Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Prodotti
Notizie

PC gaming da 600 euro assemblato: le migliori configurazioni

Recensioni a guida all'acquisto dei migliori PC da gaming da 600 euro. Consigli per la migliore configurazione sul mercato.
Recensioni a guida all'acquisto dei migliori PC da gaming da 600 euro. Consigli per la migliore configurazione sul mercato.

Al giorno d'oggi il mondo del gaming è in costante sviluppo ed evoluzione. Il progresso tecnologico, infatti, ha permesso la realizzazione di componenti sempre più piccoli, potenti ed efficienti. In relazione a ciò, molti si chiedono se sia possibile assemblare un PC gaming dalle buone prestazioni con 600 o 650 euro. L'obiettivo principale del testo che segue è quello di fornire una risposta alla precedente domanda, entrando nel merito delle componenti hardware principali che costituiscono un pc gaming 600 euro.

Leggendo le prossime righe, è bene tenere a mente che una configurazione PC gaming non è univoca, ma può essere bilanciata diversamente a seconda delle esigenze. In questo contesto, tuttavia, verranno proposte un'insieme di componenti che possono essere impiegate per realizzare diversi assemblaggi.

Se cerchi una soluzione più economica, vedi anche l'approfondimento sui migliori PC da gaming tra 200 e 500 euro.

Assemblare un PC gaming da 600 euro: le componenti

Come precedentemente anticipato, in questa sezione verranno illustrati i principali componenti necessari per l'assemblaggio di un PC gaming da 600 euro. Questi consistono in processore, SSD RAM interna per overclocking, scheda madre, scheda grafica, alimentatore, case e SSD interno.

Processore Intel Core i5-9400F

Tra i componenti indispensabili per l'assemblaggio di un pc da gaming, vi è sicuramente il processore. In questo caso, prendiamo come riferimento un Intel Core i5-9400F. Questo componente è caratterizzato da una velocità di clock di base di 2.9 GHz, una socket CPU del tipo LGA 1151, e una smart cache secondaria da 9 MB. Ideato per il funzionamento in Windows, il processore in oggetto è in realtà composto da sei processori, permettendo agevolmente operazioni di multitasking.

In aggiunta, con la tecnologia Intel Turbo Boost, il clock del processore può essere accelerato fino ad una frequenza massima di 4.1 GHz, garantendo prestazioni ottimali in caso di carico elevato. Per concludere le caratteristiche tecniche, il processore necessita di un wattaggio di 65 Watt, mentre gli slot di memoria supportati sono rappresentati da due canali DDR4-2666.

Il prezzo di partenza del processore è di 162,72 euro 

Processore Intel Core i5-9400F

SSD RAM interna Corsair Vengeance LPX

Una volta selezionato il processore, è necessario aggiungere vicino subito un buon banco RAM. Sempre in ottica PC gaming sui 600 euro, viene qui proposta una RAM SDD Corsair Vengeance LPX basata su tecnologia DDR4 e DIMM, avente una taglia di 8 GB.

La velocità di memoria è di 2400 MHz, ideale per un overclocking ad alte prestazioni. Il dissipatore di calore è realizzato in alluminio, garantendo una dissipazione in tempi brevi, grazie anche al fatto che il PCB è realizzato su otto livelli.

Il prodotto in oggetto si può acquistare al prezzo contenuto di 39,99 euro.

SSD RAM interna Corsair Vengeance LPX

Scheda madre B450 TOMAHAWK MAX II

Per poter far coesistere tutte le componenti di un pc, è indispensabile disporre di una buona scheda madre da gaming. Qui verrà analizzata la scheda madre della casa produttrice MSI, ovvero il modello B450 TOMAHAWK MAX II. Le caratteristiche principali di questa scheda sono un socket CPU del tipo Sockel AM4, una tecnologia di memoria RAM di tipo DDR4, un chipset del tipo AMD B450 e una capacità di memoria di 128 GB.

Si ricorda che quando si assembla un pc fisso è bene controllare la compatibilità dei processori con la scheda madre. Ad esempio, per l'articolo citato, i principali processori supportati sono gli AMD Ryzen di prima, seconda e terza generazione. Diverse sono poi le porte presenti sulla scheda, tra cui HDMI e DVI-D per la grafica e un totale di dodici porte USB 3.2 Gen per la connettività.

Il prezzo della scheda madre appena descritta ha una base di partenza di 80,00 euro.

<strong>Sched</strong>a madre B450 TOMAHAWK MAX II

Biostar Gaming Radeon RX 560 

Tra i componenti più importanti per un PC da gaming di 500/600 euro vi è sicuramente la scheda video. Qui viene proposta e analizzata la scheda grafica Biostar Gaming Radeon RX 560. Dotata di interfacce HDMI e DVI, questa scheda grafica con architettura di quarta generazione GNC soddisfa le esigenze che richiedono i titoli più importanti.

Il tipo di RAM che monta la scheda è GDDR5, con una dimensione di 4000 MB e una velocità di clock di 1.5 GHz; per quanto riguarda invece la velocità di clock GPU, questa si attesta sui 1500 MHz. Dotato di un sistema di raffreddamento molto efficiente e silenzioso, questo componente permette di godere al meglio di funzionalità quali realtà virtuale, grazie all'architettura Polaris.

Il prezzo di partenza di questo prodotto di fascia medio/alta è di 298,00 euro 

<span id=Biostar Gaming Radeon RX 560 ">

ARESGAME 500W Alimentatore PC

Per poter soddisfare la richiesta energetica di un pc gaming 600 euro, è necessario identificare un buon alimentatore. Qui viene illustrato l'alimentatore della casa produttrice ARESGAME da 500 W. Ovviamente la specifica tecnica principale da tenere in considerazione è proprio la potenza in uscita che, come anticipato dal nome del componente, è di 500 Watt. Tuttavia, se si cerca un componente che offra buone performance durante il gaming, è necessario considerare anche la stabilità e l'efficienza dell'alimentatore.

Il componente in oggetto ha una certificazione 80 plus Bronze con un'efficienza dell'85%, un'uscita stabile in termini di tensione che si traduce in erogazione di potenza costante e una ventola da 120 millimetri estremamente silenziosa. Infine, per quanto riguarda i connettori, l'alimentatore PC dell'ARESGAME dispone di una configurazione PCI-Express da 6+2 pin. Il design accattivante con i cavi interamente in nero, rendono questo componente ideale per il gaming, e lo si può acquistare ad un prezzo di partenza di 43,21 euro 

ARESGAME 500W Alimentatore PC

Case da gaming CiT Seven

Per poter tenere insieme tutti i componenti che costituiscono il PC da gaming, è buona norma far riferimento ad un case compatto ed efficiente. Qui di seguito viene proposto il case della casa produttrice CiT, in particolare il modello Seven. Anzitutto, è bene capire quali sono le interfacce con i componenti e l'esterno. Per quanto riguarda la scheda madre, questo case è compatibile con le versioni Micro-ATX e Mini-ITX, dispone di tre alloggiamenti interni, un alloggiamento per la ventola, e un totale di due porte USB.

L'eccellente flusso d'aria che garantisce il case e il filtro antipolvere rimovibile fanno sì che i componenti all'interno non vengano danneggiati. Per quanto riguarda il design del case, le dimensioni si attestano su 38.1 x 19 x 39.5 cm, con un peso di 3860 grammi. Forniscono, infine, un tocco di stile le due strisce RGB anteriori a forma di sette, facilmente sincronizzabili con quella presente sulla ventola.

Il prezzo di questo prodotto è di 49,73 euro 

Case da gaming CiT Seven

Silicon Power SSD A55

L'ultimo componente da prendere in esame è l'SSD interno, in questo caso della casa produttrice Silicon Power. Caratterizzato da una capienza di 512 GB, questo disco rigido ha una velocità di scrittura di 500 MB al secondo, rendendolo ideale per performance da gaming.

Tutto ciò è favorito dalla presenza della tecnologia SLC Cache che consente ai dati di essere scritti prima nella porzione SLC che porta a prestazioni di scrittura di picco più elevate. In più, usando la flash 3D NAND, l'A55 offre una maggiore affidabilità e una migliore efficienza energetica rispetto alle unità SSD tradizionali.

Il prezzo di partenza della SSD A55 in oggetto è di 49,99 euro 

Silicon Power SSD A55

Un PC da 500 euro è sufficiente per il gaming?

Una volta illustrati nel dettaglio i componenti necessari per assemblare un PC da gaming di 600/650 euro, è possibile capire se il budget prefissato è sufficiente o meno per lo scopo. Quello che si nota è che il componente più dispendioso è la scheda video, che può arrivare anche a 700 euro. Per contenere la spesa complessiva intorno ai 600 euro abbiamo selezionato una scheda video da 250 euro.

Tuttavia, non è raro trovare i componenti citati ad un prezzo inferiore, fino al 50%; questo si può tradurre in un costo complessivo dei componenti (esclusa la scheda video) di circa 400 euro. A questo punto, pur volendo considerare una scheda video dalle prestazioni inferiori, è abbastanza facile sforare il tetto dei 600 euro. In questo contesto sembrerebbe impossibile allestire un PC di altissima fascia con 600 euro, e questo in parte è vero.

Tuttavia, se si riescono ad acquistare le singole componenti ad un prezzo ridotto, le possibilità di assemblare un PC di fascia alta, ma non altissima, con il prezzo contenuto di 600 euro ci sono. Per cui sì, assemblare un PC da gaming (dalle buone prestazioni, non da giocatori professionisti) con 600 euro è possibile, anche se bisogna trovare i componenti al giusto prezzo.

Considerazioni su un PC gaming da 600 euro

L'assemblaggio di un pc gaming 600 euro in questo caso, è l'unico modo per essere sicuri di avere un sistema che sia in grado di soddisfare tutte le preferenze individuali. Questo perché è possibile scegliere personalmente tutti i componenti del PC, a partire dall'alimentatore, fino al case, sapendo esattamente quali prestazioni aspettarsi, senza sorprese.

Inoltre c'è da aggiungere che un PC costruito con le proprie mani è sempre aperto a nuovi scenari ed aggiornamenti tecnologici, per cui anche nel tempo alcuni componenti possono essere sostituiti per ottenere preformance migliori. Assemblare un PC da gaming non è immediato, non tanto per l'assemblaggio in sé, ma quanto per la capacità di scegliere in modo attento i vari componenti, soprattutto capire la futura interazione tra essi.

Altro aspetto poi da tenere in considerazione è il saper acquistare i componenti al momento giusto, sfruttando magari occasioni che possono presentarsi, in modo da ridurre drasticamente il costo del prodotto finale che, è bene ricordare, sarà sicuramente più basso di un prodotto equivalente già finito.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare