Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2/12/2005

Xbox 360

Xbox 360 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Microsoft
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
2/12/2005
Lingua
Tutto in Italiano

Hardware

Un Xbox 360, un collegamento a Internet a Banda Larga e un abbonamento a Xbox Live sono il necessario per affacciarsi con la next gen console di Microsoft sull'ocenao della Grande Rete.

Multiplayer

Xbox Live è un insieme di servizi online pensati principalmente per giocare via Internet fra più utenti.

Link

Speciale

[Xbox 360] Internet e Xbox Live

La configurazione standard di Xbox Live è banale per la maggior parte degli utenti: la stessa Microsoft, infatti, è prodiga di spiegazioni sul collegamento "base". La casa di Redmond si mostra un po' meno ricca di informazioni sugli aspetti di "fine tuning" della nostra connessione. Vediamo di fare un po' di chiarezza...

di Alessandro Billeri, pubblicato il

La nostra nuova Xbox 360, come la sua "antenata" Xbox, permette di connetterci al servizio online Xbox Live di Microsoft attraverso la rete Internet. Il collegamento avviene utilizzando principalmente tre modalità.

1 - Diretta - attestando la console direttamente su un modem ADSL con presa Ethernet;

2 - Utilizzando un PC di transito - che, a sua volta, si affacci su Internet (grazie alla "condivisione della connessione Internet" dei sistemi Windows dal 98SE in poi, e quindi anche di Windows XP;

3 - Utilizzando un Router - che si affacci sulla "Grande Rete".

Al posto del classico adattatore di rete Fast Ethernet integrato nella console, è anche possibile usare un adattatore Wireless, ma il fatto di usare un mezzo di trasporto diverso (le onde radio piuttosto che il cavo) non sposta di una virgola l'essenza delle problematiche di rete. Se possediamo un Router ADSL già funzionante e configurato probabilmente ci basterà portare un cavo Ethernet dalla nostra Xbox 360 al router stesso (spesso dotato anche di almeno 4 porte switch), collegarlo e vedremo che, almeno al livello base, funzionerà già tutto. Ma naturalmente se abbiamo già un router ADSL probabilmente non siamo dei novizi del networking.
Il metodo più semplice di connessione a Internet di Xbox 360 è quello che utilizza la "condivisione della connessione ad Internet" integrata, come già detto, in tutti in Windows dal 98SE in poi (si veda anche il primo box). Tutte queste procedure, relativamente semplici, prevedono di NON dover impostare manualmente l'indirizzo IP di Xbox 360: in effetti in tutti questi casi è attiva sulla rete una procedura di "rilascio automatico degli indirizzi IP" detta DHCP. Il DHCP è una procedura che, in automatico, "insegna" alla nostra console Xbox 360 tutte le impostazioni di rete necessarie per poter entrare nella nostra LAN. Purtroppo tale procedura, semplice e immediata, non consente di sapere, a priori, quale sarà l'indirizzo IP assegnato alla nostra console. Vedremo in seguito perchè ciò rappresenti un problema.
Se parlare di indirizzi "pubblici" e "privati" sembra già una cosa poco chiara, consigliamo la lettura del box Piccola premessa sugli indirizzi IP.
La modalità "diretta" descritta all'inizio connette Xbox 360 direttamente a Internet, con la possibilità di usufruire di un indirizzo IP pubblico e un "affaccio" completo della macchina sulla Rete. Nella maggior parte dei casi, invece, ci si trova con la situazione descritta ai punti successivi: l'Xbox 360 ha un indirizzo IP privato e in quel caso si affaccia sulla rete attraverso una procedura detta NAT (Network Address Translation).

