Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
10/5/2016

Uncharted 4: La Fine di un Ladro

Uncharted 4: La Fine di un Ladro Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Naughty Dog
Genere
Azione
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
10/5/2016
Lingua
Italiano
Recensione

Siete pronti per scoprire la fine di un ladro?

Nathan Drake torna in una nuova avventura... ed è subito capolavoro!

di Marco Ravetto, pubblicato il

Dal lontano 2007, il trono di cacciatore di tesori più famoso della storia ha un nuovo contendente. Se in ambito cinematografico, questo titolo è ancora saldamente nelle mani di Indiana Jones, nel campo dei videoludico abbiamo invece assistito a un vero e proprio ribaltone, con Lara Croft costretta ad abdicare a favore di Nathan Drake. Un po’ perché, non penso che nessuno possa affermare il contrario, le ultime avventure con protagonista la signorina Croft non verranno certo annoverate nella storia dei videogiochi, un po’ perché il buon Drake, con il suo fare da sbruffone e le sue folli cacce al tesoro ha conquistato tutti. La saga di Uncharted è diventata un punto di riferimento per gli appassionati del genere e, dopo tre episodi esaltanti, giunge alla sua conclusione con un quarto capitolo che promette emozioni, sorprese e tanto divertimento. Sarà riuscita Naughty Dog a sfornare l’ennesimo capolavoro? La risposta tra un paio di pagine…

L'improvvisa comparsa di Sam, il fratello maggiore di Nathan a lungo creduto morto, è alla base della trama di Uncharted 4. Ah, ovviamente c'è anche un (enorme) tesoro da recuperare... - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
L'improvvisa comparsa di Sam, il fratello maggiore di Nathan a lungo creduto morto, è alla base della trama di Uncharted 4. Ah, ovviamente c'è anche un (enorme) tesoro da recuperare...

LA CHIUSURA DEL CERCHIO

Gli elementi base della trama di Uncharted 4, ne sono sicuro, li conoscerete ormai a menadito. Nel corso degli ultimi mesi sono stati ripetuti più e più volte, e sono convinto che ormai potreste recitarli tutti in sequenza senza dimenticare un solo particolare. Sappiamo che sono trascorsi tre anni dagli eventi raccontati in L’Inganno di Drake, che Nathan è sposato con Elena Fisher. Abbiamo prima di tutto il ritorno sulle scene di Sam Drake, fratello maggiore di Nathan, a lungo creduto morto. Poi abbiamo il tesoro di Henry Avery, pirata misteriosamente scomparso sul finire del diciassettesimo secolo insieme a un tesoro di inestimabile valore. E infine abbiamo una coppia di nuovi nemici, Rafe Adler e Nadine Ross, rispettivamente un ricco milionario a caccia di tesori e la proprietaria di un’agenzia specializzata nella fornitura di servizi di sicurezza.
Questo è ciò che è noto, ma in Uncharted 4 c’è ovviamente molto di più. Naughty Dog è stata molto abile a centellinare tutte le notizie relative alla componente narrativa, lasciando che tantissimi elementi di primaria importanza vengano rivelati solamente una volta entrati in possesso del gioco. Da questo punto di vista, Uncharted 4 non è solamente una semplice avventura, ma è una vera e propria chiusura di un cerchio. Oltre infatti a scoprire tutta una serie di particolari che fanno chiarezza su ogni componente relativa alla caccia al tesoro di Henry Avery (ad esempio, cosa è accaduto a Sam durante la sua assenza) nel corso del gioco sono presenti rimandi a eventi passati e sequenze che permetteranno di scoprire una grande quantità di informazioni inedite che si incastrano in un immaginario puzzle che compone la vita di Nathan Drake. Da questo punto di vista tutto quadra, e soprattutto per gli appassionati della serie sarà un vero e proprio piacere ascoltare ogni singola conversazione.
Per quanto concerne la trama specifica dell’avventura, per evitare qualunque rischio di spoiler posso solo limitarmi a un breve parere personale. A me è piaciuta. Certo non siamo di fronte alla profondità di situazioni in cui siamo stati catapultati in altre produzioni di Naughty Dog (chi ha detto The Last of Us?), non sarebbe neanche giusto attendersi una cosa del genere. Uncharted 4 è un gioco d’azione pura, una lunga caccia al tesoro e come tale funziona in maniera egregia. C’è spazio per l’umorismo, con le classiche battute a cui Nathan ci ha abituato nel corso degli anni, c’è spazio per i sentimenti e c’è spazio per i momenti più seri, con situazioni drammatiche. Il finale, ma questa resta sempre e solo un’opinione soggettiva, è decisamente azzeccato e devo ammettere che, quando l’altro giorno ho spento la mia PS4 all’una di notte dopo aver portato a termine l’avventura, avevo un bel sorriso sulle labbra, sorriso con cui mi sono svegliato anche la mattina successiva.

La Fine di un Ladro è ambientato tre anni dopo gli eventi narrati in L'Inganno di Drake. Nathan ha "messo la testa a posto" ed è felicemente sposato con Elena Fisher - Uncharted 4: La Fine di un Ladro
La Fine di un Ladro è ambientato tre anni dopo gli eventi narrati in L'Inganno di Drake. Nathan ha "messo la testa a posto" ed è felicemente sposato con Elena Fisher
Volendo fare un appunto alla narrazione, viene lasciato ben poco spazio ai due nemici di turno, che non mi sono parsi all’altezza di un compito così importante. L’antagonista principale di Nate e Sam sembra essere più che altro Henry Avery, con i suoi enigmi e i suoi misteri, mentre Rafe e Nadine (che comunque creano non pochi grattacapi) non brillano nelle scene in cui sono protagonisti. Soprattutto Rafe, che si presenta come un multimilionario arrogante, presuntuoso e decisamente privo di talento come cacciatore di tesori, è veramente poco accattivante.


Commenti

  1. mars_explorer

     
    #1
    Ottima recensione!Complimenti!!!...Nathan è tornato alla grandissima!...ti aspettavamo!!<3
  2. kuja89

     
    #2
    dalle immagini e video visti deve essere davvero bello ,però a me uncharted non mi attira proprio per niente come saga , mi spiace per nathan drake ma io preferisco lara croft,
  3. mars_explorer

     
    #3
    ...questione di gusti, negli anni Uncharted con Nathan Drake ha saputo dare una svolta al genere, rendendo un bel mix riuscito di esplorazione/fascino/simpatia/sparatorie/action che al titolo ubisoft manca...
  4. Lord Byron

     
    #4
    E' un peccato, dovresti davvero provarlo kuja. Se hai una ps4 con una 30ina di euro, o anche meno, potresti provare l'edizione remastered dei primi 3 Uncharted.
    I gusti sono gusti, ovviamente non lo sto dicendo per farti cambiare idea ma perchè è davvero una delle serie con valori produttivi e tecniche migliori che si siano mai viste, te lo dico come "cultura videoludica" diciamo :)
  5. jakelr79

     
    #5
    qualcuno ha riscontrato il crash del gioco nelle prime fasi di gioco?
  6. kuja89

     
    #6
    Nel pomeriggio e venuto un amico per farmi provare uncharted 4 e vedere se sulla mia ps4 quel problema si presentava , ho giocato tutto il capitolo 1 e nessul glitch o problema generale ,poi se progredendo nel gioco si presentaranno ma in quel momento tutto ok, cosa che sulla sua si e presentato.
    Devo dirlo come gioco e veramente ben fatto , una grafica spettacolare e anche il resto merita , anche se io preferisco la saga di tomb raider non mi metto a dire che questo gioco fa schifo perché direi una bugia mega galattica ,magari poi lo prenderò pure io e recupererò i primi 3 , in fondo anche the last of us non m piaceva e quando ho preso la ps4 che l’ho presa in bundle con the last of us o anche per until dawn non e che mi ispirasse ma alla fine ho cambiato idea.
  7. Lord Byron

     
    #7
    Bravo kuja! :)

    Qui niente crash jakelr79 :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!