Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
65,00 Euro
Data di uscita
18/12/2003

XIII

XIII Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
18/12/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
65,00 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo stile grafico
  • Multiplayer molto valido
  • Controlli immediati e comodi

Lati Negativi

  • Intelligenza artificiale migliorabile
  • Difficoltà a volte sbilanciata

Hardware

Per destreggiarvi tra le vignette di XIII avrete bisogno di una copia originale del gioco e di una console Xbox PAL. Necessario inoltre un abbonamento a Xbox Live in caso vogliate giocare con le modalità online.

Multiplayer

XIII comprende modalità offline in split-screen per quattro giocatori e opzioni per Xbox Live o System Link disponibili per otto giocatori.

Link

Recensione

XIII

Vi è mai capitato di svegliarvi su una spiaggia, feriti e privi della memoria, inseguiti da esercito ed FBI, sotto continui tentativi di assassinio? A me si, e vi posso garantire che è assai spiacevole! Manco avessi assassinato qualche personalità importante! E inoltre, che roba è questo brutto tatuaggio che ho sul petto? C'è scritto "XIII". Mah... che giornataccia!

di Stefano Castelli, pubblicato il

Purtroppo l'affascinante modalità per un singolo giocatore di XIII è quella che contiene il maggior numero di difetti. Innanzitutto, il design dei livelli, sebbene di buona qualità, porta a sbalzi della difficoltà ripidi e severi: alcuni livelli del gioco sono disseminati di "checkpoint" che permettono di avanzare in relativa tranquillità, mentre altri vanno terminati tutti d'un fiato e contengono persino elementi che portano al subitaneo fallimento della missione. Ad esempio, nella quinta missione del gioco dovremo introdurci in un campo militare evitando di essere avvistati: basterà che un solo soldato ci avvisti e suoni l'allarme per decretare il fallimento dell'intera operazione, con relativa necessità di ripetere da capo la missione.
A questo si affianca un'intelligenza artificiale dei nemici troppo spesso deficitaria e poco credibile. I nemici agiscono in maniera molto lineare e prevedibile e molto spesso ignoreranno bellamente la presenza di cadaveri sul suolo o i rumori di oggetti che vanno in frantumi a pochi metri da loro, quasi avessero le percezioni limitate a pochi centimetri dal proprio corpo.

XIII E GLI AMICI

Non senza una certa sorpresa, le opzioni multiplayer di XIII risultano forse la punta di diamante del gioco, vista la quantità e la qualità delle modalità disponibili. Lo schema dei controlli snello e facile da apprendere rende XIII immediato per partite multi-giocatore e avvicina il suo gameplay a quanto visto negli scontri multiplayer di Time Splitters 2. Per ciò che concerne il multiplayer offline, XIII offre divertenti opzioni per un massimo di quattro giocatori, che si scontreranno tramite la classica ed efficace visuale a schermo condiviso.
Tre sono le modalità di gioco implementate per le sfide offline: i classici "DeathMatch" e "Team Deathmatch", cui si affianca il divertentissimo "Capture The Flag", l'ormai classico "Ruba bandiera" che risulta forse l'opzione più azzeccata e godibile.
Le stesse modalità di gioco diventano fruibili online tramite abbonamento a Xbox Live o attraverso System-Link tra più console: in questo caso il numero massimo di giocatori passa da quattro a otto. Grazie a questa divertente aggiunta, XIII si rivela un acquisto azzeccatissimo per chiunque sia patito di gioco online e ne abbia abbastanza di Unreal Championship o Return to Castle Wolfenstein.
Esclusiva alla versione Xbox del gioco troviamo la modalità "Sabotage", fruibile sia online che offline: questa opzione vede i giocatori divisi in due squadre, una messa a difesa di alcuni punti strategici sulla mappa di gioco e l'altra impegnata a distruggerli entro un determinato tempo limite.
Ad onor del vero la particolare struttura di alcune missioni (che vedono XIII cooperare con altri personaggi) avrebbe probabilmente aperto il gioco ad una modalità multi-giocatore cooperativa, ma in generale l'offerta multi-giocatore di XIII è di alta qualità e rappresenta forse il punto più valido dell'intero gioco.

MATITE E PASTELLI SU XBOX

Quale miglior soluzione del cel-shading per trasferire in un videogioco i personaggi di un fumetto? E infatti la scelta si rivela vincente, come già detto in precedenza. Oltre ad una chiara valenza stilistica, la grafica di XIII si fa notare anche per una buona solidità del motore tridimensionale, piuttosto disinvolto nelle varie fasi di gioco, tranne che in alcune situazioni in cui si nota qualche "singhiozzo" di troppo nella fluidità.
Purtroppo la qualità delle texture degli ambienti risulta spesso di bassa qualità, mentre le locazioni stesse denotano una certa povertà strutturale. L'aspetto grafico di XIII è comunque valido e competente, sebbene non sembri sfruttare particolarmente a fondo le potenzialità della console.
Il sonoro è qualitativamente misto. Doppiaggio ed effetti sonori sono molto validi, ma si sente nettamente la mancanza di un valido accompagnamento musicale. Non bastano i pochi motivetti che scattano in determinate situazioni a sopperire al senso di "vuoto acustico" che si percepisce per la maggior parte del tempo.
La qualità dell'adattamento italiano del gioco è molto elevata e comprende una traduzione competente e un doppiaggio di alto livello: la classica cura di Ubisoft per gli adattamenti "nostrani" non viene smentita.
Facendo un paragone con le altre due versioni di XIII pubblicate per console, quella per Xbox risulta globalmente superiore grazie ad una grafica migliore e più fluida rispetto a quella per PlayStation 2, garantendo allo stesso tempo il gioco online (assente nell'edizione per Gamecube).
In definitiva, XIII è risultato uno sparatutto in prima persona completo e ben confezionato, che offre un buon bilanciamento tra esperienza in solitario e opzioni multiplayer. Peccato per i difetti sopra descritti che minano in parte la modalità per un singolo giocatore, nonché per l'assenza di particolari innovazioni nel gameplay.
Gli amanti degli sparatutto in prima persona hanno comunque trovato un valido candidato per il ruolo di "Sparatutto natalizio 2003", specialmente se dotati di abbonamento ai servizi di Xbox Live.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Un gioco di buona qualità che non riesce ad assurgere al grado di eccellenza. XIII affascina il giocatore con uno stile grafico molto accattivante e una trama intrigante e ben narrata, ma allo stesso tempo non offre nulla di realmente nuovo nel panorama degli sparatutto in prima persona. I difetti descritti nella recensione tengono l'esperienza per un singolo giocatore lontana da meritati elogi, mentre le modalità multi-giocatore (sia online che non) rappresentano a sorpresa il punto più saldo dell'intero gioco, garantendo ore e ore di divertimento. Un acquisto consigliato ai patiti degli sparatutto in prima persona e agli amanti dell'omonimo fumetto, ma che con un po' più di cura sarebbe potuto diventare un classico nel suo genere.