Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Back 4 Blood, per gli sviluppatori il gioco è “più difficile del previsto”

Ad ammetterlo è Turtle Rock, lo studio di sviluppo che si è occupato del titolo. Per il futuro sono, però, previste patch risolutive.
Ad ammetterlo è Turtle Rock, lo studio di sviluppo che si è occupato del titolo. Per il futuro sono, però, previste patch risolutive.

Back 4 Blood è molto più difficile di quanto previsto inizialmente in fase di sviluppo. Ad ammetterlo è lo stesso Turtle Rock, il team di sviluppatori che si è occupato dell'adrenalinico sparatutto zombie rilasciato poco più di un mese fa. Fortunatamente, lo studio ha intenzione di risolvere, almeno in parte, i problemi che si celano dietro l'imprevista difficoltà extra.

“Sebbene un po' di difficoltà possa aggiungere longevità, al momento ci sono imprevisti e bug che abbiamo incontrato in fase di sviluppo che ora stanno rendendo il titolo molto più difficile di quanto previsto – hanno affermato gli sviluppatori in un post sulla community di Reddit Il nostro obiettivo era realizzare un gioco intenso. Stimolante. Ma non ingiocabile, né sleale. I player devono vincere o perdere in base alle loro azioni e per farlo devono trovare il loro equilibrio personale, che può essere raggiunto in parte solamente attraverso le continue regolazioni a tutti quei sistemi di gioco che coinvolgono il gameplay”.

Back 4 Blood: i problemi noti

Nello specifico, il problema maggiore sembrerebbe essere causato dallo speciale Ridden spawn che risulterebbe ancora troppo alto nonostante la patch già rilasciata agli inizi di novembre. Inizialmente tutto sembrava risolto, ma pare che un'ulteriore complicazione stia inficiando la giocabilità del titolo, causando la continua generazione di infetti speciali che potrebbero rendere le missioni ancora più frustranti per i player.

Un altro bug, inoltre, renderebbe più difficile da curare il danno da trauma che si accumula nel corso di una missione: una feature destinata a rendere il gioco più complesso, ma che proprio a causa del bug verrebbe distribuita troppo velocemente. Una patch avrebbe già risolto il problema per quanto riguarda il gioco online, mentre per le missioni offline bisognerà attendere il prossimo aggiornamento. Un altro argomento trattato dagli sviluppatori durante il live stream dedicato riguarda il matchmaking online e quei giocatori che prediligono lo speedrunning come metodo di completamento ai livelli più alti. Per evitare frustrazioni fra player, in futuro il team ha spiegato di voler dedicare un'apposita patch.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare