Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2/12/2005

Xbox 360

Xbox 360 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Microsoft
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
2/12/2005
Lingua
Tutto in Italiano

Hardware

Xbox 360 è ovviamente la piattaforma che ha rivestito il ruolo di protagonista in questo evento alla GDC 2008, ma come si evince dall'articolo qui accanto in casa Microsoft c'è sempre grande attenzione per il PC e un occhio di riguardo anche per la piattaforma portatile Zune.

Link

Speciale

[GDC 08] Il Keynote di Microsoft

È la casa di Redmond ad aprire ufficialmente i lavori.

di Simone Soletta, pubblicato il

Infine, la carrellata dei giochi "big" si conclude a ritroso con una demo giocata di Ninja Gaiden 2. Nulla di nuovo sotto il sole per questo nuovo capitolo, bello a vedersi e molto spettacolare e frenetico (giusto la telecamera troppo nervosa ci ha convinti poco), l'unica novità degna di nota riguarda la possibilità di salvare clip di gioco da mettere in condivisione attraverso Xbox Live, in modo da mostrare a tutto il mondo la propria abilità.

potere ai piccoli

La prima parte del keynote, al di là della solita, noiosissima parte "commerciale" a base di numeri, diagrammi e "slide", era rivolta principalmente ai tool di sviluppo che Microsoft mette a disposizione dei giovani sviluppatori. Ebbene, la novità in tal senso è la nascita di Xbox Live Community Games, un canale del Marketplace attraverso il quale i contenuti creati dagli utenti potranno essere distribuiti alla comunità degli iscritti al servizio online di Microsoft.
I designer avranno a loro disposizione un'identità particolare, "Creator Identity", che funzionerà esattamente come la Gamercard, raccogliendo i commenti dell'utenza e costruendo così la reputazione dello sviluppatore.
Un sistema di Peer Review servirà poi a classificare i giochi, con la comunità stessa chiamata a valutare la rispondenza del gioco pubblicato con le specifiche di contenuto annunciate (tipo di gioco, violenza, etc.) e a esprimere un gradimento. Con i nuovi strumenti messi a disposizione all'interno della piattaforma XNA (ribollente universo cui dedichiamo sempre oggi un altro speciale "ad hoc"), Microsoft sottolinea che è possibile ragionare in termini multipiattaforma: le piattaforme disponibili sono ovviamente PC e Xbox 360, ma anche lo Zune sembra pronto a espandersi decisamente in ambito videogiochi. È stato mostrato un semplice sparatutto a scorrimento verticale, portato dal PC al Xbox 360 e allo Zune, con il player portatile che non mostrava grossi problemi di gestione e di controllo, dando comunque la possibilità di pescare nel database delle canzoni contenute nella periferica per personalizzare la colonna sonora.
Viste le potenzialità wireless di Zune, poi, Microsoft ipotizza anche il supporto al multiplayer: chissà, magari il piccolo player musicale potrebbe rappresentare il primo passo del colosso di Redmond nel campo delle console portatili.

ultimo in bellezza

In questo resoconto temporalmente schizofrenico del keynote di Microsoft abbiamo lasciato per ultima Epic Games, presente non solo come creatrice di contenuti (Gears of War 2) ma anche e sopratuttto come fornitore di tecnologia. Tim Sweeney ha spiegato che lo sviluppo di un motore come l'Unreal Engine 3 non si ferma mai, e ha quindi mostrato alcune delle novità che gli acquirenti (e solo loro purtroppo) possono ammirare allo stand di Epic. In particolare, va citato un sistema di illuminazione decisamente migliorato, la possibilità di controllare moltitudini di modelli contemporaneamente (è stato mostrato un vero e proprio fiume di locuste che avanzavano lungo una strada, evitando automaticamente ostacoli), un nuovo supporto tecnico per l'acqua, sempre più bella, credibile e potenzialmente vasta (la profondità non è un problema, Willits ipotizza l'utilizzo di Unreal Engine 3 anche per titoli tipo Wave Race) e una fisica migliorata nei materiali semifluidi.