Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Migliori videogiochi educativi per bambini (PlayStation e altre console)

Classifica dei migliori videogiochi educativi per bambini: lista di giochi per PlayStation, Nintendo Switch e PC.
Classifica dei migliori videogiochi educativi per bambini: lista di giochi per PlayStation, Nintendo Switch e PC.

Nonostante i videogiochi vengano spesso visti dai genitori come unica fonte di divertimento e svago, alcuni di questi possono in realtà essere utilizzati per aiutare i bambini a vivere una vita più sana, creativa e in compagnia di amici e parenti. Proprio per questo motivo, dopo i Migliori giochi per bambini per PS4 e PS5 adatti 4 ai 12 anni, abbiamo oggi deciso di stilare una lista dei migliori videogiochi educativi per bambini, disponibili su PlayStation, Nintendo, PC, console varie e, in alcuni casi, anche su smartphone e tablet. Ovviamente però, come qualsiasi altra cosa, l’eccessivo utilizzo dei prodotti seguenti potrebbe comunque avere un risvolto negativo, e perciò, invitiamo i genitori a controllare sempre l’attività di gioco del minore, così da evitare qualunque possibile pericolo o eccessivo attaccamento alle attività videoludiche.

In coda all’articolo troverete inoltre una breve guida in cui analizzeremo i principali dettagli da considerare durante la scelta di un qualsiasi videogioco (e che noi stessi abbiamo utilizzato nella scelta dei titoli da segnalare). In questo modo, chiunque potrà scegliere personalmente i giochi educativi bambini preferiti, anche se non presenti nella nostra lista. Fatte quindi le dovute premesse, iniziamo subito.

I migliori videogiochi educativi

Come già ampiamente anticipato nell’introduzione, le nostre scelte non sono state prese tenendo in considerazione una specifica piattaforma di gioco, bensì l’effettiva capacità del videogioco di insegnare a qualsiasi bambino, anche se in piccola parte, di vivere una vita più sana e creativa. In questo modo, i genitori potranno decidere di optare per l’acquisto di titoli compatibili con le console già in possesso, o di acquistare le console in base alla quantità di videogame educativi a disposizione.

Minecraft

Iniziamo subito con il titolo che molto probabilmente i genitori stessi conosceranno benissimo, in quanto molto popolare e molto giocato ancora oggi a qualsiasi età. Stiamo ovviamente parlando di Minecraft, il quale consentirà ai bambini di immedesimarsi in un viaggio di avventura e creatività. Lo scopo principale del gioco sarà infatti quello di collezionare tutte le materie disponibili nella natura, per poi utilizzarli per costruire edifici e oggetti vari. Ovviamente tali materie diminuiranno ad ogni costruzione, riuscendo quindi ad instaurare nella mente del bambino il concetto relativo all’importanza delle cose e all’eventuale spreco delle risorse. Inoltre, le materie potrebbero anche essere viste come una trasposizione del denaro, da utilizzare solo in casi di necessità e in maniera bilanciata.

Minecraft può essere acquistato su Amazon a 23,99 euro

Minecraft

Animal Crossing: New Horizons

Animal Crossing: New Horizons è l’ultimo capitolo di una saga molto popolare tra tutti gli appassionati delle console Nintendo. Anche in questo caso ci troviamo difronte ad un gioco molto creativo e colorato (in perfetto stile Nintendo), in cui il proprio personaggio dovrà riuscire a costruire la propria casa raccogliendo tutti i materiali presenti su un’isola deserta. Col tempo però, nuovi personaggi abiteranno la stessa isola e il bambino potrà cogliere l’occasione per imparare a cooperare divertendosi. Ovviamente l’ambiente potrà poi essere abbellito a piacimento, sempre però facendo affidamento alle proprie risorse a disposizione, senza sprecarle eccessivamente.

Il gioco è presente su Amazon a 49,99 euro

Animal Crossing: New Horizons

SimCity

Non poteva ovviamente mancare nella nostra lista quello che da molti viene considerato come il gioco educativo per eccellenza. SimCity è sempre stato disponibile su tantissime piattaforme diverse (persino su macOS, sistema operativo non molto incline al mondo del gaming) e dal 1989 accompagna diverse generazioni di bambini durante tutta la fase della crescita. L’obiettivo principale del gioco è quello di vestire i panni del sindaco di una città, la quale dovrà essere gestita nel migliore dei modi per assicurare il benestare dei propri cittadini, sia dal punto di vista economico che di quello della società. La versione più recente è del 2013, ma ancora oggi quella del 2003 (SimCity4) risulta essere la più giocata al mondo.

