Blog

Musica, maestro!

Venticinque anni percorsi dall'orchestra.

di Andrea Maderna, pubblicato il

E la musica? La musica c'è, ed è tanta. Il concerto, dicono i bene informati, è in realtà solo una parte dell'opera completa, i primi due movimenti, circa metà, rispetto a quanto andrà in scena nel tour dell'anno prossimo. Si tratta di un primo assaggio da tre tappe, Tokyo, Los Angeles e Londra, evidentemente organizzato quest'anno per celebrare la ricorrenza. La scelta musicale spazia avanti e indietro fra i venticinque anni della saga, proponendo un'esibizione nel cui sapore forte gioca tantissimo soprattutto l'amore di chi ascolta per quel che viene celebrato, più che la reale potenza delle composizioni. E in effetti, quando le note mi riportano alla memoria i miei preferiti fra i momenti trascorsi al fianco di Link, un brivido lo sento forte. La musica della Gerudo Valley, soprattutto, per qualche motivo, è un colpo al cuore, assieme a certi motivetti sempre tratti da Ocarina of Time, anche se pure il tema “ferroviario” di Spirit Tracks, forse per il semplice fatto che si tratta dell'ultimo episodio da me giocato, mi colpisce forte.

Pensierini giunti alla mente osservando le immagini sullo schermo gigante e lasciandomi trasportare dalla musica 2: O mamma, oddio, occacchio, è vero, venticinque anni, sono passati venticinque anni da quando ci giocavo - The Legend of Zelda: Majora's Mask
Pensierini giunti alla mente osservando le immagini sullo schermo gigante e lasciandomi trasportare dalla musica 2: O mamma, oddio, occacchio, è vero, venticinque anni, sono passati venticinque anni da quando ci giocavo

E sebbene ci siano momenti meno riusciti, con l'indice puntato violentemente verso quel quarto d'ora da educazione musicale in cui ci vengono presentati i singoli membri dell'orchestra facendo loro eseguire l'Ocarina Medley, la serata regala comunque un'emozione dietro l'altra, anche grazie a un bel dosare i picchi, con il medley intitolato al venticinquesimo anniversario prima dell'intervallo e con un filotto conclusivo da brividi, introdotto da un'adorabile Zelda Williams che torna sul palco e prova ad aprirsi. Racconta di essere stata una ragazzina introversa e chiusa, e di come siano stati importanti per lei i videogiochi e le emozioni che sapevano regalarle. Mentre parla di questo e si congeda, l'emozione è evidente, la voce tende a spezzarsi e l'impressione è che fugga dal palco anzi tempo per nascondere la commozione che esonda. Che cicci.

Fun Fact: Lo Zelda preferito da Zelda Williams è Majora's Mask - The Legend of Zelda: Majora's Mask
Fun Fact: Lo Zelda preferito da Zelda Williams è Majora's Mask

E vogliamo parlarne, di questo gran finale? Hyrule Field, il Great Fairy Fountain Theme, il movimento sinfonico di Twilight Princess e poi l'arrembante, esaltante, trascinante riarrangiamento del tema originale di venticinque anni fa, concluso da una standing ovation del teatro intero. Finita? Nah, è il momento di Koji Kondo, che si presenta al pianoforte e si esibisce solo soletto, tutto intenso, illuminato dal riflettore, per poi ringraziare tutti leggendo un discorso in inglese, visibilmente emozionato, con il foglio che trema nella sua mano. E poi ancora Aonuma, che scherza, si diverte, piazza lì una marchettina su Skyward Sword (e vabbé) e si congeda lanciando l'esibizione finale, il tema principale proprio del nuovo episodio in uscita a breve. Ed è tripudio.

Gran finale sulle note di Skyward Sword - The Legend of Zelda: Majora's Mask
Gran finale sulle note di Skyward Sword

Esco dal teatro soddisfatto e arricchito da una serata che fa bene al cuore. Certo, forse ho preferito il Video Games Live e la sua natura più multiforme e contaminata, ma alla fin fine cambia poco. Il punto è che una cosa del genere è una meraviglia, per mille motivi. Perché avvicina mondi lontani, perché porta di fronte a un'orchestra sinfonica gente che magari non ci andrebbe mai e poi mai, perché è uno dei mille modi che ci sono per collegare con un filo sottile la mente e il cuore di una folla unita da qualcosa di positivo. È qualcosa che tanti anni fa non sarebbe mai potuto esistere, è qualcosa invece sempre più destinato a farlo. È qualcosa di bello.

Che poi, pensa se al bambino di venticinque anni fa gli dicevi che a quei due concerti ci sarebbe andato perché il suo lavoro era scrivere di videogiochi. Gli esplodeva il cervello.


Commenti

  1. link900

     
    #1
    Ma no.. per un attimo ho pensato ci fosse lo streaming al concerto -_-..
  2. giopep

     
    #2
    Ahahahah, sorry
  3. bocte

     
    #3
    Che bell'articolo! Ho provato dei brividi lungo la schiena leggendolo!
    A me è capitato circa 4 anni fa di andare al 'Festival della Creatività' di Firenze per assistere ad un concerto di Uematsu.
    Tutto si è svolto sotto un tendone dalla dubbia acustica, con nessun maxischermo, con l'orchestra performer 'locale' e Nobuo che assisteva semplicemente in platea....
    Il contorno forse era 'povero' ma è stato semplicemente magico...
    Conservo ancora gelosamente video della serata e biglietto (che linko).
    E' meraviglioso riconoscere ad orecchio le 'canzoni' e riscoprire mondi, storie, ricordi, emozioni e momenti indimenticabili attraverso note che ti sono indissolubilmente entrati nell'anima.
    Non si puo' che chiudere gli occhi e via, volare! Solo la musica puo' tanto.
  4. Andrea_23

     
    #4
    Beloo : o.
  5. Mikael Deity Santrolli

    #5
    io c'ero! fantastico!!
  6. giopep

     
    #6
    Sì, è stato davvero bello. :)
  7. Mdk7

     
    #7
    Gran bell'articolo, il finale poi è fantasticamente vero.
    Comunque immagino la figata, già alla conferenza N dell'E3 l'inizio con l'orchestra in sala è stato veramente super...
  8. babaz

     
    #8
    ma come, nemmeno una foto una della "Cicci" (TM) inguainata di bianco
    altro che mascotte eh... uhhuuhuuh :DD
  9. Jeff

     
    #9
    Ma a fare il report potevo andare io, nintendaro e aspirante musicista classico.....
  10. giopep

     
    #10
    babazma come, nemmeno una foto una della "Cicci" (TM) inguainata di bianco
    altro che mascotte eh... uhhuuhuuh :DD

    In realtà la foto c'è, anche se mi rendo conto che è un po' da lontano. Purtroppo ero seduto dal lato sbagliato. :D
Continua sul forum (15)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!