Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Xenosaga Episode 1: Der Wille zur Macht

Anteprima

Xenosaga Episode 1: Der Wille zur Macht

Monolith Soft, sussidiaria di Namco, debutta con un Gioco di Ruolo per PS2, il primo capitolo di una saga che fa da preambolo agli eventi narrati in Xenogears, titolo uscito nel 1998 per Squaresoft. Xenosaga Episode 1 è stato finalmente svelato alla stampa lo scorso 7 luglio in giappone. Ecco i primi dettagli di questo ambizioso progetto.

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

Essenzialmente, il sistema di combattimento resta a turni e richiederà al giocatore l'uso di un pizzico di strategia. Meno turni si utilizzano e più rapidi si è nello sconfiggere un nemico, maggiore sarà il numero di punti esperienza e item che si acquisiranno. Come in Xenogears, gli scontri potranno essere corpo a corpo o con i mech: i mech potranno esser "chiamati" in battaglia utilizzando una speciale abilità, ma il loro utilizzo, dipenderà essenzialmente dal tipo di equipaggiamento dei personaggi. In base al proprio stile di gioco, inoltre, si potrà decidere se terminare Episode 1 utilizzando solo i mech o alternando mech e personaggi del party. Ogni mech avrà otto parti personalizzabili e ognuno avrà le sue specializzazioni e abilità.

GENESI

Xenosaga Episode 1, si pone in ordine temporale 14.000 anni prima di Xenogears e solo 1.000 anni avanti nel nostro futuro. La "Gerusalemme perduta" (la Terra) è stata abbandona e pare che tutti si siano misteriosamente dimenticati per quale ragione. I viaggi interstellari sono una cosa normale e la Star Cluster Federation ha ormai colonizzato circa mezzo milione di pianeti, connessi fra loro da un sistema di teletrasporti detto "Unus Mundus Network" (U.M.N.). La U.M.N. è amministrata dalla Vector Corporation, che invia flotte di coloni nell'universo, sotto il comando di Wilhelm, allo scopo di espandere il dominio dell'umanità in ogni direzione possibile, imponendosi anche con la forza se è necessario. La Vector è diventata così potente da avere peso politico all'interno della Federazione, quasi ponendosi in contrapposizione ad essa.
Ma i guai sono in agguato: una razza di alieni ostili, nota come Gnosis, ha spostato le sue mira di conquista verso i territori della Federazione. Gli Gnosis, esseri alieni semi trasparenti simili a gelatine, hanno fatto la loro comparsa molti anni prima rispetto all'epoca in cui si svolge il gioco. Contro gli Gnosis, la maggior parte delle armi convenzionali è inefficace. Le uniche forze in grado di contrastarli sono i giganteschi robot (alti più di quattro metri), noti come Anti-Gnosis Weapon System (A.G.W.S.) e i KOS-MOS. Ci sono due tipo di A.G.W.S.: AG e VX. Gli AG sono modelli standard utilizzati dalla flotta della Federazione e possono essere equipaggiati con armi adatte a fronteggiare ogni tipo di situazione, mentre i VX, sono modelli sperimentali utilizzati dalla Vector. Gli A.G.W.S. sono inoltre gli unici in grado di individuare la presenza degli Gnosis, grazie a un dispositivo detto D.S.S.S.
L'unico punto debole degli Gnosis è un'interferenza che si crea quando questi vengono in contatto con una sostanza fisica, interferenza che rende il loro essere "gelatinoso" più consistente per un breve lasso di tempo. Compito dei KOS-MOS è di creare questa interferenza. In questo contesto s'inserisco i nostri eroi. Shion Uzucki, una ragazza di 22 anni, è la leader del progetto di sviluppo KOS-MOS e fautrice della nuova serie di mech VX-1000 sviluppata per la International Conglomerate Vector. Shion, viene inizialmente chiamata ad investigare su un misterioso disastro accorso durante un test fra KOS-MOS e A.G.W.S. che è costato la distruzione di un intero pianeta. Di primo acchito appare come una ragazza brillante e intelligente, ma nasconde un tragico passato: la sua famiglia fu sterminata durante la guerra e due anni addietro, il fidanzato morì in un incidente. Nonostante questo è riuscita a mantenere un atteggiamento positivo nei confronti della vita.
Al suo fianco c'è sempre KOS-MOS, che sotto il suo aspetto di giovane diciottenne, nasconde in realtà la sua natura di androide da combattimento, che a quanto pare ricoprirà un ruolo centrale all'interno dello sviluppo della trama dell'intera serie di Xenosaga. Ovviamente KOS-MOS non è il suo vero nome, ma è la sigla che identifica gli androidi il cui scopo è combattere contro gli Gnosis. A lei ci si riferisce con "Chitsujo" (Order). Anche Chaos ha un ruolo di rilievo nella saga, questo ragazzo, dall'apparente età di sedici anni, è avvolto dal mistero. Infatti, pare abbia perso la memoria e che ogni ricordo del suo passato sia svanito, ma stranamente i suoi discorsi sono decisamente più maturi di quanto il suo aspetto fisico non tradisca. Ovviamente ai fan di Xenogears non è sfuggito il cognome Uzuki della protagonista. Inutile fare speculazioni sulla probabile parentela di Shion Uzuki con Citan Uzuki, uno dei principali personaggi di Xenogears.
Takashasi, che al momento ha scritto già la trama dei primi tre episodi e ha buttato giù il canovaccio dei successivi due, ha smentito assolutamente che vi siano legami fra i due personaggi, anche se effettivamente ci sono molti punti in comune, oltre al cognome. Così come non è neppure sfuggita la contrapposizione fra i nomi KOS-MOS (cosmo-ordine) e Chaos (caos): sono citazioni che, insieme al titolo di questo primo episodio, prendono spunto da Nietzsche. Oltre a Shion, Chaos e KOS-MOS, durante la conferenza stampa è stato mostrato un altro personaggio, una ragazza dai capelli rossi (che ricorda Elly) chiamata Momo, che in realtà sarebbe un "re-alien", una sorta di clone umano.

UN PO' DI ELEMENTI TECNICI

La grafica del gioco sarà interamente in 3D calcolato in tempo reale. I modelli dei personaggi avranno due livelli di dettaglio differenti, durante gli avvenimenti e gli interludi saranno visualizzati i modelli più dettagliati, mentre appariranno meno ricchi di poligoni durante le sequenze di combattimento. Inoltre, visto che tutto verrà realizzato sfruttando il motore del gioco, non ci saranno filmati in Computer Grafica. Come abbiamo già anticipato, Xenosaga sarà diviso in tre parti distinte: nella parte legata alla narrazione della storia (quella resa qualitativamente meglio), i personaggi avranno espressioni facciali, muoveranno i capelli e saranno doppiati; le parti del gioco legate all'esplorazione e, infine, quelle dei combattimenti, avranno una grafica meno sofisticata.
Come per Xenogears, la parte dedicata alla narrazione del gioco ha un peso rilevante, pare infatti che delle oltre trenta ore di gioco minime necessarie per terminare Xenosaga, sei saranno dedicate alle sequenze animate.
La pubblicazione di Xenosaga Episode 1: Der Wille zur Macht in Giappone è prevista per dicembre, anche se ufficialmente non ci sono state conferme, è più che probabile un arrivo localizzato per il mercato americano. Più delicata è invece la situazione per il mercato europeo, visto che Xenogears è giunto nelle nostre mani solo grazie all'importazione. C'è quindi il pericolo che anche il suo predecessore sia destinato a subire la stessa inspiegabile strategia di mercato. Ovviamente ci auguriamo che, essendo questo il primo episodio di una saga, trovi la sua giusta collocazione anche sul nostro mercato, troppo spesso preso in poca considerazione. I giapponesi in ogni caso godranno di un'edizione limitata di Xenosaga, inoltre, prima dell'uscita del gioco, verrà distribuito un DVD di 13 minuti con il trailer del gioco.