Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2/12/2005

Xbox 360

Xbox 360 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Microsoft
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
2/12/2005
Lingua
Tutto in Italiano

Link

Speciale

[TGS 2005] Xbox 360 sbarca in Giappone

È il mercato più difficile, quello più refrattario alle avances dei plenipotenziari del colosso di Redmond: Microsoft ci riprova, "forte" delle esperienze passate, di dimensioni più ridotte, di un parco titoli più ampio e mirato... e di un prezzo di lancio particolarmente aggressivo. Ecco gli annunci Xbox 360 al TGS 2005!

di La Redazione, pubblicato il

Già allo scorso E3 2005 lo sparatutto in terza persona del team che ha dato i natali alla serie Unreal è apparso come uno dei titoli più spettacolari e promettenti della line-up di Xbox 360 per il prossimo anno (ad oggi la data di uscita è genericamente fissata per il 2006) e i diversi spezzoni di azione giocata mostrati oggi hanno confermato e potenziato le sue ottime potenzialità. È ovviamente il lato tecnologico a dominare la scena grazie a un rendering di luci e ombre spettacolare, ad architetture finemente dettagliate, a una marea di oggetti in movimento su schermo (impressionate ed enorme lo sciame di locuste che ogni tanto si palesa poco sopra le teste dei protagonisti) e a una fisica degli elementi assai consistente, che si mostra negli scontri a fuoco, nelle esplosioni, nel movimento dei veicoli. Cliff Bleszinski ha tenuto però a sottolineare che Gears of War non è solo apparenza, ma c'è tanta sostanza nel design del gameplay che promette di essere profondo, di esaltare gli elementi di cooperazione con i soldati della propria squadra e in generale di essere ben lontano dalla concezione più "arcade" del genere sparatutto. Non aspettatevi dunque un mix fra Serious Sam e Max Payne, quanto piuttosto un titolo che nella nostra mente scomoda capisaldi come Splinter Cell, Halo 2, Alien Versus Predator 2 e Close Combat: First to Fight. Tornando al lato tecnico gli intermezzi animati sono validissimi, in particolare sono impressionanti i primi piani dei personaggi (iper-dettagliati) con animazioni facciali e contrazioni muscolari davvero realistiche. Speriamo solo nella giornata di domani di poterlo provare nello show-floor approntato da Microsoft al TGS 2005 (ben 80 postazioni Xbox 360 più altre simulazioni di soggiorno centrate attorno alla nuova console). Secondo titolo chiave (quantomeno per il mercato giapponese) mostrato in azione all'evento odierno è Ninety-Nine Nights, gioco d'azione sullo stile di Dinasty Warriors, con un'ambientazione e dei protagonisti che ricordano però quelli della saga di Final Fantasy. Proprio come nel best seller di Square-Enix in Ninety-Nine Nights appaiono tecnicamente devastanti i filmati di intermezzo animati, mentre il la sezione gameplay (anch'essa comunque molto bella graficamente) è votato a un'azione incessante e fracassona dove dominano combattimenti all'arma bianca in cui sterminiamo nemici a gruppi di decine. Sullo schermo i personaggi sono tantissimi e il classico effetto nebbia sulla media distanza che tipicamente affligge produzioni del genere è qui limitato e sostituito da un realistico effetto di sfocatura sulla distanza. Nel cuore dell'azione è poi tutto un trionfo di effetti speciali, scie di luce prodotti, semitrasparenze e traslucenze generate dai colpi inferti e dalle combo.
Il resto della line-up di Xbox 360 è apparso più fugacemente in un video omnicomprensivo e in questo caso siamo rimasti senza fiato dinanzi ai pochi secondi dedicati a Resident Evil 5 (tecnicamente da urlo!). Poi - fra i tanti altri che sarebbero meritevoli di menzione - ci hanno favorevolmente colpito le sequenze di Dead Rising, del nuovo Sonic, dell'emulo di GTA targato THQ (Saint's Row), di Dead or Alive 4 e di Need For Speed: Most Wanted. Ma confidiamo di parlare più approfonditamente di giochi per Xbox 360 dopo gli "hands on" di domani in fiera.

DOMANDARE È LECITO...

Al termine della presentazione Yoshihiro Maruyama si è reso disponibile per una lunga sessione di domande e risposte, dalla quale sono emersi altri particolari interessanti. Il primo è che il prezzo molto concorrenziale di Xbox 360 non sembra aver convinto alcuni dei colleghi giapponesi presenti nella grande sala. Uno, in particolare, ritiene che alla console avrebbe giovato un prezzo inferiore di circa 10.000 Yen rispetto a quanto annunciato; un altro ha insistentemente domandato perché non fosse possibile inserire l'adattatore Wi-Fi all'interno della confezione di lancio della console.
Riassumendo le risposte di Maruyama-san possiamo comunque dire che al momento è ufficialmente prevista solo la versione completa di Xbox 360, e che la commercializzazione in Giappone della versione "core" non è ancora stata decisa. L'impressione è che non vedrà mai la luce da queste parti...
Microsoft sembra inoltre convinta che un lancio così ravvicinato non comporterà alcun problema nella distribuzione delle console, anche se Maruyama non ha voluto ovviamente sbottonarsi sul numero di Xbox 360 che verranno distribuite al debutto, così come non ha voluto indicare quante unità Microsoft si aspetta di vendere nel primo periodo per considerare riuscito l'esordio della nuova piattaforma nella terra del Sol Levante.
I prezzi dei giochi non dovrebbero, sempre secondo Maruyama, subire grosse fluttuazioni, assestandosi quindi sugli stessi livelli di quelli che sono attualmente in commercio per il primo Xbox; i giochi stessi hanno potuto godere della migliore strategia di sviluppo adottata per Xbox 360, e quindi è stato possibile dedicare più tempo alla loro creazione per realizzare titoli più adatti al pubblico giapponese. Per quanto riguarda le funzionalità multimediali, è stato confermato che Xbox 360 non proporrà un cavo video digitale in standard HDMI/DVI e che HD-DVD è al momento una caratteristica che non interessa il colosso di Redmond: non serve ai giochi, che avranno spazio a sufficienza su un DVD Dual Layer, mentre per i film Microsoft ha confermato nuovamente che prenderà decisioni in seguito.
La sessione di domande e risposte si è conclusa con qualche annotazione "a margine" (per esempio, il peso della console sarà di 3,6 Kg, un dato chiesto a gran voce da un collega a fondo sala) e con Maruyama impegnato a ribadire come secondo Microsoft la scelta di proporre la sua console in netto anticipo rispetto alla concorrenza alla fine si rivelerà quella giusta, grazie anche a iniziative come la Xbox 360 Lounge, un vero e proprio locale pubblico dove i giocatori giapponesi potranno recarsi per provare le ultime novità dedicate alla loro console.