Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
€ 8,99
Data di uscita
4/12/2009

Zombie Driver

Zombie Driver Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Exor Studios
Genere
Azione
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
4/12/2009
Lingua
Inglese
Giocatori
1
Prezzo
€ 8,99

Lati Positivi

  • Ottima realizzazione tecnica
  • Gameplay divertente
  • Aperto alle modifiche amatoriali

Lati Negativi

  • Missioni ripetitive
  • Nessun supporto multiplayer

Hardware

Provato su un PC con processore Intel Core i7 a 3,1 GHz con 6 GB di RAM e scheda video GeForce GTX 260 con 1 GB di memoria, il gioco è risultato fluido alla risoluzione di 1680x1050 pixel con tutti i dettagli al massimo. Sul fronte dei requisiti minimi troviamo un processore a 1,6 GHz, 1 GB di RAM e una scheda video compatibile DirectX 9.0c con almeno 128 MB di memoria. È supportato il pad di Xbox 360. Il lavoro svolto sul versante grafico è encomiabile per quanto riguarda la città, l'illuminazione e la simulazione delle leggi fisiche; gli zombie esplodono in mille pezzi e lasciano copiose scie di sangue, come da copione.

Multiplayer

Non sono disponibili modalità multiplayer.

Link

Recensione

Carmageddon dove sei?

Una strage di non-morti con visuale dall'alto.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

C'era una volta (circa tredici anni or sono, per la precisione) un gioco politicamente molto scorretto, chiamato Carmageddon, che per qualche tempo ebbe il ruolo di "bersaglio preferito" di benpensanti e moralisti, un po' come nel decennio ormai trascorso è accaduto con la serie di Grand Theft Auto: la possibilità di salire in auto e iniziare a investire innocui pedoni come birilli del bowling deve essere qualcosa che manda letteralmente in tilt il cervello umano, soprattutto quello dei giornalisti disinformati e in cerca di sensazionalismo. Ebbene, all'epoca di Carmageddon il "disagio" fu tale che il publisher SCi fu costretto a sostituire i pedoni con degli zombie dal sangue verde in alcuni paesi, addirittura con dei robot in Germania; noi italiani, amanti del compromesso, ci beccammo gli zombie con il caro buon sangue di colore rosso, esattamente come nel qui recensito Zombie Driver di Exor Studios, alla sua prima prova commerciale dopo un ottimo esordio nel campo dei Mod.

ci penso io!

Alla stregua di un Carmageddon moderno, il gioco di questo minuscolo team polacco ci chiede di fare strage di pedoni, sebbene ormai passati a miglior vita, assegnandoci una serie di obiettivi che, in qualche modo, cercano di dare un senso a quelle che altrimenti sarebbero lunghe e noiose scorribande in cerca di bipedi e quadrupedi da spalmare sull'asfalto. La trama, blandamente narrata da una breve sequenza di artwork, ha come base la più classica delle "apocalissi zombie" in cui un'intera città viene evacuata e abbandonata a sé stessa: solo un impavido, pazzo e coraggioso cittadino - il giocatore, ovviamente - decide di andare a salvare un po' di gente asserragliata nei palazzi, facendosi guidare dalle istruzioni di un nullafacente comando militare (che potrebbe benissimo salvare tutti in elicottero, ma tant'è, non ha senso indagare sui controsensi di una siffatta premessa narrativa).

death rally

I mezzi che ci aiuteranno a portare a termine le missioni, come avrete intuito, sono tutti rigorosamente a quattro ruote e differiscono tra loro per velocità, resistenza e "impatto" sul corpo putrescente dei nostri amici zombie; quest'ultimo valore è di non secondaria importanza dal momento che andando incontro a una massa compatta di zombie la nostra auto tenderà a rallentare parecchio, consentendo ai non-morti di danneggiare la vettura e portarci rapidamente dalle parti del Game Over.
Le caratteristiche dei veicoli possono essere migliorate, col tempo, spendendo il denaro che otterremo dalle missioni, utile anche per l'acquisto e l'upgrade delle immancabili armi: mitragliatrici, lanciarazzi, lanciafiamme e nitro attendono solo di essere messe alla prova all'interno del non troppo variegato scenario - è sempre la stessa città - che ci si pone davanti a inizio missione.

massacro ragionato

Chi si aspettava quantità infinite di munizioni e devastazione su larga scala in puro stile Arcade rimarrà forse deluso visto che Exor Studios ha abbracciato una filosofia quasi simulativa, portando il giocatore a ragionare più del previsto intorno all'uso dell'arma equipaggiata e ad adottare uno stile di guida "tattico" che privilegia spesso l'integrità della vettura a discapito del punteggio, legato ovviamente alla quantità di zombie che riusciamo a spappolare. Non che manchino i bonus sparpagliati per la mappa, da andare a raccogliere in caso di necessità, ma l'assenza di una mini-mappa o di un qualsivoglia radar costringe a navigare "a vista", quasi sempre di fretta visto che i sopravvissuti da salvare non possono aspettarci all'infinito e alcune missioni pretendono anche di essere concluse entro un certo limite di tempo. La meccanica di gioco è insomma "coalizzata" contro la tranquillità del giocatore, a cui è richiesto di mantenere i nervi saldi e andare sempre in direzione degli obiettivi della missione, mettendo l'integrità della vettura in cima alle priorità e senza lasciarsi troppo andare al sadico piacere di sgommare sugli zombie.
In definitiva, si tratta di un gameplay abbastanza bilanciato per rendere piacevole il tempo che intercorre tra l'inizio e la fine della storia (non più di qualche ora), a dispetto di una ripetitività lancinante colmata soltanto dal gusto di cambiare auto, ogni tanto, o rendere più potente e letale quella che abbiamo appena riposto in garage. Per gli amanti delle sfide più improbe, è già disponibile da scaricare un Mod che rende l'ambientazione notturna e aggiunge l'illuminazione dinamica generata dai fari dell'auto.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Pur senza tentare un approccio innovativo al genere degli sparatutto con visuale dall'alto, Zombie Driver riesce a divertire con quel poco che offre, grazie soprattutto a un buon bilanciamento della difficoltà (con rari picchi di frustrazione) e a un ritmo mai troppo frenetico né eccessivamente "calcolato". La ripetitività delle missioni e dell'ambientazione è forse il difetto più grave ma, considerata la brevità dell'esperienza e il prezzo a cui il gioco viene venduto, ci sembra che non sia possibile chiedere molto di più. Da notare comunque che il gioco è modificabile a livello amatoriale e potrebbe quindi essere "espanso" dalla comunità degli appassionati nei prossimi mesi.

Commenti

  1. LoryLory

     
    #1
    ahahah... bellissimo. Chissà se si scateneranno le stesse polemiche di dieci anni fa, quando uccidevamo pedoni spixellosi in giro per piste 3D dozzinali.
  2. babalot

     
    #2
    LoryLory ha scritto:
    ahahah... bellissimo. Chissà se si scateneranno le stesse polemiche di dieci anni fa, quando uccidevamo pedoni spixellosi in giro per piste 3D dozzinali.
      ovviamente no, questi sono zombie :) però certo se facessero un bel Mod coi pedoni umani...
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!