INDIRIZZI PER TUTTI

Semplificando molto la spiegazione, abbiamo sempre un apparato affacciato direttamente su Internet (un router o un PC con il modem ADSL) che ottiene un indirizzo IP pubblico con privilegi completi di esposizione, appunto, a Internet. Le altre macchine sulla nostra rete avranno indirizzi privati ai quali, invece, non è consentito presentarsi sulla rete pubblica.
Per consentire a tutta la rete locale di navigare ci viene incontro il nostro apparato, dotato dell'unico indirizzo pubblico che intercetta tutte le richieste di uscita su Internet provenienti dalla nostra rete e le modifica in modo che sembrino generate da lui stesso (che, ricordiamo, ha accesso pieno ad Internet). Quando arriveranno le risposte alle nostre richieste, l'apparato in questione si è "segnato" da qualche parte che quelle precise richieste venivano dal nostro PC piuttosto che da quello del nostro vicino di scrivania e ci reindirizza le suddette risposte.
Ultima nota: le porte TCP. Una facile metafora che farà sorridere i più esperti: supponiamo che l'indirizzo IP mi indichi Città, strada e numero civico (ossia il computer da contattare, unico su tutta Internet); bene, la porta TCP è l'interno a cui devo suonare per consegnare le mie richieste (in pratica scelgo un'applicazione ben precisa tra le tante che girano su quel PC). Facciamo un esempio: quando vogliamo contattare dal nostro PC, dotato di indirizzo privato, un server web come quello di Nextgame.it, il nostro browser (Internet Explorer) tenta di contattare l'indirizzo pubblico di Nextgame.it sulla porta TCP 80. Il nostro router dotato dell'unico IP pubblico vede queste richieste, le intercetta, modifica l'informazione in modo che sembri provenire da lui e la invia a www.nextgame.it sulla porta 80 dicendogli per esempio "rispondimi sulla porta 1250".

Il pacchetto di ritorno viene riconosciuto dal nostro router perché proviene da www.nextgame.it e chiede di contattare la porta 1250. Come avevamo detto il router ricorda, dalla porta che lui stesso aveva detto di usare, che quelle informazioni sono per noi e, quindi, le indirizza verso il nostro IP privato.

TESORO... MI SI È RISTRETTO IL NAT!

Microsoft, in maniera abbastanza arbitraria, ha suddiviso i possibili NAT a cui viene sottoposto Xbox 360 in tre diverse categorie: Aperto, Moderato, Stretto. Non ha molto senso in termini di Network, ma ce l'ha in dal punto di vista squisitamente pratico. Tali tipologie di NAT esemplificano esclusivamente gli effetti di quest'ultimo sul collegamento agli altri giocatori:
- un giocatore con NAT aperto può collegarsi a tutti gli altri giocatori,
- un giocatore con il Nat Moderato, solo ai giocatori con NAT aperto o moderato,
- un giocatore con il Nat stretto, solo a giocatori con il NAT aperto.

Microsoft non dice nulla di più, ma con le informazioni in nostro possesso e con la consapevolezza di cosa sia in realtà il NAT, possiamo intuire la strada migliore. Senza farci troppe domande è chiaro che, per usufruire al massimo del servizio Xbox Live, è necessario usufruire di un NAT aperto: in questo modo TUTTI gli abitanti della comunità Xbox Live saranno per noi raggiungibili. Microsoft non dice come fare, si limita a consigliarci di acquistare apparati di rete certificati da Microsoft stessa. In realtà la cosa è meno stringente di quanto ci voglia far credere. Come capire il tipo di NAT di cui stiamo usufruendo? Basta andare nelle impostazioni del sistema e fare effettuare all'Xbox 360 il test di collegamento a Xbox Live. Tra le voci che vedremo apparire c'è anche la tipologia di NAT.
Se siamo nella modalità "aperta" (connessa direttamente al modem) probabilmente godiamo già di un NAT aperto, mentre negli altri casi lo vedremo probabilmente "moderato".

UNIVERSAL "PLUG & PRAY"... MANUALE

Se il nostro apparato di rete supporta la modalità Universal Plug and Play (detta di solito UPNP) basterà attivare questa modalità per vedere il nostro NAT passare da "moderato" a "aperto". In realtà le stesse cose fatte in maniera automatica da tale modalità potremmo farle manualmente andando a forzare delle configurazioni nei nostri apparati di Rete o nei nostri PC, anche se per fare questo premettiamo che è richiesta una minima competenza sui concetti di network.
Il primo problema da risolvere è consentire agli altri giocatori di contattarci: per fare questo è necessario aprire sul nostro firewall le porte giuste, sia che si tratti del firewall del nostro PC di transito o di quello del nostro Router. Il servizio Xbox Live utilizza le porta UDP 88, UDP 3074 e TCP 3074. Mettendo queste impostazioni ci sono ottime probabilità che il nostro Xbox 360 si consideri soddisfatto e ci dichiari già NAT "aperto".
In realtà tale impostazione dovrebbe essere sufficiente solo su alcuni tipi di router più evoluti; per essere sicuri che le cose funzionino nella maniera più corretta sarebbe bene fare in modo che sia comunque simulato "l'affacciarsi" del nostro sistema su Internet. Per ottenere questo bisogna fare in modo che tutte le richieste che, dall'esterno sono dirette verso le porte TCP/UDP indicate sopra, siano in realtà reindirizzate verso il nostro Xbox 360. Ciò è tranquillamente fattibile sia da un router che da un comune PC dotato di Windows XP usando le impostazioni apposite nelle proprietà della "condivisione della connessione a Internet".
Per ridirezionare le richieste provenienti dall'esterno verso la nostra Xbox 360 dovremo necessariamente sapere a quale indirizzo IP la nostra console risponda. In questo caso il DHCP (l'assegnazione automatica degli indirizzi IP) si rivela deleterio. Dovremo quindi fare in modo che la nostra Xbox 360 abbia un indirizzo di rete statico sulla vostra rete locale, ossia "forzato a mano", in modo che ogni volta che la accendete sia sempre lo stesso. Se abbiamo un router dovremmo saper già fare senza problemi questa operazione (altrimenti non potremmo gestirlo), se invece usiamo un PC di transito la cosa più semplice è controllare le impostazioni di rete apprese in automatico e copiarle identiche in modalità manuale (a conti fatti avremo qualcosa come indirizzo IP: 192.168.0.x, Subnet mask: 255.255.255.0, gateway: 192.168.0.1). A questo punto saremo in grado di ridirezionare le porte giuste verso la nostra Xbox 360. Ancora una volta, per non appesantire il corpo dell'articolo, rimandiamo all'apposito box. Consigliamo anche di dare un'occhiata alle immagini per avere un'idea di cosa impostare.

L'ECCEZIONE FASTWEB

Fastweb costituisce una notevole eccezione a quanto sopra detto. Fastweb è raffigurabile come un'immensa rete privata in cui gli utenti, a meno di contratti particolari in cui la cosa è specificata, hanno tutti indirizzi privati. Anche se l'indirizzo di rete che ci viene assegnato "sembra" un indirizzo pubblico, in realtà si tratta di un indirizzo pubblico inutilizzato che Fastweb adopera sulla sua rete come se fosse un indirizzo privato.
Fastweb, per consentire la navigazione degli utenti, si affaccia su Internet attraverso dei collegamenti condivisi a banda molto larga che utilizzano il NAT. Siamo di fronte a un NAT fuori dal nostro controllo, nel quale l'indirizzo pubblico non è assegnato direttamente a noi ma rimane, per così dire, condiviso tra più utenti. Fino a pochi mesi fa tale impostazione costituiva un problema per gli utenti Fastweb che volevano collegarsi a Xbox Live; in molti giochi, infatti, c'erano grosse difficoltà di visibilità reciproca tra gli utenti Fastweb. Lo scorso novembre 2005 è stato stretto un accordo tra Fastweb e Microsoft per rendere la rete Fastweb certificata con il servizio Xbox Live. Attualmente, facendo in modo che la nostra Xbox 360 prenda un indirizzo assegnato direttamente da Fastweb dovremmo ritrovarci in una situazione di NAT aperto.