Questo gioco è disponibile all’acquisto su Amazon al costo di 60,13 euro

SimCity

Age of Empires IV

Non sempre i videogiochi di guerra devono essere considerati come il male assoluto per i bambini. Lo dimostra infatti Age of Empires IV, gioco di strategia per certi versi molto simile ai precedenti, in quanto basato sulla costruzione di abitazioni, clan, eserciti e altro ancora. Grazie alle ambientazioni storiche infatti, i bambini potranno imparare l’arte della creatività dal punto di vista di ben 8 civiltà di verse che hanno realmente vissuto nel nostro pianeta: Cinesi, Mongoli, Sultanato di Delhi, Dinastia Abbaside, Inglesi, Francesi, Sacro Romano Impero e Granducato di Mosca. Ovviamente le considerazioni da fare rimarranno sempre le stesse, poiché il giocatore dovrà comunque imparare a gestire tempo e risorse nel miglior modo possibile.

Age of Empires IV può essere acquistato su Amazon a 45,6 euro

Age of Empires IV

Nintendo LABO

Torniamo ora a parlare di Nintendo, con il primo videogioco che offre al bambino un’interazione reale e tangibile degli oggetti presenti sullo schermo. Nintendo LABO è un progetto nato diversi anni fa e che include nell’acquisto dei frammenti di cartone, i quali potranno essere assemblati per generare tanti oggetti presenti nella vita reale, come: una canna da pesca, uno sterzo, delle automobili e molto altro ancora. In questo modo, il bambino dovrà effettivamente lavorare per ottenere gli oggetti che in seguito potrà utilizzare per giocare. A seconda della costruzione infatti, verranno sbloccati mini giochi controllabili tramite gli oggetti in cartone assemblati. Il titolo riuscirà quindi a sbloccare una certa creatività, oltre che ad insegnare al minore di impegnarsi per riuscire a guadagnare il divertimento e lo svago.

Il gioco è presente su Amazon a 37,99 euro

Nintendo LABO

Overcooked

Spostiamoci ora in cucina per parlare di Overcooked, fonte di insegnamento su vari livelli. Lo scopo principale del gioco sarà quello di gestire la cucina di vari regni, cercando sempre di riuscire ad esaudire le richieste degli ospiti senza farli attendere eccessivamente. In più, grazie alla modalità multiplayer, sarà possibile suddividere i vari compiti tra un massimo di 4 giocatori, migliorando così le capacità cooperative dei bambini. Ovviamente non mancheranno le solite considerazioni da fare sulla quantità di prodotti a disposizione, sugli sprechi e sui tempi da rispettare per soddisfare la clientela.

Disponibile su Amazon al prezzo di 23,16 euro

Overcooked

Pokémon Go

Pokémon Go è l’unico gioco della lista ad essere esclusivamente disponibile su smartphone e tablet, sia Android che iOS. Tutti i bambini conoscono ovviamente il mondo dei Pokémon e chiunque ha sempre sognato di poterli catturare nella vita reale. Sotto questo punto di vista, Pokémon Go ha finalmente esaudito il desiderio, riuscendo persino a portare con se delle tecniche di gioco dinamiche e salutari. Chi conosce questo titolo infatti, sa benissimo che i mostriciattoli non appariranno sempre in casa come per magia e che per poterli catturare tutti bisognerà necessariamente uscire e camminare. Potrebbe quindi essere vista come un’ottima scusa per respirare aria pulita, fare attività fisica e fare amicizia con altri bambini con interessi comuni. Ovviamente però, le strade sono anche ricche di diversi pericoli e per questo motivo il genitore dovrà comunque stare molto attenti alle azioni del minore, avviso che lo stesso gioco mostrerà su schermo ad ogni avvio.

Questo gioco è disponibile all’acquisto su Amazon al costo di 57,9 euro

Pokémon Go

Big Brain Academy

Quando si affronta il discorso dei videogiochi educativi per bambini, risulta essere impossibile lasciare da parte la saga di Big Brain Academy, da anni molto giocata sulle console Nintendo. Si tratta infatti di un titolo basato sulla risoluzioni di enigmi (logici, matematici e mnemonici), che ovviamente non potrà che sviluppare e migliorare le capacità intellettive di ogni giocatore. L’ultima versione risale alla fine del 2021, Big Brain Academy: Sfida Tra Menti per Nintendo Switch, la quale consentirà anche di divertirsi in compagnia con amici e parenti.

Il titolo è disponibile all’acquisto su Amazon al costo di 23,99 euro

Big Brain Academy

LittleBigPlanet

Chiudiamo la nostra lista ai videogiochi educativi con un gioco ad alto tasso di creatività, poiché sarà letteralmente necessario generare livelli, personaggi e antagonisti personalmente. Ogni bambino avrà infatti la possibilità di costruire tutti gli ostacoli in base alle proprie preferenze, condividendo poi i livelli anche con amici e parenti e con tutti i membri della community online. In questo modo saranno spronati a rendere il tutto sempre più difficile e avvincente. I colori e i personaggi saranno anche molto adatti ad un’età più giovane, poiché ispirati alle bambole di pezza dei nonni.

