Genere
Sportivo
Lingua
Testi in italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
25/11/2011

WWE '12

WWE '12 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
THQ
Sviluppatore
Yuke's
Genere
Sportivo
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
25/11/2011
Lingua
Testi in italiano
Giocatori
1-12
Prezzo
€ 69,99

Hardware

WWE '12 sarà disponibile per PlayStation 3, Xbox 360 e Wii. Per giocarlo saranno necessari una copia del gioco, una delle tre console mezionate e relativo joypad. La connessione a banda larga sarà necessaria per giocare online.

Multiplayer

È possibile condividere i lottatori creati da zero e le arene personalizzate, oltre alla consueta possibilità di sfidare gli altri utenti in scontri all'ultimo pin. La versione per Wii, sfortunatamente, è priva di qualsiasi modalità online.

Modus Operandi

La presentazione di WWE '12 si è sviluppata per circa un'ora all'interno dello stand THQ alla Gamescom 2011. Nella prima mezz'ora ci sono state le novità di questo reboot della saga, nel tempo restante abbiamo avuto modo di provare il gioco e saggiare la bontà del lavoro svolto. Il nostro test si è svolto sulla versione per Xbox 360.
Hands On

Alla faccia dei Maya

Il 2012 non è la fine, è un nuovo inizio per THQ.

di Pocoto, pubblicato il

WWE '12 rappresenta una sorta di anno zero, un nuovo inizio, un colpo secco sul tasto reset per una saga che negli ultimi anni era entrata in un'evidente crisi creativa. Per dare uno scossone, per rimediare a questa situazione alla lunga perniciosa, THQ ha deciso di accogliere molte delle richieste degli appassionati, sviluppando un titolo "creato dai fan per i fan". Un entusiasta Bryan Sullivan, uno dei gameplay designer, ci ha illustrato le principali caratteristiche di questo reboot, prima di una prova su strada che non ha deluso le nostre aspettative.

Undertaker è una leggenda dello sports entertainment che non ha bisogno di presentazioni - WWE '12
Undertaker è una leggenda dello sports entertainment che non ha bisogno di presentazioni

DIMENTICARE IL PASSATO

La prima revisione riguarda la sostanziale modifica del sistema di combattimento, con l'abbandono delle meccaniche legate all'utilizzo dello stick analogico destro, una soluzione ludica molto criticata dagli appassionati. THQ ha optato per una razionalizzazione, prediligendo la semplicità alla macchinosità, dimostrando così un occhio di riguardo anche verso il pubblico meno smaliziato. Passare dal clinch, la fase in cui i due lottatori si afferrano, ad una qualsiasi proiezione è facile, quasi naturale, ma questo non significa che WWE '12 sia un titolo privo di profondità, uno di quei giochi in cui basta una pressione forsennata sui tasti per primeggiare. L'inedita possibilità di focalizzarsi su un punto specifico dell'avversario aggiunge un rinnovato valore strategico ai combattimenti, offrendo all'utente una vasta gamma di possibilità. In una prova di forza è evidente che Rey Mysterio non potrà che avere la peggio al cospetto di un gigante come Big Show, lo scontro sulla carta è impari: sfruttando la sua agilità, infierendo sulle ginocchia del bestione, ecco che il folletto di San Diego può sovvertire il pronostico, aumentando le sue chance di vittoria.

LARGO ALLE NUOVE LEVE

In WWE '12 ogni dettaglio dello show televisivo è stato analizzato dai programmatori e riprodotto fedelmente sullo schermo, una cura per il particolare che ha quasi del maniacale. Finalmente, dopo tante pressanti richieste, sono state inserite le taunt, i movimenti particolari che ogni lottatore compie prima di connettere con la sua mossa risolutiva. Vedremo ad esempio Randy Orton sbattere i pugni al suolo prima di connettere con l'RKO, The Miz farsi beffe del suo avversario prima di mandarlo al tappeto, il veterano Undertaker mimare il suo gesto poco rassicurante prima di stendere il malcapitato di turno con il Tombstone Piledriver e via discorrendo. Il fotorealismo è ancora lontano, ma la strada intrapresa da THQ è sicuramente quella giusta.
Se le superstar presenti all'interno del gioco dovessero venirvi a noia, ecco che l'editor giungerà in vostro aiuto, dandovi la possibilità di creare un lottatore da zero, stabilendone le caratteristiche fisiche e le mosse del suo repertorio. Per quanto riguarda la personalizzazione dell'aspetto estetico, segnaliamo un gran numero di variabili: molti sono i parametri che possono essere modificati, partendo dall'acconciatura fino alla costituzione fisica. Volete creare un nano tarchiato con la cresta degna di un punk? Nessun problema, date libero sfogo alla fantasia. Per la prima volta nella serie è presente anche l'editor delle scenografie, con i quali personalizzare l'aspetto del ring, le decalcomanie, le luci dell'arena e tutti gli altri aspetti di contorno. Ovviamente ogni creazione può essere condivisa online e scaricata liberamente dagli altri utenti, creando una sorta di community di artisti pronta a scambiarsi suggerimenti e diversi punti di vista.

UNA NUOVA WRESTLEMANIA?

I fan della violenza gratuita tirino pure un sospiro di sollievo: al contrario degli show televisivi, dove ormai non si vede più nemmeno una goccia di sangue, in WWE '12 sarà possibile riporre le forbici della censura in un cassetto, con buona pace del perbenismo a stelle e strisce. Non abbiamo avuto modo di visionare questo aspetto, ma Bryan Sullivan ci ha assicurato che i colpi più duri lasceranno il segno sul corpo dei lottatori, con un effetto particolarmente realistico e in grado di aggiungere pathos agli scontri. Non possiamo che fidarci delle sue parole, in attesa di verificare questo aspetto in sede di recensione.

Nel roster dei lottatori non potevano mancare le bellocce di turno, perché anche l'occhio vuole la sua parte - WWE '12
Nel roster dei lottatori non potevano mancare le bellocce di turno, perché anche l'occhio vuole la sua parte
WWE '12 segna anche il debutto del nuovo motore grafico e della rinnovata gestione delle collisioni, uno degli aspetti cruciali per ogni simulazione di wrestling che si ritenga tale. Per quanto al momento permangano i difetti storici della saga, come alcune compenetrazioni fra i modelli poligonali, l'impatto complessivo è soddisfacente: gli scontri hanno una buona fisicità e i combattenti reagiscono in maniera realistica agli impatti, piegandosi letteralmente in due se ricevono un colpo al ventre, giusto per fare un esempio. Le arene sono piuttosto dettagliate, il pubblico presente a bordo ring e le inquadrature di stampo televisivo riproducono in maniera realistica l'atmosfera degli show e il quadro complessivo è insomma positivo. Non ci sono invece piaciuti i modelli poligonali di alcuni lottatori, piuttosto grezzi e persino spaventosi: nella versione preliminare da noi provata, The Miz sembra quasi un pallido zombie, emaciato, con la mascella scavata e gli occhi vitrei. Un difetto che speriamo venga risolto nella versione definitiva del gioco.
Con WWE '12 THQ sembra aver intrapreso la strada giusta, risolvendo una grossa fetta dei problemi che affliggevano il precedente capitolo della serie. Le nostre prime impressioni sono positive, non ci resta che attendere la fine di novembre per capire se ci troviamo al cospetto di una stella di prima grandezza o di un jobber come tanti altri. Nel frattempo, voltate pagina per vederci alle prese con una stella di prima grandezza del wrestling mondiale...


Commenti

  1. Manuel

     
    #1
    Era ora,un piccolo rinnovamento finalmente,seguirò con interesse tutte le ultime novità,ma non lo prenderò mai al lancio (anche visto il periodo di piena),ma nel 2012 potrei dargli una chance a prezzo ridotto!
  2. Emile Dragonsbane

    #2
    Miz mito totale, non c'è nulla da fare.
  3. Godot

     
    #3
    mikethemiz The Miz
    I'm giving this tweet to videogame.it This is their tweet..."Losers I'm w/ The Miz n about to interview him. Now I'm awesome." #gamescom
    19 Ago

    :rotfl:
  4. Pocoto

     
    #4
    E' stato veramente di parola :D
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!