Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Xbox Live

Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Microsoft

Hardware

Ricapitolando, in caso si decida per una connessione incrociata col proprio PC, è necessaria una semplice scheda di rete Ethernet a 10/100 Mbit/s, un cavo Ethernet incrociato con connettori tipo RJ-45, un cavo USB (per il collegamento fra modem e PC) e, ovviamente, un abbonamento ADSL. Nel caso si possieda un Modem ADSL Ethernet serve, oltre al modem stesso, un cavo di rete per connetterlo a Xbox.

Link

Speciale

Xbox Live: due ipotesi di connessione

Xbox Live è una frontiera relativamente semplice da raggiungere... ma non troppo. Chi si aspettava di veleggiare nella Grande Rete al prezzo di un semplice schioccar di dita dovrà, per forza di cose, rivedere le proprie previsioni e il neofita potrebbe trovarsi spaesato da alcuni concetti relativamente nuovi per il mondo console. Nextgame.it vi offre un piccolo aiuto.

di Andrea Focacci, pubblicato il

CROCEVIA PER IL MONDO

Ammettiamo che non si abbia la minima intenzione di richiedere un cambio del proprio modem – vuoi perché pigri, vuoi perché il modem non è in comodato d'uso, ma regolarmente acquistato a peso d'oro – o l'idea di spostare il modem Ethernet in continuazione da PC a Xbox non ci attiri: quale soluzione si prospetta? Ed è qui che entra in gioco una scheda di rete, un buon cavo Ethernet incrociato e qualche piccolo grattacapo nella configurazione del nostro Personal Computer. Ma procediamo con ordine.
Il primo passo è sicuramente quello di acquistare una piccola scheda di rete ethernet da 10/100 Mbps: il consiglio è di non buttarsi a testa bassa su marche altisonanti né su hardware dalle incredibili doti particolari.
Per l'utilizzo limitato cui abbiamo intenzione di destinarla, basta una scheda di rete compresa in una fascia di prezzo fra le 15 e le 25 Euro ma che, in nessun caso, dovrebbe superare questo tetto massimo: un giretto per i negozi specializzati e in alcuni siti online può chiarire il quadro della situazione. Il secondo passo potrebbe impensierire qualcuno, magari poco incline o non troppo avvezzo ad aprire il "case" del proprio computer: la scheda di rete va infatti alloggiata in uno slot PCI libero e, senza particolari complicazioni, fatta riconoscere in modo automatico dal sistema operativo attraverso le classiche operazioni Plug&Play o grazie a un eventuale disco driver incluso nella confezione. A questo punto è sufficiente dotarsi di un cavo Ethernet incrociato (sottolineiamo incrociato) lungo quanto ci suggeriscono le esigenze logistiche e di spazio e di solito acquistabile per circa un Euro al metro. E' finalmente tempo di collegare Xbox e PC attraverso le rispettive porte Ethernet. Passiamo alla fase più complicata, ovvero la configurazione dei rispettivi indirizzi IP per computer e Xbox, affare che, di fatto, si limita esclusivamente al primo.
In caso si lavori in ambiente Windows 98, la procedura da seguire è la seguente: dal Pannello di Controllo, Installazione applicazioni, selezionare il setup di Windows ed installare la voce Condivisione della connessione Internet. Durante la procedura verrà chiesto di selezionare l'hardware da sfruttare (in questo caso la scheda Ethernet) e quindi configurare le proprietà TCP/IP della connessione, rintracciabili nelle proprietà delle Risorse di rete: il consiglio è di impostare l'indirizzo IP come 192.168.0.1 e la Subnet Mask come 255.255.255.0 o, ancor meglio, selezionare la configurazione automatica e lasciare che il PC decida arbitrariamente.
Per chi è abituato a lavorare con Windows XP la procedura è leggermente diversa, per quanto forse più intuitiva. All'interno di Risorse di rete, selezionare "Installazione di una rete domestica o una piccola rete aziendale" che vi seguirà passo per passo in ogni procedimento. A questo punto verrà chiesto di scegliere fra diversi metodi di connessione, con la prima voce "Il computer è connesso direttamente ad Internet. Gli altri computer in rete sono connessi ad Internet tramite questo computer" a fare prorio al caso vostro. Al termine della procedura verrà chiesto un eventuale aggiornamento, rifiutabile, e quindi sarete liberi di agire con le proprietà TCP/IP della connessione, nelle quali - a vostra discrezione - imposterete la configurazione automatica o inserirete i dati sopra riportati, avendo cura di lasciare intonsi il campo dedicato al Gateway e quello riguardante i DNS. Il vostro compito finisce qui: il computer è configurato in modo opportuno e il rimanente verrà gestito dal disco d'installazione del servizio contenuto nello starter kit di Microsoft, che riconoscerà le impostazioni del computer e procederà all'opera di adattamento in modo automatico. L'unica vostra premura sarà, in caso vogliate giocare online, quella di accendere il PC e lanciare la connessione Internet come se nulla fosse cambiato: a volte, l'apparenza inganna!