Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/8/2013

The Bureau: XCOM Declassified

The Bureau: XCOM Declassified Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Games
Sviluppatore
2K Marin
Genere
Sparatutto
Data di uscita
23/8/2013

Hardware

XCOM è previsto nei soliti formati Xbox 360, PlayStation 3 e PC.

Multiplayer

Il team sostiene di non voler inserire modalità multiplayer, anche se un no comment datoci in risposta a domanda diretta (restate sintonizzati per l'intervista completa) ci fa pensare che si stia valutando la possibilità di supportare la cooperativa.

Modus Operandi

Abbiamo assistito a una presentazione a porte chiuse di circa mezz'ora, durante la quale ci sono stati mostrati l'hub di gestione del gioco e un'intera missione.

Link

Eyes On

Parallelepipedi alieni

Un gioco carico di fascino e personalità.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Tanto quanto un anno fa, all'E3 2010, XCOM si è in questi giorni mostrato ai nostri occhi nella fiera di Los Angeles sotto forma di presentazione “hands off” all'interno di un ambiente arredato a tema. Computer, pareti, schermi, arredamento... tutto richiamava alla memoria immagini di una fantascienza old style e di ambienti vecchi cinquant'anni e più. E se questa descrizione, nel dopo-Bioshock, può dare un'impressione di già visto, la verità è che il titolo sviluppato dagli autori di Bioshock 2 ha dimostrato una personalità e un carattere molto più forti di quanto ci aspettassimo.

sparatutto tattico

L'idea alla base del gioco mescola le esigenze di uno shooter moderno con il desiderio di mantenere intatti alcuni elementi chiave dell'X-Com originale. Ed è su questa seconda esigenza che si basa la scelta di realizzare uno shooter dai forti elementi tattici. È per esempio presente un elemento di gestione strategica del team che accompagna il protagonista nelle missioni, da organizzare curando la crescita nelle abilità e nei “perk” dei diversi personaggi, strutturati secondo un semplice sistema di classi, con abilità e poteri primari e secondari (ovviamente difensive e offensive, fra scudi di protezione, attacchi per disabilitare o catturare tecnologie ecc... ). L'ambiente che fa da hub, tramite cui accedere alle varie missioni, propone una struttura tridimensionale interattiva, all'interno della quale sarà possibile interloquire con vari personaggi, organizzare l'assetto strategico della propria squadra e, insomma, prepararsi alla lotta.
La suddetta lotta è una situazione di guerriglia disperata contro una misteriosa razza aliena, che si presenta come palesemente superiore all'umanità per forza e organizzazione, e che deve essere compresa, sconfitta e assimilata un pezzo per volta, ribaltando contro essa le sue stesse tattiche. Gli alieni in questione, infatti, stanno provando a sgomberare la Terra dalla nostra fastidiosa occupazione, “terraformandone” la superficie. E gli esseri umani rispondono colpo su colpo, poggiandosi proprio su della trafugata tecnologia aliena per provare a respingere il nemico.

Gli alieni vogliono conquistare la Terra e rimodellarla secondo i loro porci comodi - The Bureau: XCOM Declassified
Gli alieni vogliono conquistare la Terra e rimodellarla secondo i loro porci comodi

mix di generi

L'approccio alla struttura di gioco pare non lineare: ci sarà sicuramente un cammino più o meno obbligato legato a doppio filo alla progressione narrativa, ma la rosa di missioni disponibili potrà essere consultata con ampi margini di libertà, per scegliere a piacere di cosa occuparsi. Una volta scesi in campo, gli scontri si svolgono tramite i canoni del genere FPS, con un sistema di coperture che appare piuttosto solido e scontri a fuoco cui viene applicata una sovrastruttura tattico-ruolistica. I due personaggi che accompagnano il protagonista in squadra possono ricevere ordini di vario tipo per posizionarsi sul campo, attaccare, generare diversivi o magari occuparsi della difesa, oltre ad azioni specifiche dedicate per esempio alla cattura di tecnologia aliena. In più, è presente un sistema di azioni speciali, gestite tramite menu radiale in pieno stile Mass Effect.
Attivandolo, l'azione rallenta a dismisura, e ci viene data la possibilità di scegliere con calma che cosa vogliamo fare. Queste azioni, in maniera simile a quanto avveniva nei vecchi X-Com, hanno un costo, presentato sotto forma di punti da spendere, legato a doppio filo alle abilità possedute dai personaggi in ballo. Diventa quindi fondamentale conoscere limiti e pregi della squadra che si è assemblata. Fra le azioni che è possibile intraprendere, come detto, c'è la cattura di tecnologia aliena. La razza nemica ha un design piuttosto particolare, fra alieni “base” che sembrano usciti da Tron e creature più imponenti che si presentano sotto forme assolutamente folli: combattere un enorme parallelepipedo non è proprio cosa che si vede tutti i giorni in un FPS.


Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    Sembra veramente, ma veramente un giocone, sia per stile che per "interpretazione" del genere FPS. Da top-5 dei miei most-wanted. Anche se, ahimé, il vero, vecchio e caro X-Com è tutt'altra cosa.

    Penso che se sviluppassero, in parallelo, un gioco strategico Xcom con questa ambientazione sarei al settimo cielo.
  2. utente_deiscritto_5167

     
    #2
    Mamma mia, che stile.
  3. babaz

     
    #3
    oh, non gli davo 2 centesimi a questo progetto
    invece sembra che - miracolosamente - siano riusciti a far vivere qualcosa di Sua Maestà UFO: Enemy Unknown in questo FPS. Tirato e levigato, intelligente ed intrigante
    Allora NON è una mera operazione di facciata!

    sono sconvolto
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!