Genere
Avventura
Lingua
Inglese
PEGI
3+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
15/4/2003

The Legend of Zelda: The Wind Waker

The Legend of Zelda: The Wind Waker Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Genere
Avventura
PEGI
3+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
15/4/2003
Lingua
Inglese
Giocatori
1
Prezzo
59,90 Euro

Link

Notizia

Space World 2001: Shigeru Miyamoto spiega la "trasformazione" di Zelda

Originalità come luce-guida per la nuova direzione intrapresa dal progetto.

di Alessandro Martini, pubblicato il

La presentazione del prossimo Zelda ha scatenato una serie di reazioni contrastanti tra pubblico e riviste online di settore, suscitando critiche, applausi, ripensamenti, argomentazioni e lunghi editoriali dalla coerenza quantomeno dubbia. Da parte sua, il creatore della serie Shigeru Miyamoto ha voluto spiegare le motivazioni del cambiamento radicale intercorso dal tech demo dell'anno scorso (e dell'E3) al nuovo Zelda che arriverà su GCN. "Una cosa che mi preoccupa sono i giocatori che hanno visto Link nella bellissima grafica offerta dal filmato originale; [l'ormai famosissimo duello tra Link e Ganon ndr] potrebbero aspettarsi una versione di lui molto più sofisticata rispetto a quanto si è visto nel nuovo Zelda. Non voglio tradirli o deludere le loro aspettative, per questo stiamo lavorando per rendere questo titolo davvero unico, perché l'originalità è un aspetto che i giocatori ricercano da sempre. Posso dire che siamo pronti a creare uno Zelda con questa fondamentale caratteristica." Nelle sue dichiarazioni, Miyamoto ha inoltre spiegato come l'obbiettivo di Nintendo resti ben fisso sulla qualità e unicità del prodotto finale e non sulla tecnologia, direzione che secondo il game designer è stata intrapresa con scarso successo dal mercato console negli ultimi tempi. Il passaggio dalla prima versione "adulta" alla successiva interpretazione cartoon è proprio il risultato di questa nuova linea di pensiero, portata a creare titoli originali e differenziati dalla massa anche se non perfettamente allineati ai gusti del pubblico. Senza dubbio bisogna dare atto alla casa di Mario di dimostrare, ancora una volta, enorme coraggio nello stravolgere visivamente una serie amatissima qual è Zelda e nel percorrere sentieri inesplorati (e quindi pericolosi) dai concorrenti. Resta da vedere se tale direzione verrà seguita anche dai giocatori, ma per questo abbiamo ancora molto tempo a disposizione (l'uscita del gioco è infatti prevista per fine 2002).