Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
14/10/2011

WRC 2

WRC 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Black Bean Games
Sviluppatore
Milestone
Genere
Guida
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
14/10/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Prezzo
€ 59,90

Hardware

WRC 2 è disponibile per PC, Xbox 360 e PlayStation 3. La versione testata è quella per PS3.

Multiplayer

Oltre al gioco online, troviamo il classico multiplayer "hot seat" cioé basato sullo scambio di controller affrontando a turni le varie tappe.

Modus Operandi

Black Bean ci ha inviato un codice review per console PS3 debug, cioé una versione quasi definitiva funzionante in tutti gli aspetti principali. Durante la prova, sono emersi alcuni lievi bug nell'interfaccia grafica che dovrebbero sparire nella versione completa per i negozi.
Recensione

Di nuovo tra cordoli e fango

Milestone torna a correre nel rally vero.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Il primo capitolo della nuova serie WRC, dopo le uscite griffate Sony e la lunga pausa, aveva lasciato parecchio amaro in bocca agli appassionati pur mostrando alcuni segnali incoraggianti. Malgrado l'esperienza del nostrano team milanese Milestone (celebri grazie ad SBK), molte imperfezioni intaccavano la qualità complessiva del gioco sia sul lato tecnico sia nel modello di guida. Non è un caso se i lavori di perfezionamento sul seguito hanno interessato la parte "fisica" e quindi le sensazioni legate a volante, cambio e freni.

prima di tutto, c'è la macchina

Iniziando proprio dalla guida, come già anticipato nel nostro primo test della scorsa estate (allora limitato a poche auto e pochissime piste), c'è molto più realismo in tutte le variabili legate alla nostra vettura. Che si usi un modello di serie o un prototipo da WRC, la risposta ai comandi è più puntuale e il comportamento dell'auto meno "predefinito", con più sobbalzi e situazioni inattese a rendere la corsa ricca di imprevisti. Un esempio molto chiaro arriva dai vari fondi stradali e dal modo in cui le ruote non aderiscono in maniera uniforme. Se sull'asfalto si è quasi incollati a terra, salvo nelle curve più veloci, nelle parti sconnesse è un festival di saltelli e sobbalzi che può farci andare anche su due ruote o avviare il totale ribaltamento della vettura. In questi casi, purtroppo, emergono ancora evidenti bug nel modello fisico, con l'auto che piroetta un paio di volte e riprende a correre normalmente, o compie salti da una decina di metri piegando a malapena il paraurti anteriore. Sembra quasi che il team creativo abbia voluto spingere sul pedale della simulazione ma non fino in fondo, per non spaventare la massa (vera o presunta) di pubblico "casual". Se infatti un incidente ad alta velocità può portare al ritiro immediato dalla tappa, servono troppi urti per arrivare a quel punto ed è sempre disponibile l'effetto Rewind, per riavvolgere la gara di qualche secondo. D'altro canto, sono significativi i passi in avanti sul lato del realismo nella diversificazione dei danni anche sul lato visivo. Ad esempio fanali rotti, rigate sulla carrozzeria, lo sporco accumulato in base alla superficie e perfino le vibrazioni sul controller come feedback che qualcosa non funziona a dovere (sopratutto sospensioni e freni).

Le auto sono meno stabili e l'aderenza più verosimile, sopratutto con un volante - WRC 2
Le auto sono meno stabili e l'aderenza più verosimile, sopratutto con un volante

se non ti piace, puoi personalizzarlo

Detto che nelle regolazioni base, giocato con un normale controller, WRC 2 è un buon arcade rallystico, passando al volante e togliendo i vari assist a stabilità e freni la difficoltà e il realismo salgono di qualche gradino. La vettura viene sostanzialmente "slegata" dagli aiuti necessari all'uso via joypad e diventa meno controllabile, ma anche più pronta e libera nelle traiettorie al nostro comando. Bisogna però intervenire sulle varie regolazioni, come zone morta e linearità dello sterzo, finché non si trova il giusto compromesso tra controllo assoluto e vettura totalmente inguidabile. Ciò detto, permane una certa "scivolosità" rispetto allo scenario e la fastidiosa sensazione di non essere parte dell'ambiente. In altre parole, non c'è feeling di attrito con la pista e nei contatti con i bordi del tracciato si assiste ai classici appoggi in stile Gran Turismo, con la vettura che grattuggia muri e ringhiere senza subire danni consistenti. Rispetto al primo WRC, comunque, la situazione è migliorata grazie al design più aperto dei tracciati e al maggior numero di elementi interrattivi come staccionate o guard-rail che possiamo abbattere o piegare. Meno interattivo è invece il pubblico, piuttosto squadrato nell'aspetto e limitato a un paio di animazioni ripetute costantemente. Ma di questo parleremo nella seconda pagina, dopo aver osservato modalità e opzioni.


Commenti

  1. AndreaTO

     
    #1
    Gran gioco, il Race Pro dei giochi di rally.

    Meno votato allo spettacolo visivo di Dirt3 ma decisamente orientato alle sensazioni di guida: sicuramente il gioco rallistico che meglio incarna lo spirito di due capolavori dello sterrato come CMcRR e CMcRR2.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!