Disponibile su Amazon al prezzo di 9,9 euro

LittleBigPlanet

Come scegliere un gioco educativo per bambini

Eccoci quindi arrivati alla sezione dell’articolo in cui proveremo brevemente ad illustrare tutti i dettagli che noi stessi abbiamo utilizzato per selezionare tutti i videogiochi educativi presenti in questa guida all’acquisto. Di conseguenza, invitiamo tutti i genitori a tenerli molto in considerazione durante la scelta di tutti quei titoli non presenti nella classifica stilata in alto e che potrebbero comunque interessare al bambino.

Età

Il primo fattore nella scelta dei videogiochi educativi non può che essere quello relativo all’età. In realtà su questo piano sarà molto facile orientarsi, in quanto esiste già un indicatore europeo che assegna ad ogni gioco l’età più bassa da avere per poterlo giocare. Quest’ultimo è definito come indicatore PEGI e risulta essere molto visibile già nella copertina del videogioco scelto. Tale elemento però, non definirà il “livello di educazione", ma semplicemente la tipologia di contenuti presenti (non consigliati per utenti con età inferiore a quella consigliata).

PC o Console

Come sicuramente avrete avuto modo di notare nella prima parte di questa classifica ai videogiochi educativi, qualunque console (persino PC, smartphone e tablet) dispone di giochi potenzialmente educativi per i bambini, tuttavia, se proprio dovessi consigliarne una in particolare, allora non potremmo che optare per Nintendo Switch. In generale, tutte le console di Nintendo offrono principalmente titoli divertenti per giocatori di tutte le età (con particolare attenzione sull’età più giovane), ma ovviamente quella attualmente in commercio offrirà sempre i migliori giochi aggiornati. Qualora si preferisse spendere di meno, si potrà comunque optare per la versione “Lite", compatibile con gli stessi giochi di quella classica.

Genere

I generi orientati verso l’educazione sono parecchi, ma ovviamente il genitore dovrà optare per quello di maggiore interessa per il bambino. I giochi di strategia ad esempio (come i primi tre visti in questa guida), svilupperanno molto la creatività e l’utilizzo di risorse fisiche e di tempo, mentre i titoli simili a Big Brain Academy tenderanno a migliorare il ragionamento logico e matematico. Infine, qualora si volesse invogliare il bambino a fare più attività fisica, bisognerà optare per titoli più dinamici, come appunto Pokémon Go, oppure anche Just Dance.

Prezzo

Il capitolo prezzo è parecchio soggettivo, in quanto potrebbe variare anche in base all’età del bambino. Un ragazzo più piccolo potrebbe infatti non considerare più di tanto la qualità grafica o l’eccessiva attenzione ai dettagli e alle dinamiche di gioco (in genere migliori nei giochi più costosi), mentre un ragazzo più grande potrebbe effettivamente apprezzare maggiormente considerazioni di questo tipo. Piccola nota di merito su questo punto per Pokémon Go, che essendo free-to-play potrà effettivamente essere giocato in maniera completamente gratuita. Tuttavia, ricordiamo che al suo interno saranno presenti acquisti in-app, perciò, consigliamo ai genitori di eventualmente disattivarli o di eseguire personalmente le operazioni di acquisto.

Considerazioni conclusive

Siamo quindi arrivati alla fine dell’articolo, in cui speriamo di aver inserito i migliori videogiochi educativi attualmente disponibile su tutte le console. Ovviamente teniamo a precisare che non si tratta degli unici titoli in commercio e che chiunque potrà scegliere quale acquistare, facendo magari riferimento proprio alle indicazioni incluse in alto. Noi abbiamo cercato di variare il più possibile tra tutti i generi che più di altri dispongono di capacità educative, ma non è escluso che alcuni di questi potrebbero effettivamente aiutare il bambino a fare più progressi rispetto ad altri.

Risulta infatti essere molto importante considerare sempre le preferenze del minore, in quanto un gioco noioso o poco gradito potrebbe risultare sostanzialmente inutile ai fini dell’educazione. La scelta dei videogiochi da acquistare potrebbe quindi in qualche diventare anche una simpatica attività tra genitori e figli. Infine, ribadiamo nuovamente che, qualora non si disponesse ancora di console o piattaforme di gioco, questa guida potrà essere considerata anche come un ottimo metro di giudizio su quella da acquistare, tenendo appunto in considerazione il livello di educazione per i bambini.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare