Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Pokemon Go, poliziotti ignorano una rapina per giocare: licenziati

Due agenti di polizia statunitensi sono stati licenziati perché colti a giocare a Pokemon Go durante il servizio anziché intervenire per sventare una rapina.
Due agenti di polizia statunitensi sono stati licenziati perché colti a giocare a Pokemon Go durante il servizio anziché intervenire per sventare una rapina.

aNonostante sia ormai passato qualche anno, Pokemon Go continua ad essere giocato da tantissime persone che, alcune volte, sono spinte a compiere azioni insensate ignorando il mondo (reale) circostante pur di catturare un Pokemon con il gioco in realtà aumentata firmato Niantic.

È questo il caso di due agenti di polizia che, in USA, sono stati licenziati perché colti ad ignorare una richiesta di assistenza di un collega durante una rapina in corso, proprio perché impegnati a giocare a Pokemon Go.

Due poliziotti e uno Snorlax

I due poliziotti sono finiti sotto processo e hanno dovuto ammettere la loro colpevolezza, perdendo di conseguenza il lavoro. Stiamo parlando di Louis Lozano ed Eric Mitchell e il caso risale ad aprile 2017, quando ancora la “febbre da Pokemon Go era ad altissimi livelli”.

Mitchell e Lozano avevano ricevuto una chiamata nientepopodimeno che da un ufficiale di pattuglia, il quale chiedeva di essere assistito per sventare una rapina in corso al Macy's del Crenshaw Mall di Los Angeles. I due si trovavano in zona, ma non hanno risposto alla chiamata.

A prova del “misfatto”, nel verbale sono state riportate le conversazioni fra i due agenti catturate dalla dash cam del sistema video digitale presente nelle auto della Polizia.  Mentre si spostavano in auto, nei 20 minuti successivi alla chiamata dell'ufficiale, i due si sono infatti confrontati sulla cattura dei Pokemon. Sembra che l'obiettivo fosse uno Snorlax.

 

 

 

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare