Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Folle armato di ascia distrugge una sala giochi

Nulla si è salvato all'interno del locale, né i cabinati dipinti a mano né i televisori vintage: il responsabile è stato arrestato.
Nulla si è salvato all'interno del locale, né i cabinati dipinti a mano né i televisori vintage: il responsabile è stato arrestato.

È stata una domenica di ordinaria follia quella vissuta nel quartiere Bywater di New Orleans, dove un uomo ha letteralmente fatto a pezzi i coin-op presenti nella sala giochi Sea Cave Arcade and Bar. L'individuo, noto come Wolf e già conosciuto per il suo carattere difficile, ha tenuto sotto scacco lo staff del locale e i suoi clienti.

Paura e delirio a Las Vegas New Orleans

La vicenda, degna di un episodio da serie TV, ha avuto inizio quando il soggetto ha ricoperto un cabinato con gli adesivi di un'armeria. Alla richiesta di allontanarsi da parte del proprietario ha risposto con una minaccia di morte. Una volta uscito, ha preso dall'auto un balisong (un coltello a farfalla) e dichiarato di essere in possesso di un fucile d'assalto.

Mezz'ora dopo, Wolf è tornato al locale armato di un lucchetto da bici con l'intenzione di chiudere tutti al suo interno e costringendo i presenti a una fuga rocambolesca. Come se non fosse sufficiente, la sua ira si è abbattuta su ogni finestra prima di dileguarsi e fare nuovamente la sua comparsa più tardi, brandendo un'ascia e rompendo ogni cosa, videogiochi (dipinti a mano con le grafiche originali), televisori vintage e monitor. Il risultato è quello visibile qui sotto.

Non contento, il soggetto si è nuovamente palesato la sera successiva, questa volta con una pistola, mentre il proprietario e alcuni clienti stavano cercando di sistemare quanto rimasto nella sala giochi. Il successivo intervento della polizia ha finalmente fatto scattare le manette ai suoi polsi.

Il crowdfunding per ricostruire la sala giochi

Lo staff del locale ha aperto una campagna di crowdfunding sulla piattaforma GoFundMe con l'obiettivo di raccogliere i fondi necessari a riparare il riparabile e a tornare presto operativi. Nel momento in cui viene scritto e pubblicato questo articolo, 390 persone hanno già scelto di dare una mano, contribuendo con circa 18.500 dollari.

Fonte: NOLA.com
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare