizzando una piccola freccia al posto del classico backslash, e per tornare alla cartella "Documenti", per esempio, basterà cliccare sulla voce corrispondente sulla barra dell'indirizzo. Cliccando la freccia che fa da separatore tra le varie cartelle, invece, si richiama un menu che indica tutte le sottocartelle di quel livello, permettendoci così di passare molto rapidamente dalla directory appena ipotizzata a, per esempio, "Sole/Documenti/Recensioni/" senza dover salire e scendere lungo l'albero delle cartelle.
A destra della nuova barra degli indirizzi troviamo un campo di ricerca che funziona esattamente come il suo corrispondente situato nel menu di avvio: basta cominciare a digitare e Windows Vista comincia a cercare tutti i file e i messaggi che contengono la parola che stiamo cercando. Sotto a questa prima sezione orizzontale troviamo una barra di icone sensibili al contesto, che presenta le opzioni più comuni per le cartelle e i file che andremo a selezionare. Manca, forse, un collegamento statico per la creazione di una nuova cartella, comunque disponibile nel primo menu (Organizza).

COLLEGAMENTI PER TUTTI I GUSTI

Un'altra novità interessante la troviamo nella barra verticale che apre la sezione di navigazione vera e propria nelle directory: anche in Windows Vista troviamo una serie di collegamenti alle cartelle più usate, ma questa lista può essere personalizzata: basta trascinare una cartella in quest'area per averla sempre a portata di clic, sia durante la navigazione tra i file con Esplora Risorse, sia quando si tratta di salvare un file. Per salvare questa recensione e tutte le fotografie allegate, quindi, è bastato creare in Documenti una cartella nuova "Recensione Windows Vista", trascinarla tra i collegamenti e in ogni momento questa era disponibile in tutte le finestre di dialogo, quale che fosse il software che stavamo utilizzando. Un bel risparmio di clic.
Tra i collegamenti predefiniti troviamo una cartella particolare, denominata "Pubblica": qui si trovano i vecchi "Documenti condivisi" di Windows XP, che Windows Vista organizza quindi con una struttura che ricorda quella di Linux. La colonna sinistra può essere divisa in due facendo clic sul tasto "Cartelle", che aggiunge ai collegamenti preferiti una sezione che contiene l'albero completo delle directory presenti sul nostro disco rigido.
L'area centrale è ovviamente dedicata alla rappresentazione dei file contenuti nelle cartelle, e qui è interessante valutare l'impatto delle funzionalità 3D introdotte da Windows Aero. A parte gli effetti di trasparenza e il nuovo "task switcher" 3D, per quanto gradevoli, è proprio qui che diventa apprezzabile l'introduzione della nuova interfaccia utente. Le icone sono completamente scalabili, le cartelle mostrano anteprime sempre leggibili del loro contenuto (ammesso che la vista scelta lo consenta), e soprattutto questa zona è completamente interattiva.
Per passare da una visuale a un'altra, oltre ad accedere al solito menu dal quale scegliere, per esempio, "Titoli", "Elenco", "Icone Grandi", "Dettagli" e così via, si può scorrere tra le varie visuali semplicemente premendo il tasto CTRL e agendo contemporaneamente sulla rotella del mouse. Questa è una funzionalità molto utile, specie quando si cerca un'immagine particolare in una cartella molto trafficata: in modo molto intuitivo si può passare da un elenco a un'anteprima delle immagini di dimensioni più che generose.
Infine, in basso troviamo una barra orizzontale sensibile al contesto, che elenca le proprietà di ogni file che andremo a selezionare. Questa barra è anch'essa interattiva, per esempio potremo inserire o modificare i metadati (i classici "tag") dei file presenti sul nostro computer senza dover accedere alle proprietà di ognuno. È anche possibile operare su selezioni multiple e ingrandire la barra orizzontale per visualizzare miniature più ampie.