Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

PlayStation, dirigente scoperto ad adescare un 15enne

Il dirigente di PlayStation George Cacioppo, precisamente Senior Vice President of Engineering del PlayStation Network, è stato "beccato" mentre cercava di adescare un 15enne per scopi sessuali sull'app di incontri Grindr.
Il dirigente di PlayStation George Cacioppo, precisamente Senior Vice President of Engineering del PlayStation Network, è stato "beccato" mentre cercava di adescare un 15enne per scopi sessuali sull'app di incontri Grindr.

Il dirigente di PlayStation George Cacioppo, precisamente Senior Vice President of Engineering del PlayStation Network, è stato “beccato” mentre cercava di adescare un 15enne per scopi sessuali sull'app di incontri Grindr.

L'adescamento è stato immortalato, letteralmente, da un gruppo indipendente USA che si occupa di lotta ai pedofili, chiamato “People v. Preds”, che ha poi pubblicato un video che ritrae Cacioppo mentre aspetta il ragazzino in casa sua.

Stando a diverse fonti, sembra che dopo la pubblicazione del video Sony abbia licenziato il dirigente in tronco. Cacioppo è una delle tante persone scoperte dal gruppo People v. Preds che cerca di attirare i potenziali pedofili in diverse chat, spacciandosi per minorenni.

Oltre al video, il gruppo ha pubblicato anche una serie di screenshot e documenti che testimoniano la intenzioni del dirigente Sony: Cacioppo avrebbe infatti inviato anche foto intime al (finto) 15enne e intrattenuto conversazioni a sfondo sessuale. Ad un certo punto il dirigente ha chiesto un incontro al ragazzino, ma al suo appartamento si è presentato, invece, un cameraman. A quel punto Cacioppo si è chiuso nel suo appartamento fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Al momento non ci sono comunicazioni ufficiali da parte di Sony che confermano il licenziamento di Cacioppo. Tuttavia, tramite un suo portavoce, l'azienda ha confermato a CNET di “essere al corrente della situazione e che la persona in questione è stata rimossa dall'impiego”. Il gruppo ha agito in maniera autonoma, senza avvisare le autorità competenti, a cui è stato comunque inviato tutto il materiale raccolto. Ora probabilmente le autorità si faranno carico del caso.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare