Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Street Fighter compie 35 anni e festeggia con tante novità nel 2022

Street Fighter spegne le sue prime 35 candeline. Per l'occasione, Capcom pubblica un logo celebrativo e promette annunci nel corso dell'anno.
Street Fighter spegne le sue prime 35 candeline. Per l'occasione, Capcom pubblica un logo celebrativo e promette annunci nel corso dell'anno.

Quella di Street Fighter è una gloriosa storia in pixel e poligoni fatta di sale giochi, mazzate e una buona dose di hadoken. Storia che è iniziata in quel lontano 12 agosto 1987, quando Capcom rilasciò la versione arcade del primo capitolo in Giappone.

Il franchise picchiaduristico per eccellenza compie allora 35 anni nel 2022, con la stagione estiva a rappresentare inevitabilmente l'occasione giusta per festeggiare con tutti i crismi del caso. Il colosso di Osaka lo sa bene, ed è proprio per questo che si è portato avanti andando a pubblicare un logo che celebra questo importante traguardo.

Il logo per il 35esimo anniversario di Street Fighter – visibile nel tweet più in basso in questo stesso articolo – è piuttosto semplice ma decisamente d'effetto, ed è solo la ciliegina sulla torta di un'annata che vuole e deve essere speciale per i fan di Ryu e Chun-Li.

Capcom ha infatti confermato che il nuovo capitolo di Street Fighter – il sesto – sarà annunciato nel corso del 2022. A quanto pare, per stessa ammissione del team di sviluppo nipponico, l'ultimo personaggio pubblicato per Street Fighter V Champion Edition, Luke, sarà in qualche modo coinvolto nel futuro episodio del beat ‘em up. Probabilmente con un ruolo importante nella narrazione.

Nonostante non vi sia ancora l'ufficialità, è poi possibile che la compagnia dagli occhi a mandorla vada a lanciare una nuova raccolta celebrativa per i 35 anni del brand, mettendo contemporaneamente l'acceleratore sul merchandising a tema.

In attesa di saperne di più, ricordiamo che Street Fighter 6 sarà sviluppato senza il supporto del creatore della saga, Yoshinori Ono, che ha deciso di lasciare Capcom nel 2020 senza rendere note le motivazioni dietro questa scelta. In più, sarà interessante scoprire se anche il sesto capitolo salterà l'appuntamento con le piattaforme dell'ecosistema Xbox come già fatto dal predecessore.

Cosa ne dite, anche voi siete impazienti di tornare a combattere nel dojo? Fatecelo sapere nei commenti più sotto!

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare