Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

FIFA 22: "I bambini non devono spendere soldi in FUT", parola di EA

L'annoso problema delle loot box torna alla ribalta con FIFA 22, in particolare per quanto riguarda i minori. E Electronic Arts ha deciso di dire la sua.
L'annoso problema delle loot box torna alla ribalta con FIFA 22, in particolare per quanto riguarda i minori. E Electronic Arts ha deciso di dire la sua.

Ora che sia FIFA 22 che eFootball hanno fatto il loro debutto sul mercato, una nuova stagione calcistica virtuale è entrata nel vivo. Per altro con una sfida che pare aver già trovato il suo vincitore.

E se è vero che la nuova declinazione di quello che fu Pro Evolution Soccer non convince gli appassionati, allo stesso modo anche FIFA si ritrova in un momento storico particolare. Non solo per via delle recensioni estremamente negative legate all'edizione per Nintendo Switch, ma anche per la “fama” che precede la struttura di FIFA Ultimate Team, giocatissima modalità multiplayer della produzione. Modalità che rappresenta la maggiore fonte di guadagno per Electronic Arts negli ultimi anni, ma che con le sue loot box – per alcuni paragonabili al gioco d'azzardo – tenta anche i bambini ad investire denaro reale per creare la propria squadra dei sogni.

Con EA ad aver più volte ribadito l'importanza e la legittimità delle loot box all'interno di FUT, non sono rari i casi di giovanissimi che irresponsabilmente hanno utilizzato le carte di credito dei propri genitori per spendere cifre folli in-game.

Considerati i precedenti, il colosso di Redwood City ha deciso di dire la sua a riguardo. In particolare, il Chief Experience Officer Chris Bruzzo ha sottolineato ai microfoni del portale Eurogamer.net che i bambini e i ragazzi minorenni non dovrebbero in nessun caso utilizzare soldi per ottenere FIFA Points all'interno di FUT:

I bambini non dovrebbero spendere in FIFA. Quando esaminiamo le registrazioni degli account, vediamo una percentuale molto bassa di account di persone di età inferiore ai 18 anni. Ma, cosa ancora più importante, la nostra impostazione predefinita non consente di effettuare spese agli account di persone minorenni. Lavoriamo con Sony e collaboriamo con Microsoft anche per istituire controlli sulla spesa come impostazione predefinita per i bambini. I bambini non dovrebbero spendere in FIFA, punto e basta.

Una presa di posizione netta, ma che di fatto lascia in sospeso una discussione rilevante per le sorti di FIFA 22, ma anche per l'intero settore videoludico.

Intanto, se fan del calcio virtuale, potete acquistare FIFA 22 su Amazon in versione PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e PC a prezzo di listino, mentre la versione Legacy per Nintendo Switch è proposta a prezzo budget.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare