Genere
Strategico in tempo reale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
99.900 lire
Data di uscita
7/7/2001

Z: Steel Soldiers

Z: Steel Soldiers Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Strategico in tempo reale
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
7/7/2001
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
99.900 lire

Lati Positivi

  • Ottima interfaccia utente
  • Ottima intelligenza artificiale
  • Grafica in 3D con spostamenti a 360 gradi
  • Ironico e divertente

Lati Negativi

  • Grafica non proprio spettacolare
  • Sistema di gioco simile al primo "Z"
  • Alcune icone possono risultare illeggibili

Hardware

Requisiti minimi: Windows 95/98/Me/2000 Pentium II a 266 MHz o equivalente 64 MB di RAM 650 di MB spazio libero su Hard Disk Lettore CD-ROM 4X Scheda audio compatibile DirectX 8 Requisiti consigliati: Windows Me/2000 Pentium II a 600 MHz o equivalente 128 MB di RAM 650 MB di spazio libero su Hard Disk Lettore CD-ROM 4X Scheda audio compatibile DirectX 8 Requisiti ottimali: Windows 2000 Pentium III a 850 MHz o equivalente 128 MB di RAM 650 MB di spazio libero su Hard Disk Lettore CD-ROM 8X Scheda audio Sound Blaster Live! o Aureal Vortex 2

Multiplayer

E' possibile avere sino a otto contendenti contemporaneamente su 20 mappe diverse da quelle del gioco single. La connessione può avvenire via rete locale (IPX), via Internet (TCP/IP) o tra due computer con un cavo null modem. Il dover conquistare più territori aggiunge interesse e divertimento anche al gioco multiplayer.

Link

Recensione

Z: Steel Soldiers

Dimenticate la facile vittoria sull'avversario, accantonate le strategie semplici e lineari, scordatevi di avere la possibilità di costruire tutto ciò che veramente desiderate. La vittoria, in Z: Steel Soldiers, è un optional. Vi attende invece una sfida durissima, senza esclusione di colpi. Sarete all'altezza della fiducia che pone in voi il Comando Centrale?

di Giuliano Boschi, pubblicato il

LA STRATEGIA AL POTERE

Z: Steel Soldiers offre, nel mondo dei giochi strategici in realtime, una piacevole originalità. La presenza dei territori da conquistare per poter gestire le proprie risorse abbinata all'immancabile missione da risolvere, consente un notevole ventaglio di possibili strategie. In altri giochi di questo tipo non si deve far altro che resistere agli attacchi del nemico nella propria base sino ad avere una nutrita truppa da lanciare verso l'inevitabile distruzione della base dell'avversario. Qui non è così. Le strategie possibili sono molte, possono essere basate sulla conquista dei territori e sulla loro difesa, oppure si può scegliere di correre dei rischi e cercare di ottenere una vittoria veloce ed appagante.
Anche la costruzione degli automezzi o dei robot, può condizionare le scelte operative, optando per molti mezzi leggeri ma veloci, rispetto a pochi veicoli ben corazzati e piuttosto lenti. Interessante e divertente è inoltre la possibilità di effettuare attacchi coordinati tra esercito, marina e aviazione.

DIVERTIMENTO E IRONIA

Il gioco, dialoghi compresi, e completamente localizzato in italiano. Le comunicazioni del Capitano Zod sono spassose e sapientemente ironiche. Sono evidenti i riferimenti al mondo del cinema, in particolare ai personaggi di film come Apocalypse Now e Il dottor Stranamore. Per terminare il gioco bisogna risolvere trenta missioni, suddivise in sei diversi scenari. Le missioni sono tutte collegate tra di loro da una storia che ci viene narrata dal Capitano Zod sotto forma di rapporti militari. Al cambio di scenario si assiste poi a dei racconti presentati con delle coloratissime strisce a fumetti, idea non nuova ma comunque simpatica.
E' possibile impostare il gioco su tre livelli di difficoltà; ovviamente il livello di difficoltà massima è anche quello più divertente con sfide sempre al limite della riuscita o del fallimento. Se volete semplicemente giocare e risolvere il tutto nel più breve tempo possibile, scegliete l'opzione di difficoltà minima: certo che così si perde la possibilità di vivere sfide eccitanti e travolgenti.
L'intelligenza artificiale è tra le migliori mai viste in questo genere di giochi. I nemici cercano, fra i tanti possibili, i bersagli strategicamente più importanti, come veicoli o personaggi principali e tendono a colpire gli elementi del gruppo più danneggiati o feriti. Se si insiste ad attaccare da un certo versante, le difese in quella zona vengono potenziate e, se si usano spesso aerei o elicotteri, potete stare certi che il nemico comincerà a costruire delle letali batterie missilistiche di difesa.
Valida anche la modalità multiplayer che consente di far giocare sino a otto partecipanti contemporaneamente tramite rete locale IPX o tramite Internet. In questo caso sono disponibili ulteriori venti mappe, diverse da quelle del gioco in versione single. La conquista e soprattutto la difesa dei territori e delle relative bandiere, rende il gioco multiplayer una vera guerra totale al contrario di altri giochi simili dove il tutto si riduce alla costruzione di un solo nutritissimo esercito da inviare a distruggere la base nemica.
Solo un accenno riguardo al manuale, completamente in italiano, ben fatto, completo ed esauriente: spiega in modo sintetico ma chiaro, tutte le opzioni e le funzionalità del gioco. La suddivisione in capitoli molto brevi facilita la lettura e l'individuazione del paragrafo che si desidera consultare.

AL DUNQUE

Z: Steel Soldiers è un gioco che ci sentiamo vivamente di consigliare agli appassionati di questo genere. L'impostazione grafica tridimensionale a 360 gradi è estremamente accattivante ed è veramente piacevole muoversi a volo d'uccello sul campo di battaglia, ingrandendo in un istante la zona più calda del territorio. Il sistema delle bandiere, rispetto a quello più tradizionale delle risorse multiple (oro, legna, cibo, ecc.) consente una maggior libertà strategica e regala quella piacevole incertezza per cui una partita non è mai persa, o vinta, sino all'ultimo istante. L'interfaccia utente consente di manovrare con rapidità diversi gruppi di unità, anche se dislocati nei punti estremi della mappa. I pulsanti del mouse sono utilizzati per gestire le unità, se premuti uno alla volta, o per muoversi sulla mappe, se spinti in accoppiata. In tal modo si ha nella proprie mani il controllo totale della situazione.
Soddisfacente gli effetti audio e sonori, anche se forse in questo settore si poteva fare qualcosina di più.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Se vi piace la guerra totale, ludicamente parlando, Z; Steel Soldier è il gioco che fa per voi. Ogni piccola porzione della mappa è bramata e desiderata da entrambe le fazioni e anche le strategie apparentemente più efficaci potrebbero risolversi in una bolla di sapone. Con una intelligente predisposizione dei comandi, è possibile, con il solo mouse, meglio se a tre pulsanti, dirigere e comandare tutto il quadro delle operazioni sino a muoversi a 360 gradi sulla mappa per essere presenti proprio la dove è più utile il nostro intervento. L'intelligenza artificiale del gioco è estremamente valida e la sfida darà filo da torcere anche ai più esperti.