Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

Migliori controller PS4: guida a joystick e scuf per PlayStation 4

Vediamo i migliori controller per PlayStation 4: guida aggiornata alla scelta di un joystich compatibile per PS4.
Vediamo i migliori controller per PlayStation 4: guida aggiornata alla scelta di un joystich compatibile per PS4.

Nonostante l'uscita ufficiale di PS5 e a causa della sua scarsa reperibilità, la vecchia generazione della console Sony è ancora un prodotto di punta. Per questa ragione, sono ancora molti gli accessori corrrelati venduti, in particolare i controller. Non sempre è facile riuscire a trovare il giusto controller per la PS4. Al di là di quelli forniti insieme alla console, infatti, c'è un vasto mercato di prodotti più o meno di qualità. Il problema principale risiede nel fatto che non per tutti gli utenti è facile individuare quali sono le caratteristiche essenziali che distinguono un buon controller da uno di qualità inferiore. Il risultato di questo problema, è che spesso ci si ritrova a discriminare i prodotti in base al prezzo, che però non è sempre sinonimo di qualità. Sono diversi i fattori di cui bisognerebbe tenere conto nella scelta del prodotto e, proseguendo nella lettura di questo articolo, avrete modo di vedere quali sono i fondamentali oltre che una selezione dei migliori cinque attualmente reperibili sul mercato a prezzi ragionevoli.

I migliori joystick controller e scuf per PS4 del 2021

Ci sarebbero decine di prodotti differenti fra i quali scegliere ma, tenendo in considerazione l'essenziale rapporto fra qualità e prezzo di vendita, quelli proposti di seguito sono i cinque migliori che è attualmente possibile acquistare per la propria PS4.

PlayStation 4 – Dualshock 4 Controller Wireless V2

Primo della lista non può che essere il classico Dualshock 4, gamepad ufficiale della PS4 e prodotto direttamente da Sony. Non c'è effettivamente bisogno di presentare questo prodotto a chi già possiede una PlayStation, si tratta del classico pad in dotazione con la console, provvisto di touchpad e texture per un miglior grip sull'impugnatura. Può funzionare via Bluetooth anche su pc o smartphone e, per quanto riguarda la PS4, è compatibile con la versione 3.5 o superiore del sistema operativo. È molto leggero, pesando soli trecento grammi, e anche abbastanza piccolo da risultare gradevolmente ergonomico. La durata della batteria, in media, può arrivare alle 15 ore di gioco ma non ha una vita molto longeva visto che, soprattutto per giocatori molto incalliti, può fermarsi verso i tre mesi.

Il prezzo Amazon per il Dualshock 4 è di 69,99 euro 

PlayStation 4 – Dualshock 4 Controller Wireless V2

Nacon Revolution Pro Controller 3

Il discorso cambia se, da un prodotto più basilare, ci spostiamo verso il Revolution Pro Controller di Nacon. Le differenze più evidenti sono due: il primo luogo, questo gamepad funziona solo tramite USB. Il cavo è incluso nella confezione ma bisogna comunque rinunciare alla comodità del wireless. La seconda differenza rispetto al gamepad standard PlayStation è il posizionamento degli stick che, in questo caso, sono asimmetrici. Si tratta di una scelta che appoggia l'attuale tendenza ergonomica nel design dei gamepad ma, per una questione di abitudine, può risultare fastidiosa ad alcuni giocatori. I grilletti sono un po' più grandi, aspetto che li rende più immediati da utilizzare e il software dedicato consente una rimappatura completa dei tasti. A livello puramente fisico, il Nacon Revolution Pro è molto più massiccio, con un peso che arriva a 770 grammi e che gli conferisce una certa solidità. La scelta dei materiali lo rende comunque comodo e facile da impugnare.

Il prezzo Amazon per il Revolution Pro Controller Nacon è di 69,99 euro 

Nacon Revolution Pro Controller 3

Controller PS4 JJAMSWALLL

Sicuramente più economico è il controller Dualshock ‎JJAMSWALLL. Si tratta di un prodotto di fascia media che, a differenza della proposta Nacon vista in precedenza, non offre particolari funzionalità che vadano oltre un normale gamepad PS4. Il design è sicuramente gradevole ed è chiara una particolare attenzione per l'ergonomia, visibile anche nell'ottimo grip dell'impugnatura che è anche antisudore e antiscivolo.  Questo controller è wireless e la batteria promette un'autonomia di dieci ore circa prima di necessitare di una ricarica.

Il prezzo Amazon per il Dualshock di JJAMSWALLL è di 29,99 euro 

Controller PS4 JJAMSWALLL

Controller PS4 Razer Raiju Tournament Edition

In una lista del genere non poteva certo mancare Razer Raiju. Il controller integra, inoltre, diverse funzionalità pensate per migliorare le prestazioni. Un esempio è la hair trigger mode, in grado di ridurre la corsa del pulsante in modo da velocizzare l'esecuzione del comando all'interno del gioco. Il controller, inoltre, è interamente gestibile via applicazione mobile: c'è la possibilità di rimappare tutti i pulsanti così come di regolare la sensibilità di levette e input di movimento. Il dispositivo, inoltre, può essere utilizzato con tre funzionalità: connessione PS4, PC o via cavo, il tutto per rendere la connettività più rapida. C'è ovviamente spazio anche per l'ergonomia: il design è gradevole e dalle forme accoglienti, e i materiali scelti garantiscono una presa salda senza troppi problemi.

Il prezzo Amazon per il Razer Raiju è di 108,68 euro 

Controller PS4 Razer Raiju Tournament Edition

Thrustmaster Eswap Pro controller PS4

Infine, una particolare nota di merito è dovuta al Thrustmaster Eswap Pro. In questo caso, siamo davanti a un prodotto del tutto diverso, senza dubbio unico nel suo genere. Iniziamo con il dire che questo gamepad è cablato e quindi, se state cercando qualcosa di wireless, non fa al caso vostro. Il punto di forza del dispositivo, però, non risiede in questo aspetto quanto nelle possibilità di personalizzazione. I moduli che ospitato pulsanti, levette e croce direzionale, infatti, sono interamente estraibili. In questo modo, si ottiene la possibilità di disporre i pulsanti nel modo che si trova più comodo. Ovviamente, la modularità lascia ampio spazio alla personalizzazione.

Il prezzo Amazon per il Thrustmaster Eswap Pro è di 133,03 euro 

Thrustmaster Eswap Pro controller PS4

Come scegliere un controller PS4

Esistono alcuni criteri tecnici per selezionare un controller che sia di qualità per la propria PS4. Ovviamente, come per ogni prodotto, il metro di giudizio più comune è quello del prezzo, che però non è sempre garanzia di qualità. Spesso, infatti, ci si può ritrovare con in mano un gamepad che presenta problemi di compatibilità o non garantisce il comfort essenziale al giocatore. Va sottolineato come alcuni elementi siano strettamente soggettivi, ma anche in questi casi bisogna sapere dove guardare per trovare ciò di cui si ha bisogno. Per questo motivo, di seguito, trovate una lista delle quattro caratteristiche essenziali che non possono mancare in un buon controller.

Compatibilità con PS4

Può sembrare banale specificarlo, eppure sul mercato esistono diversi controller che non hanno una piena compatibilità con PS4. Nei casi più gravi, questo si può tradurre in una impossibilità di connessione, ma spesso può portare a problemi anche più fastidiosi come un'errata mappatura dei tasti o l'impossibilità di utilizzo di alcune caratteristiche peculiari, come il Dualshock o il Touchpad. Per queste ragioni, la prima cosa di cui assicurarsi è che il gamepad che s'intende acquistare abbia una piena compatibilità con PS4, cosa verificabile in genere dal logo della console che viene comunemente riportato sulla confezione.

Tipo di collegamento

Questo è un aspetto estremamente soggettivo, che dipende molto dalle abitudini di gioco dell'utente. Per collegare un controller alla propria console esistono due opzioni: il cavo o la connessione tramite bluetooth. Da un punto di vista tecnico, il cavo consente tempi di risposta più brevi, anche se si parla di frazioni di millisecondo e l'innovazione tecnologica sta gradualmente coprendo questo divario. Inoltre, la connessione senza fili porta sempre con sé il problema della batteria, che potrebbe scaricarsi nel mezzo di una partita o, con il tempo, smettere di funzionare. Bisogna però tenere presente il fatto che un controller wireless può essere sempre usato anche con il cavo, mentre il contrario, di fatto, è impossibile. Appurato che le differenze tecniche non sono tantissime, si tratta soltanto di stabilire quali dei due modelli di connettività sia più affine alle proprie esigenze e abitudini di gioco.

Funzionalità

I moderni gamepad sono qualcosa in più del solito agglomerato di pulsanti. Con l'evolversi della tecnologia e il simultaneo aumentare dell'attenzione rivolta al mondo del gaming, infatti, alcuni controller integrano una vasta gamma di funzioni aggiuntive che possono migliorare di molto l'esperienza di gioco. Bisogna specificare che, in questi casi, si va incontro a spese più consistenti per l'acquisto, ma che sono ben giustificate. Se si è dispondere a sopportare un costo più elevato, quindi, è bene farlo per un gamepad che abbia un ricco assortimento di funzioni aggiuntive che ne giustifichino il prezzo. Le possibilità sono molte, come la semplice presenza di tasti aggiuntivi o una particolare cura nelle meccaniche, che consenta ai pulsanti di avere una corsa più breve e quindi un feedback più rapido. Esistono poi gamepad interamente configurabili, sia nella mappatura dei pulsanti che in aspetti più sottili, come i livelli di sensibilità delle levette che, in genere, sono impostate a un livello standard sul quale l'utente non può interferire in alcun modo. Inoltre, esistono controller modulari, che consentono quindi di modificare la disposizione fisica di pulsanti e levette, permettendo di adattare il dispositivo stesso alle proprie esigenze. Infine, alcuni controller consentono anche di regolare il feedback di vibrazione, permettendo di regolarne intensità, durata e tipologia a seconda delle proprie preferenze.

Design ed ergonomia

Si tratta forse dell'aspetto più delicato di un controller, che spesso risulta difficile da valutare se non si stringe in mano il gamepad. Quando si parla di design, i primi due canoni da tenere a mente sono forma e peso. Per quanto riguarda la forma, le preferenze sono spesso soggettive. In generale, vale la regola che il miglior pad è quello che meglio si adatta alla presa di chi lo utilizza, quindi dimensione e struttura possono essere ottime per qualcuno ma disastrose per altri. Per quello che riguarda il peso, invece, il discorso è più univoco: è bene scegliere un pad che sia il più leggero possibile, in modo da non stancarsi troppo durante una sessione di gioco. C'è inoltre da considerare i materiali di cui è materialmente composto l'oggetto, soprattutto nella parte dell'impugnatura. Un gamepad ha bisogno di un buon grip, preferibilmente integrato con una copertura antiscivolo e sudore. Se il pad tende a scivolare, infatti, non si riuscirà mai ad avere una presa salda, rischiando di lasciarsi sfuggire i controlli dalle dita. Attenzione anche alla struttura delle levette e alla loro dimensione: dato che in genere vengono azionate tenendole fisse in una direzione per lunghi periodi, è importante che la loro superficie garantisca una presa salda, altrimenti rischiano di scivolare lungo le dita. In ultimo, anche se non certo per importanza, considerare posizione e dimensioni di tutti i tasti del controller: questo genere di dispositivi, infatti, dovrebbe essere pensato perché ogni comando sia facilmente raggiungibile senza muovere le mani dall'impugnatura.
Riassumendo quanto detto finora, il mercato dei controller per PS4 è, ad oggi, molto fertile. Esistono diverse innovazioni nel campo e, se si desidera uscire dallo schema dei controller standard, si può trovare dei prodotti di qualità in grado di migliorare di molto l'esperienza di gioco. Di sicuro, scegliere un buon gamepad è un compito meno facile di quanto si possa credere e bisogna sempre tenere sincerarsi di averegaranzie di compatibilità, connettività che risponda alle proprie esigenze, una fornitura di funzioni aggiuntive proporzionale al prezzo e un buon design che renda agevole l'utilizzo. Se si tiene bene a mente questi fattori, valutare l'effettiva validità di questi prodotti diventa più semplice ma bisogna comunque tenere a mente che i prezzi, in molti casi, possono salire anche di molto. Il metodo migliore di procedere, in ogni caso, rimane quello di stilare una lista delle proprie priorità, in modo da essere sicuri di riuscire a trovare il prodotto che meglio risponda alle proprie esigenze.

Domande frequenti sui controller PS4

Serve un controller originale per giocare con PS4?

Grazie all’apertura di molte aziende tech verso il campo del pro-gaming si può utilizzare la propria PS4 anche con controller non proprietari di Sony. Di sicuro, possiamo dire che, se si è soddisfatti dell’esperienza basilare dei controller originali, allora la scelta dei prodotti Sony è più che sufficiente e al contempo sicura. Tuttavia, rivolgendosi verso altre aziende, è possibile acquistare gamepad tecnologicamente più evoluti, in grado di offrire possibilità aggiuntive. Una lista di quelli di più recente fattura, oltretutto, è disponibile direttamente sul sito dedicato a PlayStation, segno che comunque le partnership con produttori terzi sono ormai una realtà assodata. Rivolgendosi ai prodotti segnalati da Sony stessa, non si rischia di incorrere in nessun tipo di problema legato alla compatibilità del prodotto con la console. In caso contrario, invece, è sempre opportuno verificare (magari sul sito del produttore) se esiste il rischio di riscontrare questo tipo di difficoltà.

Meglio un controller wireless o con filo?

Una domanda che si pongono in tanti e alla quale è spesso difficile dare una risposta senza tener conto delle preferenze personali. In ogni caso, ci si può sempre rifare a un fatto basilare: i controller wireless hanno anche un cavo che viene utilizzato per la ricarica. Quando il controller è collegato via cavo può essere utilizzato e questo fa sì che di fatto sia utilizzabile anche come dispositivo cablato. Il contrario, ovviamente, non è mai possibile.

Quali sono le migliori marche di controller per PS4?

Nel mondo del gaming esiste una serie di brand ormai consolidati che si occupano di fornire accessori e, ormai, spaziano liberamente fra il mondo PC e quello delle console che sono sempre più vicini. Per questo motivo, se si cerca un controller che sia il top di gamma, è facile trovare i nomi ormai noti ai quali rivolgersi. Al di là della stessa Sony, che produce accessori di ogni tipo per le sue console, Nacon e Razer sono le due aziende che più di altre si sono distinte in questo specifico settore. Sono partner ufficiali di Sony, tanto che i loro controller sono rintracciabili sul sito di PlayStation, e da sempre sono specializzati nella produzione di accessori top per il gaming. I controller di queste due aziende sono lo stato dell’arte in materia e, con ogni nuovo prodotto, cercando di integrare nuove funzionalità e tecnologie innovative per migliorare l’esperienza di gioco. Va detto che le cifre a cui i loro prodotti sono venduti supera i cento euro, ma si può dire senza problemi che si tratta di prezzi del tutto giustificati. L’esperienza con i loro gamepad è di livello superiore e, pertanto, più costosa.

Quali sono i migliori controller economici?

Nel caso in cui si debba sostituire un controller, magari perché ha smesso di funzionare, ci si può rendere conto facilmente come quelli originali non siano a buon mercato. Quando si cercano soluzioni più economiche, rivolgersi a produttori terzi può essere una buona idea. Le stesse Nacon e Razer citate poco prima hanno nella loro offerta controller di vecchia generazione, completamente compatibili con PS4 ma a prezzi più calmierati dei loro prodotti di punta. È il caso, ad esempio, del Nacon Compact, un gamepad di fattura eccellente dotato di funzioni basilari per un normale dispositivo PS4 e venduto a un prezzo ragionevole. C’è poi tutto un universo di controller a basso costo, spesso pensati per essere usati anche con gli smartphone, che è compatibile in diversi casi con PS4. Qui i prezzi possono scendere e anche di molto, ma c’è bisogno di fare attenzione all’effettiva qualità del prodotto prima di acquistarlo, altrimenti si rischia di ritrovarsi con qualcosa di poco rispondente alle aspettative. Una particolarità da tenere presente, inoltre, è di quanto il prezzo possa scendere se si sceglie un controller cablato. Per chi è disposto a rinunciare alla tecnologia bluetooth, infatti, è spesso possibile trovare prodotti dalle funzionalità evolute a prezzi per niente eccessivi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare